DOVE
Dove vorresti andare
QUANDO
Quando vorresti partire
DURATA
Quanto vorresti star via
BUDGET
Qual'è il tuo budget
TEMA
Cosa cerchi nel tuo viaggio
STILE DI VIAGGIO
Scegli il tuo stile

Kenya


Documenti & info utili

 

Formalità d'ingresso

È necessario il passaporto con validità residua di almeno sei mesi al momento della richiesta del visto. All'ingresso nel Paese, viene apposto un timbro sul passaporto, dal quale risulta la durata del soggiorno. Si consiglia di dichiarare il periodo effettivo del soggiorno in Kenya e di controllare il timbro apposto sul passaporto prima di procedere verso la zona doganale. La proroga del soggiorno può essere estesa solo presso gli uffici competenti per l'immigrazione. Per entrare in Kenya il passaporto deve avere almeno una pagina intera bianca, al fine di poter apporre il visto d'ingresso. In caso contrario, i viaggiatori potrebbero non essere accettati nel Paese e fatti rientrare in Italia con il primo volo utile. Il visto è ottenibile prima della partenza presso l'Ambasciata del Kenya a Roma o all'aeroporto di arrivo al costo di USD 50 per persona o equivalente in Euro (€ 40). 

Vaccinazioni

Nessun certificato di vaccinazione è richiesto per i turisti provenienti direttamente dall'Europa. Per chi proviene da zone dove la febbre gialla è endemica (es. Tanzania, Uganda, Ruanda, Etiopia, Zambia, Mozambico, etc.) è obbligatorio presentare in ingresso il Certificato di Vaccinazione contro la febbre gialla anche nel caso di solo transito aeroportuale, se questo è superiore alle 12 ore ed in ogni caso se si lascia l'aeroporto di scalo. La vaccinazione contro la febbre gialla è obbligatoria anche se dal Kenya si prosegue verso la Tanzania, Mauritius, Seychelles, Sudafrica, Namibia, Botswana, Zimbabwe, Zambia, Uganda, Ruanda etc. Consigliamo la profilassi antimalarica soprattutto per le zone costiere.

Fuso Orario

Due ore in più rispetto all'Italia. Quando da noi vige l'ora legale, la differenza si riduce ad un'ora soltanto.

Abbigliamento & Bagaglio

Per chi visita il Kenya, è consigliabile indossare abiti pratici in fibre naturali, portare qualche capo più caldo per la sera, una giacca a vento,  scarpe comode, cappellino, costume da bagno, occhiali da sole, crema protezione solare e repellenti. Indispensabile il binocolo per gli avvistamenti. Raccomandiamo di ridurre al minimo il proprio bagaglio, utilizzando preferibilmente borse morbide. In caso di voli interni in Kenya, ricordiamo l'obbligo di limitare il bagaglio a 15 chili per persona in sacche/borse rigorosamente morbide. La franchigia bagaglio che appare sul biglietto deve essere rispettata. L’eccedenza, a partire da 1Kg in più sarà trasportata a spese dell’interessato. La spesa varia dai 10 ai 70 euro al chilo.  Per quanto riguarda i voli interni la franchigia bagaglio è di 15 chilogrammi. 

Moneta

La valuta keniota è lo shilling, diviso in centesimi (1 euro vale circa 111 shillings). Consigliamo di premunirsi di euro di piccolo taglio e di fare piccoli cambi di valuta locale in quanto è molto difficile riconvertirla.  Ogni operazione può essere effettuate presso gli uffici di cambio nelle banche, negli aeroporti internazionali e nelle principali città. Le maggiori carte di credito sono generalmente accettate negli alberghi. Attenzione: i dollari statunitensi emessi prima del 2006 non sono accettati.

Lingue

In Kenya le lingue ufficiali sono il Kiswahili e l'Inglese, ma esistono anche quaranta gruppi etnici, ognuno con il proprio dialetto.

Corrente elettrica

La corrente elettrica in Kenya è di 110/240 Volt. Le spine sono tripolari, di tipo inglese con tre lamelle piatte; consigliamo quindi l'acquisto di un adattatore universale.

Alberghi, Lodge & Riserve

Le categorie alberghiere, se espresse, seguono le normative ufficiali vigenti del paese dove l’hotel è ubicato. Non sempre il criterio di valutazione locale corrisponde a quello europeo. Inoltre ove non sia in vigore una classificazione ufficiale, abbiamo espresso una nostra valutazione personale.  Per alcuni itinerari il nome definitivo degli hotel confermati viene fornito un mese prima della partenza.  Indirizzi e numeri telefonici degli hotel sono riportati nei documenti di viaggio. Molte Guest e Country House, Lodge e Campi Tendati in Africa non dispongono di riscaldamento. Vi preghiamo di tenerne conto per la preparazione dei bagagli se il viaggio dovesse svolgersi durante l’inverno locale (Giugno-Luglio sono solitamente i mesi più freddi). Eventuali richieste di camere comunicanti, camere ai piani alti o bassi, saranno da noi trasmesse ma la riconferma potrà avvenire solo in loco a completa discrezione dell’hotel. Mancate assegnazioni non potranno essere a noi imputabili. Di norma il giorno d’arrivo le camere si rendono disponibili dalle 15:00 e dovranno essere rilasciate il giorno della partenza entro le 10:00. A discrezione degli hotel è possibile anticipare o posticipare tale termini ma potrebbe essere richiesto un supplemento da regolarizzare in loco.

Ristorazione

Il trattamento previsto durante il soggiorno è indicato nell’itinerario di viaggio e/o voucher. I pasti possono essere a menù fisso o a buffet. In alcune Riserve Private il pranzo è sostituito da un “brunch” rinforzato servito al rientro dell’attività del safari mattutino. La ristorazione all’estero può essere diversa, anche nelle porzioni, rispetto alle nostre normali abitudini a prescindere dalla qualità del cibo proposto. Vi invitiamo a considerare il lato gastronomico come uno dei tanti aspetti da conoscere del paese che state visitando. Non è previsto alcun rimborso per pasti volutamente non usufruiti. Durante i trasferimenti più lunghi, soprattutto in aree remote, alcuni pasti sono previsti al sacco e talvolta la quantità del cibo può risultare limitata. Problemi alimentari seri devono esserci comunicati per iscritto in fase di prenotazione.

Comunicazioni

Per telefonare in Kenya comporre lo 00254 seguito dal prefisso nazionale, senza lo zero, e il numero. Per chiamare l’Italia bisogna comporre lo 0039 più il prefisso nazionale con lo 0 per i numeri fissi e senza per i cellulari. Nel Paese è diffusa la rete di telefonia cellulare GSM che fornisce servizi di collegamento a Internet ed anche a tecnologia 3G. Esistono quattro operatori: Safaricom (Vodafone), Zain, Orange, YU.

Acquisti

Nelle città si possono acquistare pietre semi preziose, sculture in legno molto belle e particolari, da non dimenticare i dipinti Batik, ottenuti con tecniche a cera persa. Per gli amanti dell’artigianato etnico sono reperibili daghe, lance e maceti da dichiarare all’arrivo in Italia.

Mance

Teoricamente non sono obbligatorie, praticamente tutti le attendono. Di consueto vengono lasciate a guide, ranger e camerieri se si è apprezzato il loro lavoro.

Voli Interni

Alcuni itinerari del presente catalogo prevedono dei trasferimenti con voli interni. I voli interni in Kenya e Tanzania sono operati da Kenya Airways e da una serie di piccole compagnie private come Safari Link, Air Kenya, Coastal Aviation, Precision Air, Air Regional, Zan Air.La compagnia Kenya Airways viene utilizzata solo per la tratta Nairobi-Mombasa e per le tratte tra Kenya e Tanzania. All’interno dei due paesi invece vengono utilizzate le altre compagnie citate. Sono tutte compagnie affidabili con aerei recenti e in alcuni casi nuovissimi.Gli aerei sono di vario tipo e vanno dal Cesna 5 posti al Caravan 13 posti fino agli Atr 42 da 50 posti. Nella maggior parte dei casi il bagaglio deve essere limitato a 15 kg in sacche morbide. Gli orari sono abbastanza rispettati. A causa del traffico prettamente turistico che queste compagnie gestiscono, i voli non sono quasi mai diretti, ma prevedono sempre delle fermate intermedie per imbarcare o sbarcare altri clienti. Questo accade soprattutto nei voli da e per i parchi nazionali e le riserve all’interno dei quali ci sono molti air strip ( campi volo ). L’unico modo per ovviare è organizzare dei piccoli voli charter privati. In Uganda e Ruanda non esistono voli interni di interesse turistico. Per i lunghi spostamenti possono essere previsti dei voli charter, ma sono molto costosi.

Trasferimenti via Terra

La maggior parte delle strade non sono asfaltate, i tempi di percorrenza potrebbero quindi variare in base alle condizioni del fondo, che spesso è polveroso,dissestato o, nel caso di piogge, infangato. Le distanze in questi paesi sono infatti calcolate in ore di viaggio più che km. La velocità di percorrenza media è di circa 50 km orari. Questi trasferimenti permettono però di attraversare villaggi, mercati ed ammirare il paesaggio che cambia oltre alla vita brulicante ed i colori delle popolazioni locali. I mezzi sono sempre dotati di sistemi di comunicazione con gli uffici locali e con gli altri veicoli. Gli autisti sono professionisti esperti e sono responsabili della gestione del tempo: in caso di imprevisti l’itinerario potrà subire delle variazioni in base al loro insindacabile giudizio, senza alterazioni del contenuto del viaggio. I fotosafari durano 2/3 ore ogni mezza giornata ed è bene sapere che nei parchi nazionali è vietato uscire dalle piste, avvicinarsi agli animali o scendere dal veicolo al di fuori delle aree apposite.

Mezzi di trasporto

I mezzi di trasporto che Il Diamante fornisce alla propria clientela sono tra i migliori che la destinazione offre. Spesso non sono paragonabili a quanto esiste in Europa, ma ricordiamoci che rispetto agli standard locali sono sempre dei beni di lusso. Le nostre macchine sono controllate periodicamente ma subiscono un’usura molto più elevata che in Europa cosa che le fa sembrare più vecchie di quello che sono in realtà. Non possono essere utilizzati i moderni suv in quanto hanno troppe componenti elettroniche che si danneggerebbero immediatamente a causa della polvere e dalla sabbia presenti sulle strade e, inoltre, nessun meccanico locale sarebbe in grado di ripararli. Per i tour di gruppo in Kenya vengono utilizzati ottimi e confortevoli minibus o veicoli 4x4 a seconda del tour prescelto.

Potete trovare  le informazioni   aggiornate sugli obblighi sanitari e sulla documentazione  necessaria per l'espatrio sul seguente sito : www.viaggiaresicuri.it