DOVE
Dove vorresti andare
QUANDO
Quando vorresti partire
DURATA
Quanto vorresti star via
BUDGET
Qual'è il tuo budget
TEMA
Cosa cerchi nel tuo viaggio
STILE DI VIAGGIO
Scegli il tuo stile
Condividi:

Vacanze Sudafricane Glamping

Ideale per le Famiglie con Safari in Parchi e Riserve "Malaria Free"
Durata 10 giorni, 7 notti
Family Tour
Natura
QUOTE A PARTIRE DA: 1926
  • Il Diamante
  • Viaggio di nozze

Esclusiva il Diamante

Descrizione del tour

Questo circuito è stato studiato per coloro che desiderano svolgere safari in aree del Sudafrica che sono "malaria free" durante tutto l'anno evitando così, anche durante la stagione umida, di seguire una profilassi antimalarica. Svolgiamo i safari nel Parco Nazionale del Pilanesberg e nella Riserva Privata di Mabula nell'area del Waterberg. Un comodo volo di linea ci porterà poi a Cape Town una delle città più belle al mondo. Siamo posizionati ai bordi del caratteristico V&A Waterfront. Il viaggio si conclude con l'escursione lungo la strepitosa Penisola del Capo sino al mitico Capo di Buona Speranza. Una giornata è stata lasciata libera per poter scegliere in autonomia come poter arricchire ancor di più il proprio viaggio.

Luoghi visitati

Parco Nazionale di Pilanesberg, Mabula Game Reserve, O.R. Tambo International Airport (JNB), Cape Town, Penisola del Capo

Note informative

Informativa sul viaggio del 2 Agosto 2021
Per questa partenza prevediamo un soggiorno di 2 notti nel Parco del Pilanesburg e 2 notti presso la Riserva di Mabula anzichè rispettivamente 1 notte e 3 notti.

Paesi visitati



Itinerario Giornaliero

1

Italia / Johannesburg

Partenza dalla città prescelta con voli di linea con pasti e pernottamento a bordo.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

2

Johannesburg / Parco Nazionale del Pilanesberg (235 km)

Categoria Sistemazione Trattamento
Standard Black Rhino Game Lodge pranzo e cena

All'arrivo disbrigo delle formalità d’ingresso. Incontro con la guida/autista di lingua italiana e trasferimento in auto/minibus riservato verso il rinomato Parco Nazionale del Pilanesberg a circa 200 Km dall'aeroporto. Arrivo al lodge in tempo utile per il pranzo. Nel pomeriggio prendiamo parte ad un primo emozionante safari in veicoli 4x4 aperti accompagnati da esperti ranger di lingua inglese. Il Pilanesberg National Park, con la sua superficie di circa 55.000 ettari è il quarto parco nazionale più grande del Sudafrica. Istituito nel 1979 fa parte di un ampio progetto di riqualificazione ambientale e salvaguardia animale. Il parco presenta un'originale peculiarità che lo rende unico: racchiude al suo interno un cratere vulcanico di origini antichissime, risalente a circa 1200 milioni di anni fa, in parte oggi occupato dal Mankwe Lake, un piccolo lago. Il paesaggio in generale, con il suo complesso di vulcani estinti e sporgenze rocciose che si alterno a una rigogliosa vegetazione, risulta particolarmente suggestivo, anche per la presenza di tutti i più grandi felini, oltre agli elefanti, i rinoceronti bianchi, i bufali, le iene, gli ippopotami, le antilopi, il raro cane selvatico africano e più di 300 specie di uccelli. Cena e pernottamento.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Il Pilanesberg National Park, con la sua superficie di circa 55.000 ettari è il quarto parco nazionale più grande del Sudafrica. Si trova nella regione del Bojanala, nella provincia Nord-Occidentale, relativamente vicino a Johannesburg. Istituito nel 1979, fa parte di un ampio progetto di riqualificazione ambientale e salvaguardia animale. Il parco presenta un’originale peculiarità che lo rende unico per via del cratere vulcanico di origini antichissime, circa 1300 milioni di anni fa, in parte oggi occupato dal Mankwe Lake, un piccolo lago. Il paesaggio in generale, con il suo complesso di vulcani estinti e sporgenze rocciose che si alterna a una rigogliosa vegetazione, risulta particolarmente suggestivo, anche per la presenza di tutti i più grandi felini, oltre agli elefanti, i rinoceronti bianchi, i bufali, le iene, gli ippopotami, le antilopi, e 360 specie di uccelli. Il Pilanesberg Park, facendo parte di una zona “Malaria Free”, è particolarmente indicato alle famiglie con bambini.


3

Pilanesberg / Mabula Game Reserve (Safari Plains) (160 km)

Categoria Sistemazione Trattamento
Standard Safari Plains Mabula Pensione completa

Sveglia di buon mattino. Effettuiamo un altro safari nel parco del Pilanesberg o all'interno della Riserva del Black Rhino Game Lodge. Prima colazione. Ci spostiamo poi nella Mabula Game Reserve, a nord est del Pilanesberg a circa 160 Km. Siamo in un'area conosciuta anche come Waterberg all'interno di una vasta riserva privata di oltre 12.000 ettari. L'altitudine è sui 1.300 metri e questa la rende "malaria free", quindi senza nessuna necessità di seguire una profilassi antimalarica durante tutto l'anno. La Riserva si lascia apprezzare per i suoi diversi paesaggi, dalle pianure tipiche della savana a zone più montagnose. Questo crea un'ambiente ideale per tante specie diverse. Qui è possibile ammirare tutti i rinomati "Big Five", i cinque grandi mammiferi africani che in passato venivano considerati i più difficili da cacciare. Oggi fortunatamente poterli ammirare è un privilegio e una grande fortuna. Fanno parte dei grandi cinque gli elefanti, bufali, leoni, rinoceronti e gli elusivi leopardi. Arriveremo al nostro lodge, Safari Plains, per l'ora di pranzo. Salutiamo la guida locale di lingua italiana e da questo momento in poi tutta l'assistenza sarà fornita dal personale del Lodge (di lingua inglese). Nel pomeriggio iniziamo l'esplorazione di questa regione alla ricerca della fauna africana. I safari si svolgono sempre in veicoli 4x4 aperti accompagnati da ranger locali di lingua inglese. Ritorno al lodge dopo il tramonto, cena e pernottamento in tenda. Per le prossime tre notti saremo ospiti presso il Safari Plains. La parola "Glamping" fino a qualche anno fa risultava ai più quasi sconosciuta. Oggi è invece un vero e proprio modo di viaggiare per chi desidera un livello di servizi molto alto ma al tempo stesso una tipologia di sistemazione che possa avvicinare alla natura quanto più possibile. Non a caso "Glamping" nasce dalla contrazione di due paroli inglesi: Glamour & Camping. Il Safari Plains cattura l'essenza di tutto questo. Le tende sono molto confortevoli con aria condizionata (converter in caso di riscaldamento) e dotate di servizi privati annessi con vasca da bagno, doccia e toilet separata. Ogni tenda ha una sovrastruttura in legno e tetto in paglia per una migliore termoregolazione.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

La riserva privata di Mabula Game Reserve si trova vicino a Bela Bela, Limpopo, e occupa 12.000 ettari di una zona Malaria Free, e per questo adatta anche ai bambini e agli anziani. Qui si trovano oltre 60 mammiferi (Big Five compresi) 300 specie di volatili, 100 di piante e numerosi rettili e insetti. Oltre ai safari tradizionali si possono fare anche safari a piedi, a cavallo e in mongolfiera.


DAL
4
AL
5

Mabula Game Reserve (150 km)

Categoria Sistemazione Trattamento
Standard Safari Plains Mabula Pensione completa

Le giornate saranno scandite dal ritmo naturale del sorgere e del calar del sole. La sveglia al mattino sarà fissata molto presto per il primo safari della giornata ammirando così il risveglio della natura. Si rientra al campo per una ricca prima colazione e ci sarà del tempo a disposizione per relax o per attività facoltative (es. safari a cavallo, passeggiate naturalistiche, quad biking etc.). Nel pomeriggio prevediamo un altro safari all'interno di questa bellissima riserva. Il clou si raggiunge al tramonto quando ci si ferma nella savana per ammirare il calar del sole gustando un aperitivo. Nella Riserva di Mabula si contano più di 60 specie di mammiferi, 300 specie di uccelli, tutti i "Big Five" e numerose specie di piante, insetti e rettili. In totale effettueremo due safari al giorno. Pernottamenti in tenda.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

La riserva privata di Mabula Game Reserve si trova vicino a Bela Bela, Limpopo, e occupa 12.000 ettari di una zona Malaria Free, e per questo adatta anche ai bambini e agli anziani. Qui si trovano oltre 60 mammiferi (Big Five compresi) 300 specie di volatili, 100 di piante e numerosi rettili e insetti. Oltre ai safari tradizionali si possono fare anche safari a piedi, a cavallo e in mongolfiera.


6

Mabula / Johannesburg / Cape Town (225 km)

Categoria Sistemazione Trattamento
Standard AC Marriott Cape Town Waterfront Mezza pensione

Tempo permettendo si effettua un ultimo breve safari. Prima colazione ed incontro con la guida/autista locale di lingua italiana che ci condurrà all'aeroporto di Johannesburg a circa due ore. Il viaggio prosegue oggi verso Città del Capo che raggiungeremo con un comodo volo di linea. A bordo sarà servito uno snack e bevande. Incontro con la nuova guida locale di lingua italiana e trasferimento in albergo: AC Marriott Cape Town Waterfront. L'hotel sorge ai bordi occidentali del vivace “Victoria & Alfred Waterfront”, la zona più bella e caratteristica della città. Lungo il trasferimento ammireremo orientativamente la città e condizioni atmosferiche permettendo tenteremo la risalita sulla vetta della Table Mountain, la montagna della Tavola, simbolo indiscusso della città, dalla cui sommità durante le giornate più limpide è possibile ammirare uno scenario di rara bellezza. Il biglietto della cabinovia non è incluso e sarà da pagare localmente in quanto questa risalita dipende sensibilmente dalle condizioni metereologiche. Qualora la cabinovia non sia aperta e durante il periodo della chiusura annuale per manutenzione, ci recheremo a Signal Hill, un altro punto panoramico che pur se più in basso offre un bel colpo d'occhio sulla città sottostante. Al termine trasferimento in hotel ed assegnazione delle camere. Cena e pernottamento.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Con la sua altezza di 1.086 metri, Table Mountain, ovvero la Montagna della Tavola è il simbolo e principale attrazione di Città del Capo e dalla sua cima si gode di una straordinaria veduta non solo sulla città sottostante e la sua baia, ma a 360°C in tutta la sua ampiezza, sulla Penisola del Capo. La sua particolarità è di essere una montagna piatta, sulla quale le nubi spesso ne avvolgono la cima, come una tovaglia, coerentemente con il suo nome. Una moderna cabinovia rotante, la Cableway, collega rapidamente, ogni mezz'ora, dall'alba al tramonto, la base alla sommità in pochi minuti. La vegetazione è composta dal fynbos, vegetazione molto vasta e varia, tipica del Capo: qui si trovano oltre 1470 tipi di piante, soprattutto protee, il fiore simbolo dell'area. mentre tra gli animali si trovano porcospini, manguste e il tipico roditore irace.

Table Mountain è entrata a far parte delle Nuove sette meraviglie naturali del mondo.


7

Cape Town: la penisola del Capo (150 km)

Categoria Sistemazione Trattamento
Standard AC Marriott Cape Town Waterfront Prima colazione e pranzo

Mezza pensione. Incontro con la guida di lingua italiana e partenza per una meravigliosa giornata dedicata alla visita della Penisola del Capo, un lembo di terra di rara bellezza che separa idealmente le fredde e tumultuose acque dell’Oceano Atlantico dalle più calde e miti acque dell’Oceano Indiano. Attraversando le aree residenziali di Cape Town quali Sea Point, Camps Bay e Llandudno si giunge nella splendida baia di Hout Bay. Qui è prevista una sosta per una breve escursione in barca (circa 30 minuti) per ammirare una nutrita colonia di otarie che hanno di fatto monopolizzato una serie di scogli appena fuori la baia. Questa visita può essere effettuata solo se le condizioni del mare sono favorevoli. Possibilità di acquistare qualche souvenir in una delle tante bancarelle presenti nel porto prima di proseguire verso la Riserva Naturale del Capo di Buona Speranza in un alternarsi di grandiosi paesaggi sino alla sommità di “Cape Point” per ammirare il luogo virtuale dell’incontro dei due oceani. Al termine proseguimento verso Simons Town, sede della Marina sudafricana, non prima di aver sostato presso un rinomato ristorante locale per un gustoso pranzo a base di pesce. Sulla spiaggia di Boulder (così chiamata per gli enormi massi granitici), tra villette sul mare e splendide spiagge, si potrà ammirare da pochi passi una simpatica colonia di pinguini. Rientro in hotel, via Muizenberg. Cena libera e pernottamento.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Il Capo di Buona Speranza, battezzato anche dagli antichi navigatori come il “Capo delle Tempeste”, per via della difficoltà a superarlo, dovuto all'impatto della fredda corrente oceanica del Benguela con l’aria calda e umida proveniente dall’Oceano Indiano, fu raggiunto per la prima volta dal navigatore portoghese Bartolomeo Diaz nel 1487, ma fu Vasco da Gama, nel 1497, a portare a termine per la prima volta il tragitto verso le Indie. Oggi l'area è Parco Nazionale che protegge la fynbos, la ricca vegetazione locale, tipica della Provincia del Capo Occidentale. Dal 2004 il parco è entrato a far parte dei beni dell'umanità protetti dall'UNESCO con il nome di Area protetta della Regione Floreale del Capo. Il punto più elevato è Cape Point, che si raggiunge in funicolare, è battezzato con il nome simbolico di Flying Dutchman, il vascello fantasma che solcava i mari senza meta.

 


8

Cape Town

Categoria Sistemazione Trattamento
Standard AC Marriott Cape Town Waterfront Prima colazione

Prima colazione in hotel. La giornata odierna è a completa disposizione per relax, shopping o escursioni a carattere facoltativo. Consigliamo una visita della Regione dei Vigneti che, a parte i rinomati ed ottimi vini, offre paesaggi da cartolina. Anche da un punto di vista storico questa regione ha molto da dire a partire dai tanti edifici, perfettamente conservati, nel classico stile “Olandese Antico del Capo”, a ricordo della colonizzazione europea. Nella cittadina storica di Stellenbosch, il tempo sembra essersi fermato. Da visitare il Museo locale e da non mancare una degustazione dei rinomati vini sudafricani presso una delle aziende locali molto caratteristiche. Se il Vostro viaggio va da Giugno a Novembre consigliamo anche una visita ad Hermanus, grazioso villaggio sulla Walker Bay, di fronte all'Oceano Indiano. Questa località è considerata una delle più indicate per l’osservazione delle balene (osservabili sia da terra che dal mare). Questi enormi mammiferi, durante il periodo invernale, dall'Antartide raggiungono le coste Sudafricane alla ricerca di acque più miti per dare alla luce i piccoli prima di riaffrontare in estate la migrazione a Sud. Per chi lo desidera sarà anche possibile prenotare un'uscita in barca per un incontro ravvicinato con questi splendidi animali. Consigliamo acquistare quest'escursione in barca dall'Italia per avere la garanzia della disponibilità che durante il periodo di altissima stagione potrebbe scarseggiare.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

La zona dei vigneti per antonomasia in Sudafrica si trova nell'area sud ovest del paese, grazie alle ottime condizioni climatiche e del terreno per la viticoltura. Sono numerose le principali regioni di produzione, tutte facilmente raggiungibili da Città del Capo. Quest’area fu colonizzata nel ‘600 dagli ugonotti francesi, che portarono con sé la loro preziosa esperienza di viticultori. La maggior parte delle fattorie e delle tenute vinicole hanno nomi francesi. Le tre che fanno da padrone sono Stellenbosh e Paarl, famose per i vini rossi corposi, e Franschhoek per il Méthod Cap Classic, la bollicina sudafricana. Seguono a ruota Cape Point, Wellington e Tulbag Tygerberg, dove si producono Shiraz, Cabernet Sauvignon e Chardonnay.

Una regione molto bella anche da visitare, non soltanto per le infinite distese di vigneti ma anche per le cittadine, come Stellenbosch, famosa per la sua architettura in stile “Olandese del Capo” e per i viali alberati con le enormi querce.


9

Cape Town / Italia (25 km)

Categoria Sistemazione Trattamento
Standard Prima colazione

Prima colazione. Ci potrebbe essere del tempo a disposizione per gli ultimi acquisti prima del trasferimento in aeroporto con guida in inglese. Rientro in Italia o con verso la prossima destinazione

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

10

Italia

Arrivo a destinazione in giornata.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Aggiungi un po' di relax con un soggiorno mare