DOVE
Dove vorresti andare
QUANDO
Quando vorresti partire
DURATA
Quanto vorresti star via
BUDGET
Qual'è il tuo budget
TEMA
Cosa cerchi nel tuo viaggio
STILE DI VIAGGIO
Scegli il tuo stile

Cina


Cultura

 

Cultura 
In Cina la calligrafia è da sempre ritenuta la più alta forma di arte visiva, tanto che un tempo il carattere delle persone veniva giudicato dall'eleganza della loro scrittura. Ovunque nel paese si vedono esempi di calligrafia a scopo decorativo, dai templi alle pareti delle grotte, dai fianchi delle montagne ai monumenti. Gli utensili principali usati in quest'arte, ossia l'inchiostro e il pennello, sono gli stessi utilizzati nella pittura; gli elementi più importanti sono il segno e la tonalità. 
Nonostante i danni inferti dal tempo, dalle guerre e dalle ideologie, l'architettura offre ancora molto da vedere. Tra le vestigia del passato vi sono gli edifici imperiali di Pechino, le costruzioni coloniali di Shanghai, qualche villaggio rurale e i templi buddhisti, confuciani e taoisti. L'arte funeraria era presente nella cultura cinese già nel neolitico (9000-6000 a.C.) e si esprimeva in varie forme quali armi, vasi rituali, statue di ceramica, oggetti di giada e vasi sacrificali di bronzo. La produzione di oggetti di terracotta è almeno altrettanto antica; la prima porcellana prodotta al mondo fu eseguita in Cina nel VI secolo d.C. e durante il periodo della dinastia Song questa tradizione raggiunse le più sublimi vette artistiche. 
La lingua ufficiale della Cina è il mandarino di Pechino, che i Cinesi chiamano putonghua. Circa il 70% della popolazione parla questo idioma, ma esso non è altro che la punta di un iceberg linguistico poiché esiste una gran quantità di dialetti e sotto-dialetti, in alcuni casi molto simili fra loro. Tra le lingue principali figura il cantonese. Il cantonese è la lingua franca del Guangdong, del Guangxi meridionale, di Hong Kong e in parte anche di Macao. 


La Cina possiede un vastissimo patrimonio letterario, ma purtroppo le difficoltà di traduzione lo rendono in gran parte inaccessibile ai lettori occidentali. Esistono due forme letterarie tradizionali, quella classica (in gran parte confuciana) e quella dialettale (come la prosa epica della dinastia Ming). Il teatro cinese si fonde con l'opera in quanto assegna un ruolo di primo piano alla musica e inoltre fa uso anche di altre arti quali quelle acrobatiche e marziali e la danza stilizzata. Molti cinefili occidentali amano la cinematografia cinese, i cui prodotti riscuotono grande successo ai festival cinematografici e alle rassegne. Negli ultimi anni è emersa una 'quinta generazione' di registi di talento tra cui Zhang Yimou (Sorgo rosso), Chen Kaige (Addio mia concubina), Wu Ziniu e Tian Zhuangzhuang. Alla vastità e al successo della produzione cinematografica cinese contribuiscono anche i registi di film d'azione come John Woo e Ringo Lam. 

In Cina si usa il calendario lunare soprattutto nell’osservanza delle festività. Questo calendario prevede anni comuni, composti da 12 mesi e da 353, 354 o 355 giorni, e anni embolismici, composti da 13 mesi e da 383, 384 o 385 giorni. Gli anni sono contati seguendo un ciclo di 60 anni. Fino al 1911 venivano contati partendo dal momento dell’ascesa al trono di ogni imperatore. Si usa contare questi cicli sessantennali a partire dal 2637 a.C., quando, secondo la tradizione, il calendario cinese fu inventato.

Ad ogni anno viene assegnato un nome composto da due parti: una radice celeste ed un ramo terrestre (12 animali).


Feste e manifestazioni 
Il Capodanno Cinese (o Festa della primavera) segue il tradizionale calendario lunare e di solito cade a febbraio. Ufficialmente dura solo tre giorni. La Festa delle lanterne non è una festività pubblica, ma è molto pittoresca e viene celebrata con entusiasmo, cade il 15° giorno della prima luna (tra metà febbraio e metà marzo) e segna la fine dei festeggiamenti del capodanno. In questo periodo viene eseguita la famosa danza del leone. In occasione del Ching Ming (o Giorno della pulizia delle tombe) di aprile le famiglie si occupano delle tombe dei loro cari.

A Hong Kong ha luogo una delle celebrazioni annuali più vivaci, la Festa della barca del drago, che si svolge a giugno in onore del poeta Qu Yuan. Per l'occasione vengono organizzate gare a bordo di lunghe canoe decorate condotte da squadre di rematori.

A seconda delle varie fasi lunari si recitano preghiere speciali presso i templi buddhisti e taoisti. Altre ricorrenze importanti sono l' Anniversario della nascita di Guanyin (dalla fine marzo all'inizio di aprile), l' Anniversario della nascita di Mazu (maggio o giugno), la Festa dell'acqua (13-15 aprile), il Mese degli spiriti (dalla fine di agosto alla fine di settembre), la Festa della luna di metà autunno (ottobre) e l' Anniversario della nascita di Confucio. 
Cosa mangiare 
La cucina cinese gode di una meritatissima fama e presenta una grande varietà. Gran parte dell'arte culinaria della Cina consiste nel produrre piatti ingegnosi con un numero limitato di ingredienti. La cucina cinese può essere divisa in quattro categorie regionali: quella mandarina e shandong (basata su pane e taglierini a vapore), quella cantonese e chaozhou (con verdure e carni saltate), quella di Shanghai (patria della 'cucina rossa' e delle costolette di maiale wuxi) e quella dello Sichuan (con piatti speziati e piccanti). Il tè è la bevanda analcolica più diffusa, mentre la birra è l'alcolico più popolare. Il termine 'vino' ha un'accezione piuttosto ampia e comprende bevande gassate con erbe in infusione o vino di. Un'altra bevanda molto diffusa è il maotai, un alcolico molto forte dall’ alta gradazione.

Il Quality Group