DOVE
Dove vorresti andare
QUANDO
Quando vorresti partire
DURATA
Quanto vorresti star via
BUDGET
Qual'è il tuo budget
TEMA
Cosa cerchi nel tuo viaggio
STILE DI VIAGGIO
Scegli il tuo stile
Condividi:

Paesaggi Sudafricani (Tour guidato Anima del Sudafrica + Garden Route con auto a noleggio)

Durata 13 giorni, 10 notti
Natura
QUOTE A PARTIRE DA: Su richiesta
  • Il Diamante
  • Viaggio di nozze
  • QSelect

Esclusiva il Diamante

Descrizione del tour

Lasciatevi sedurre da questo nostro nuovo itinerario che non solo esplora le principali bellezze paesaggistiche del Sudafrica ma riesce a far comprendere la vera importanza di cosa significhi preservare e ripristinare l'ambiente a tutto vantaggio delle comunità locali e per le loro future generazioni. Un turismo sostenibile che raggiunge la sua massima espressione nel cuore del Parco Kruger dove è posizionato il nostro bellissimo campo Glamping di recente apertura. Il viaggio non poteva non iniziare pagando un doveroso tributo ad una delle figure più importanti della storia contemporanea: Nelson Mandela. Durante la giornata denominata “Sulle orme di Mandela” visitiamo il museo dell’Apartheid e il sobborgo di Soweto. Procediamo poi verso il Parco Kruger. Qui esploriamo estensivamente il parco alla ricerca degli animali grazie ad emozionanti safari. Il tour del nord si conclude con la Panorama Route, un percorso altamente paesaggistico nel cuore della Provincia del Mpumalanga. Un comodo volo di linea ci porterà poi a Cape Town una delle città più belle al mondo. Siamo posizionati ai bordi del caratteristico V&A Waterfront. Il viaggio include l'escursione lungo la strepitosa Penisola del Capo sino al mitico Capo di Buona Speranza. Svolgerete l'ultima parte del viaggio in autonomia con auto a noleggio da Cape Town a Port Elizabeth, un percorso assolutamente apprezzato da chi ama viaggiare in libertà.

Luoghi visitati

Johannesburg, Sandton, Johannesburg, Apartheid Museum, Soweto, Kruger, Parco Nazionale Kruger, Three Rondavels, Bourke's Luck Potholes, Dullstroom, O.R. Tambo International Airport (JNB), Cape Town, Penisola del Capo, Route 62, Oudtshoorn, Grotte Cango, Knysna, Plettenberg Bay, Tsitsikamma National Park, Port Elizabeth

Note informative

Informativa sul viaggio - Per tutte le partenze dal 30 marzo 2021 al 26 ottobre 2021
QUESTO VIAGGIO NASCE DALLA COMBINAZIONE DEL NOSTRO TOUR ESCLUSIVO IL DIAMANTE "L'ANIMA DEL SUDAFRICA" CON UN MINI-TOUR GARDEN ROUTE PER L'ULTIMA PARTE DEL CIRCUITO DA CAPE TOWN A PORT ELIZABETH IN AUTO A NOLEGGIO.

Durante il solo tour L'ANIMA DEL SUDAFRICA il numero massimo dei partecipanti è limitato ad 8 iscritti con la garanzia del posto finestrino.

La costituzione del gruppo avviene direttamente in loco, il Martedì mattina, presso l'aerostazione di Johannesburg dove ci sarà ad attenderVi un nostro incaricato (di lingua italiana) con il cartello "Diamante". I partecipanti man mano che arrivano raggiungeranno l'hotel Balalaika a Sandton con un trasferimento riservato con autista di lingua inglese. La guida locale di lingua italiana sarà ad attenderVi in albergo per assisterVi nelle procedure di accettazione / consegna camera. Vi preghiamo valutare un "Early Check In" qualora desideriate avere la consegna immediata della camera garantita al Vostro arrivo.

Tutti i trasferimenti in Sudafrica sono previsti in veicoli riservati. La tipologia del veicolo utilizzato dipende dal numero finale dei partecipanti. Le povere condizioni del manto stradale e/o cantieri aperti, soprattutto per alcuni tratti della Provincia del Mpumalanga e del Limpopo, richiedono talvolta limiti di velocità molto bassi e possono essere anche alla base di rotture meccaniche.

Il Tour L'Anima del Sudafrica a Cape Town per trasferimenti, visite ed escursioni potrebbero prevedere la condivisione dei servizi insieme a nostri altri clienti prenotati sul tour "Meraviglie Sudafricane" e "L'Anima del Sudafrica" sempre nel rispetto di massimo 8 partecipanti a gruppetto.

Durante il soggiorno nel Kruger, la guida/accompagnatore locale sudafricana di lingua italiana, vi potrà accompagnare in uno o più safari.

Nota Importante per le Famiglie!
Durante la Garden Route è concesso solo 1 bambino con 2 adulti mentre i teenager devono necessariamente essere sistemati in camera separata. Su richiesta sarà possibile valutare categorie di camere superiori che possano accomodare tutta la famiglia. Queste categorie potrebbero comportare supplementi con maggiori informazioni su richiesta. Informazioni sul noleggio auto
Per noleggiare un auto bisogna essere in possesso di una patente di guida (preferibilmente internazionale e comunque emessa dallo stesso paese del proprio passaporto) da almeno 3 anni. Guidatori al di sotto dei 23 anni sono considerati “giovani” e pertanto sarà richiesto localmente il pagamento del supplemento relativo ai “giovani guidatori”. Bisogna essere in possesso del passaporto e carta di credito (intestata al guidatore principale del contratto) con plafond sufficiente per il deposito cauzionale (vedere sotto). Ricordiamo che NON sono accettate carte prepagate, debit card, Post-Pay. In generale tutte quelle carte che non presentano caratteri sporgenti. La guida è a sinistra. Ricordiamo che i modelli mostrati sono da intendersi solo come indicazione di massima.

La Formula “Classic Max” include:
Limitazione della responsabilità per danni e in caso di furto con rimozione completa della franchigia, assicurazione personale per incidenti, chilometraggio illimitato, tasse locali, IVA 15%, supplementi aeroportuali, copertura per danni al parabrezza, ai cerchioni e ai pneumatici. Guidatori addizionali e noleggio di un GPS (deposito cauzionale Zar 1.500 non incluso).

La quota del noleggio non include:
Tassa sul contratto (Document Administration Fees: ZAR 105), apertura pratica per incidenti/furti (ZAR 975), tassa amministrativa per multa (ZAR 310), perizia in caso di danni superiori a 5.000 Rand (ZAR 814), inferiori a 5.000 Rand (ZAR 310), Carburante (il veicolo deve essere restituito con il pieno, ZAR 40 come tassa per servizio rifornimento se necessario), pedaggi autostradali, deposito cauzionale (vedere di seguito), supplemento guidatori giovani (ZAR 390 al giorno, richiesta comunque la patente da almeno 3 anni), seggiolino per bambini (ZAR 530), Mobile WiFi (ZAR 135 al giorno + deposito cauzionale di ZAR 1.500), Valet Service Full (ZAR 599), tassa per consegna/rilascio del veicolo fuori deposito Europcar (ZAR 530 orario ufficio, ZAR 850 dalle 17:00 alle 08:00 e durante festività e weekend, ZAR 30 al Km se consegna/ritiro eccede i 25Km dal deposito Europcar). Deposito cauzionale (ZAR 1.500).

Supplementi rilascio veicolo in altra località rispetto al ritiro:
- One way tra Johannesburg O.R. Tambo e Sandton o Lanserie: ZAR 230
- One way tra George, Plettenberg e/o Knysna: ZAR 370
- One way tra le restanti località in Sudafrica: ZAR 1.280

- One way tra Sudafrica e Botswana: ZAR 2.6500
- One way tra Sudafrica e Namibia: ZAR 7.950

- Supplementi attraversamento frontiere (SWAZILAND/LESOTHO/BOTSWANA/NAMIBIA ZAR 1.330, ZIMBABWE/ZAMBIA/MOZAMBICO ZAR 3.180). Supplemento per attraversamento singolo, in caso di doppi passaggi la tassa raddoppia o triplica a seconda degli itinerri.

Eventuale costo del carro attrezzi è sempre a carico del cliente.

All’atto della consegna del veicolo viene richiesta autorizzazione sulla carta di credito in ZAR come segue (importi variabili anche senza preavviso). MDMR (R 2.600), EDMR (R 2.900), CDMR ( R 3.050), EDAR (R 3.050), SDAR (R 3.500), RDAR (R 5.200), PDAR (R 5.200), IMAR (R 3.500), SFMR (R 3.500), SFAR (R 5.200), PRAD (R 5.200), FFMR (R 5.200), PVMR (R 5.200).

Tutti i prezzi qui riportati devono intendersi indicativi e soggetti anche a variazione senza preavviso. Il noleggio si intende per cicli di 24 ore.
La volontà di attraversare i confini del paese da cui si noleggia deve essere comunicata in fase di prenotazione ed autorizzata da Europcar.

Paesi visitati



Itinerario Giornaliero

1

Italia / Johannesburg

Partenza dalla città prescelta per Johannesburg con voli di linea. Pasti e pernottamento a bordo.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

2

Johannesburg (Sandton): sulle orme di Mandela (125 km)

Categoria Sistemazione Trattamento
Standard Protea Hotel by Marriott Balalaika pranzo e cena

All'arrivo disbrigo delle formalità d’ingresso. Incontro con il nostro personale incaricato, di lingua italiana, per il benvenuto in Sudafrica ed assistenza al trasferimento immediato in hotel (autista di lingua inglese) situato nel cuore di Sandton, il quartiere residenziale e cuore della vita economica e della finanza di Johannesburg. Qui si trova infatti la Borsa e gli alberghi tra i più lussuosi del paese così come rinomati ristoranti e prestigiosi centri commerciali. All'arrivo in hotel sarete accolti dalla guida locale di lingua italiana per assisterVi al check-in. Pranzo in uno dei ristoranti locali che si affacciano nella bella piazza dedicata all'indimenticabile ex Presidente Nelson Mandela. Qui svetta a sua memoria un'imponente statua in bronzo di oltre 6 metri e di circa 2 tonnellate e mezzo. Nelson Mandela, il primo Presidente della Repubblica del Sudafrica eletto democraticamente, nonché figura mondiale di grandissimo spessore, testimone di pace e tolleranza, sarà il motivo conduttore di questa giornata. Dopo pranzo visitiamo infatti l’Apartheid Museum, inaugurato nel 2011, riconosciuto tra i più preminenti per la comprensione di questo triste capitolo della moderna storia sudafricana e faro di speranza per le nuove generazioni, prima di procedere verso Soweto per una visita orientativa di questo immensa “township” dove si mossero i primi passi alla lotta contro il regime di segregazione razziale. Al termine rientriamo in hotel per la cena. Pernottamento.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Johannesburg, il cuore pulsante del Sudafrica, pur essendo la città più popolosa del paese non è la sua Capitale. Chiamata con divesi soprannomi che ne abbreviano il nome in Joburg, Jozi o eGoli (quest'ultima parola in zulu significa luogo d'oro, perché un tempo era una città mineraria) si trova su di un altopiano di 1.753 metri. È capoluogo della provincia di Gauteng, considerata il cuore commerciale del paese. Johannesburg è la sede della Corte Costituzionale del Sudafrica e della Johannesburg Securities Exchange (JSE), la Borsa più grande dell'Africa e una delle dieci più grandi del mondo. La città negli ultimi anni si è arricchita di molte zone residenziali, tra le quali spicca Sandton, con luoghi di interesse turistico, molti musei e teatri. Anche il vecchio cuore della città, praticamente abbandonato negli ultimi trent'anni, sta tornando al suo antico splendore grazie ad imponenti progetti di riqualificazione.


3

Sandton / Kruger National Park (425 km)

Categoria Sistemazione Trattamento
Standard Mdluli Safari Lodge Pensione completa

Sveglia di buon mattino e prima colazione. Incontro con la guida/accompagnatore locale di lingua italiana e partenza per il rinomato Parco Nazionale del Kruger. Entriamo nel Parco dall'ingresso di Numbi a circa 4/5 ore di distanza da Johannesburg. Sistemazione al Mdluli Safari Lodge in tende di lusso situato all'interno del Parco. L'area centrale del lodge si sviluppa tutt'intorno ad un albero, il Jackalberry, che ha una lunga storia da raccontare. Proprio all'ombra di questo albero il capo villaggio Inkhosi MZ Mdluli, della tribù reale degli Swazi, cercò di far capire ai suoi nipoti, più di 12 anni fa, l'importanza di preservare il territorio e sviluppare un progetto d'ospitalità che potesse in qualche maniera portare beneficio a tutta la comunità Mdluli. Il turismo come impatto positivo e contributo per innalzare il livello di occupazione della popolazione locale con conseguenti benefici sui più piccoli attraverso un serio progetto di educazione. L'attuale capo della comunità, nipote dell'illuminato Inkhosi, ha sposato a pieno questa visione ed oggi Mdluli è finalmente un sogno divenuto realtà. La comunità locale non è solo coinvolta nella gestione del campo ma anche nel controllo del territorio circostante per evitare intrusioni da parte di bracconieri. All'interno di Mdluli, un'area è dedicata alla spiegazione di ciò che giornalmente i ranger fanno per la salvaguardia e la riabilitazione del territorio. Per questo motivo diciamo sempre che Mdluli è parte integrante del Vostro viaggio e al tempo stesso il Futuro della comunità e del territorio. Nel pomeriggio prendiamo parte ad un primo safari, in veicoli 4x4 aperti, accompagnati da un esperto ranger di lingua inglese all'interno del Parco Kruger. Rientriamo al campo al tramonto, cena e pernottamento.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

È il parco per eccellenza del Sudafrica, e anche il più esteso, su un'area di circa 20.000 chilometri quadrati. Il Parco Nazionale Kruger misura 350 chilometri da nord a sud e 67 chilometri da est a ovest. Confina a ovest e a sud con le province sudafricane di Mpumalanga e Limpopo, a nord con lo Zimbabwe e a est il Mozambico e lo Swaziland. Il Kruger è entrato a far parte del Great Limpopo Transfrontier Park, con il Gonarezhou National Park in Zimbabwe e il Limpopo National Park in Mozambico e fa parte di "Kruger to Canyons Biosphere", dell'UNESCO. Fondato nel 1926 e aperto nel 1927, nel parco si possono vedere, oltre ai Big Five, molti altri mammiferi, come ghepardi, licaoni, zebre, giraffe, ippopotami, iene, antilopi e gnu. Si trovano anche 120 specie di rettili, serpenti, pesci e anfibi e oltre 500 di volatili. Negli anni Novanta furono rimosse le staccionate che delimitavano il parco, così gli animali sono stati liberi di muoversi nelle riserve private vicine.


4

Parco Kruger (150 km)

Categoria Sistemazione Trattamento
Standard Mdluli Safari Lodge Pensione completa

Sveglia di buon mattino. Dopo la prima colazione ci attende una bellissima giornata alla scoperta di questo immenso Parco Nazionale, la più grande riserva naturale del Sudafrica. Il parco si estende per quasi 20.000 Kmq (un'area equivalente allo Stato di Israele) e da Nord a Sud fa registrare quasi 350 Km, quasi 70 Km nel suo punto di massima larghezza. Aperto ufficialmente al pubblico nel 1927, vanta 147 diverse specie di mammiferi, 507 specie di uccelli, 49 specie di pesci, 34 anfibi, 227 specie di farfalle e 336 diverse specie di alberi. I turisti sono però principalmente attratti dai "Big Five", un termine originariamente usato dai cacciatori per riferirsi ai più grandi animali selvaggi più pericolosi da abbattere. Fortunatamente per loro oggi sono considerati solo i più difficili da scovare e fotografare. Poterli avvistare tutti durante il Vostro soggiorno al Kruger richiede sempre una buona dose di fortuna. Il nostro safari oggi è praticamente un'intera giornata totalmente dedicata non solo agli avvistamenti ma anche all'esplorazione in sé del parco. Percorreremo infatti diverse piste dandoVi così la possibilità di ammirare tanti e diversi tipi di paesaggi. Il pranzo è incluso e previsto in uno dei Rest Camp del parco (Skukuza o Lower Sabie o similare). Il rientro al campo è previsto al tramonto e tempo permettendo saliremo sulla roccia che domina Mdluli per ammirare il calar del sole con una visuale a 360° gradi. Cena e pernottamento in tenda.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

5

Mdluli / Panorama Route / Dullstroom (Mpumalanga) (250 km)

Categoria Sistemazione Trattamento
Standard Critchley Hackle Pensione completa

Al mattino effettuiamo un ultimo safari, questa volta all'interno della concessione privata di Mdluli, parte integrante del Parco Kruger. Prima di avventurarci lungo la Panorama Route, se possibile, prevediamo una sosta nel piccolo villaggio di Makoko da cui proviene principalmente la comunità Mdluli. Qui comprenderemo ancor meglio il significato di turismo responsabile e quella bella sensazione di benessere per cui il Vostro viaggio è qualcosa di positivo per il loro futuro. Di seguito continuiamo le nostre visite nel cuore della provincia del Mpumalanga. Tutta questa regione si lascia apprezzare per i suoi paesaggi e non a caso la "Panorama Route" è divenuta uno dei percorsi più conosciuti anche a livello internazionale. Senza dubbio il fiore all'occhiello di questa giornata è il Blyde River Canyon. Il più grande canyon del Sudafrica e l'unico al mondo che si presenta totalmente vegetato, quindi con le pareti verdi. Molti lo considerano il terzo più grande del mondo dopo il Grand Canyon in Arizona e il Fish River Canyon in Namibia. Senza dubbio è spettacolare tanto quanto gli altri due. Visitiamo il punto panoramico di Three Rondavels (le tre capanne). Visitiamo anche le affascinanti formazioni geologiche di Bourke’s Luck Potholes, createsi dall’erosione fluviale. Non mancherà una sosta anche nel paesino di Graskop, famoso per la sua gola e per una bella cascata. Pranzo in corso di escursione. Arrivo nel pomeriggio nella località di Dullstroom nel cuore delle "Highlands", zona particolarmente cara ai pescatori alla mosca per i suoi tanti torrenti ricchi di trote. Sistemazione nelle camere riservate, cena e pernottamento.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

La Panorama Route si snoda dalla catena montuosa del Drakensberg fino al Parco Nazionale Kruger, toccando punti panoramici formidabili, come God’s Window, la “finestra di Dio” che offre una vista incomparabile, Bourke’s Luck Potholes, delle particolari formazioni rocciose a forma di cilindro, The Rondavels, rocce simili a coni, e ancora le cascate Berlin e Lisbon, il meraviglioso Blyde River Canyon, il terzo canyon più profondo al mondo e Pinnacle Rock, un blocco di quarzite di 30 metri di altezza in una gola verde.

Tra tanta natura c'è anche una cittadina famosa, Pilgrim’s Rest, villaggio – museo dedicato ai cercatori d'oro. La Panorama Route è ideale per chi ama lo sport attivo, con possibilità di scalate, canyoning, esplorazione di caverne, rafting, bungee jumping, percorsi con fuoristrada, equitazione, motociclismo, quad e un’infinità di sentieri di trekking.


6

Dullstroom / Johannesburg / Cape Town (250 km)

Categoria Sistemazione Trattamento
Standard AC Marriott Cape Town Waterfront Mezza pensione

Partenza di buon mattino verso l'aeroporto di Johannesburg dove arriviamo dopo circa 250 Km. Qui si conclude la prima parte del viaggio. Salutata la guida, si parte con volo di linea alla volta di Cape Town. A bordo sarà servito uno snack e bevande. Incontro con la nuova guida locale di lingua italiana e trasferimento in albergo: AC Marriott Cape Town Waterfront. L'hotel sorge ai bordi occidentali del vivace “Victoria & Alfred Waterfront”, la zona più bella e caratteristica della città. Lungo il trasferimento ammireremo orientativamente la città e condizioni atmosferiche permettendo tenteremo la risalita sulla vetta della Table Mountain, la montagna della Tavola, simbolo indiscusso della città, dalla cui sommità durante le giornate più limpide è possibile ammirare uno scenario di rara bellezza. Il biglietto della cabinovia non è incluso e sarà da pagare localmente in quanto questa risalita dipende sensibilmente dalle condizioni metereologiche. Qualora la cabinovia non sia aperta e durante il periodo della chiusura annuale per manutenzione, ci recheremo a Signal Hill, un altro punto panoramico che pur se più in basso offre un bel colpo d'occhio sulla città sottostante. Al termine trasferimento in hotel ed assegnazione delle camere. Cena e pernottamento.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Con la sua altezza di 1.086 metri, Table Mountain, ovvero la Montagna della Tavola è il simbolo e principale attrazione di Città del Capo e dalla sua cima si gode di una straordinaria veduta non solo sulla città sottostante e la sua baia, ma a 360°C in tutta la sua ampiezza, sulla Penisola del Capo. La sua particolarità è di essere una montagna piatta, sulla quale le nubi spesso ne avvolgono la cima, come una tovaglia, coerentemente con il suo nome. Una moderna cabinovia rotante, la Cableway, collega rapidamente, ogni mezz'ora, dall'alba al tramonto, la base alla sommità in pochi minuti. La vegetazione è composta dal fynbos, vegetazione molto vasta e varia, tipica del Capo: qui si trovano oltre 1470 tipi di piante, soprattutto protee, il fiore simbolo dell'area. mentre tra gli animali si trovano porcospini, manguste e il tipico roditore irace.

Table Mountain è entrata a far parte delle Nuove sette meraviglie naturali del mondo.


7

Cape Town: la penisola del Capo (150 km)

Categoria Sistemazione Trattamento
Standard AC Marriott Cape Town Waterfront Prima colazione e pranzo

Mezza pensione. Incontro con la guida di lingua italiana e partenza per una meravigliosa giornata dedicata alla visita della Penisola del Capo, un lembo di terra di rara bellezza che separa idealmente le fredde e tumultuose acque dell’Oceano Atlantico dalle più calde e miti acque dell’Oceano Indiano. Attraversando le aree residenziali di Cape Town quali Sea Point, Camps Bay e Llandudno si giunge nella splendida baia di Hout Bay. Qui è prevista una sosta per una breve escursione in barca (circa 30 minuti) per ammirare una nutrita colonia di otarie che hanno di fatto monopolizzato una serie di scogli appena fuori la baia. Questa visita può essere effettuata solo se le condizioni del mare sono favorevoli. Possibilità di acquistare qualche souvenir in una delle tante bancarelle presenti nel porto prima di proseguire verso la Riserva Naturale del Capo di Buona Speranza in un alternarsi di grandiosi paesaggi sino alla sommità di “Cape Point” per ammirare il luogo virtuale dell’incontro dei due oceani. Al termine proseguimento verso Simons Town, sede della Marina sudafricana, non prima di aver sostato presso un rinomato ristorante locale per un gustoso pranzo a base di pesce. Sulla spiaggia di Boulder (così chiamata per gli enormi massi granitici), tra villette sul mare e splendide spiagge, si potrà ammirare da pochi passi una simpatica colonia di pinguini. Rientro in hotel, via Muizenberg. Cena libera e pernottamento.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Il Capo di Buona Speranza, battezzato anche dagli antichi navigatori come il “Capo delle Tempeste”, per via della difficoltà a superarlo, dovuto all'impatto della fredda corrente oceanica del Benguela con l’aria calda e umida proveniente dall’Oceano Indiano, fu raggiunto per la prima volta dal navigatore portoghese Bartolomeo Diaz nel 1487, ma fu Vasco da Gama, nel 1497, a portare a termine per la prima volta il tragitto verso le Indie. Oggi l'area è Parco Nazionale che protegge la fynbos, la ricca vegetazione locale, tipica della Provincia del Capo Occidentale. Dal 2004 il parco è entrato a far parte dei beni dell'umanità protetti dall'UNESCO con il nome di Area protetta della Regione Floreale del Capo. Il punto più elevato è Cape Point, che si raggiunge in funicolare, è battezzato con il nome simbolico di Flying Dutchman, il vascello fantasma che solcava i mari senza meta.

 


8

Cape Town - giornata a disposizione con auto a noleggio

Categoria Sistemazione Trattamento
Standard AC Marriott Cape Town Waterfront Prima colazione

Prima colazione in hotel. Ritiro dell'auto noleggiata (tipo Ford Ecosport o similare) presso la filiale Europcar in città. La giornata sarà a Vostra completa disposizione per esplorare i bellissimi dintorni di Città del Capo. Consigliamo una visita della Regione dei Vigneti che offre paesaggi da cartolina. Anche da un punto di vista storico questa regione ha molto da dire a partire dai tanti edifici, perfettamente conservati, nel classico stile “Olandese Antico del Capo”, a ricordo della colonizzazione europea. Nella cittadina storica di Stellenbosch, il tempo sembra essersi fermato. Da visitare il Museo locale e da non mancare una degustazione dei rinomati vini sudafricani presso una delle aziende locali molto caratteristiche. Se il Vostro viaggio va da Giugno a Novembre consigliamo anche una visita ad Hermanus, grazioso villaggio sulla Walker Bay, di fronte all'Oceano Indiano. Questa località è considerata una delle più indicate per l’osservazione delle balene (osservabili sia da terra che dal mare). Questi enormi mammiferi, durante il periodo invernale, dall'Antartide raggiungono le coste Sudafricane alla ricerca di acque più miti per dare alla luce i piccoli prima di riaffrontare in estate la migrazione a Sud. Per chi lo desidera sarà anche possibile prenotare un'uscita in barca per un incontro ravvicinato con questi splendidi animali. Consigliamo acquistare quest'escursione in barca dall'Italia per avere la garanzia della disponibilità che durante il periodo di altissima stagione potrebbe scarseggiare. Rientro nel pomeriggio inoltrato in hotel e pernottamento.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

La zona dei vigneti per antonomasia in Sudafrica si trova nell'area sud ovest del paese, grazie alle ottime condizioni climatiche e del terreno per la viticoltura. Sono numerose le principali regioni di produzione, tutte facilmente raggiungibili da Città del Capo. Quest’area fu colonizzata nel ‘600 dagli ugonotti francesi, che portarono con sé la loro preziosa esperienza di viticultori. La maggior parte delle fattorie e delle tenute vinicole hanno nomi francesi. Le tre che fanno da padrone sono Stellenbosh e Paarl, famose per i vini rossi corposi, e Franschhoek per il Méthod Cap Classic, la bollicina sudafricana. Seguono a ruota Cape Point, Wellington e Tulbag Tygerberg, dove si producono Shiraz, Cabernet Sauvignon e Chardonnay.

Una regione molto bella anche da visitare, non soltanto per le infinite distese di vigneti ma anche per le cittadine, come Stellenbosch, famosa per la sua architettura in stile “Olandese del Capo” e per i viali alberati con le enormi querce.


9

Cape Town / Route 62 / Oudtshoorn (420 km)

Dopo la prima colazione iniziate il Vostro viaggio lungo la Garden Route che vi porterà in pochi giorni ad esplorare le principali bellezze naturalistiche della Provincia Occidentale e Orientale del Capo. Consigliamo oggi percorrere la bella Route 62 che si snoda in un susseguirsi di bei paesaggi tra scenografici passi montani e ampie vallate dove non è raro scorgere edifici che conservano il classico stile architettonico qui chiamato Cape Dutch. Attraversate le cittadine di Worcester, Robertston, Montague e Calitzdorp. Il paesaggio cambierà poi drasticamente sino a trasformarsi in un habitat semi-arido. Entrate così nella regione meglio conosciuta come Little Karoo e il cui villaggio di Oudtshoorn rappresenta uno dei siti urbani di maggior interesse. Questa cittadina visse momenti di puro splendore quando in Europa scoppiò la moda delle piume di struzzo utilizzate per confezionare cappellini e accessori di abbigliamento femminile. Fiorirono qui innumerevoli allevamenti di questi volatili e l’economia della regione registrò un’impennata considerevole. Le mode purtroppo cambiano ed Oudtshoorn dovette affrontare un lungo periodo di crisi. Recentemente però le cose sono cambiate. Gli struzzi si sono rivelati infatti una risorsa preziosa non solo per le loro piume ma anche per la carne, il cui tasso di colesterolo è tra i più bassi del regno animale, per le uova ed infine per la pelle per la produzione di scarpe, cinte e borse. Visitate uno di questi allevamenti per apprendere tante curiosità su questi particolari uccelli incapaci di volare. Pernottamento in hotel.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

La Route 62 è la strada per eccellenza per esplorare le bellezze naturalistiche della Provincia del Capo Occidentale (Western Cape), da Swellendam fino al piccolo centro di Oudtshoorn. Il percorso prende nome proprio dalla statale R62 che di fatto, dopo Montagu, diventa la porta d'ingresso all'arida regione del Little Karoo, non prima di aver attraversato degli spettacolari passi montani. Lungo il percorso si attraversano diversi villaggi quali Ladysmith che sorge ai piedi del Towerkop, che, secondo la leggenda, è una montagna magica popolata da fate. Meritano una visita anche le storiche missioni di Amalienstein e Zoar, mentre Calitzdorp è un'altra piccola città famosa per i suoi vini da dessert, le pitture rupestri dei San e le insolite colline rosse ricche di acque termali.


10

Oudtshoorn / Knysna (150 km)

Dopo la prima colazione vi consigliamo visitare le Grotte Cango prima di ritornare sulla costa attraversando il passo montano di Outeniqua per arrivare nella zona di Wilderness, sull'oceano. Sostate per un'opportunità fotografica delle bellissime spiagge di Wilderness dal 'lookout point' “Map of Africa” – tempo meterologico permettendo. Proseguimento verso la bella cittadina di Knysna rinomata per la sua laguna. Pernottamento.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

La Garden Route è una celebre strada panoramica che percorre un tratto della costa meridionale del Sudafrica. Coincide con la superstrada N2, che va da Città del Capo a Port Elizabeth, anche se si considera di solito il tratto centrale. Sulla Garden Route si trovano città come Mossel Bay, George, Wilderness, Knysna e Plettenberg Bay. La strada attraversa una regione con un mite clima mediterraneo, e si si snoda fra l'Oceano Indiano e i monti Outeniqua e Tsitsikamma. I rilievi sono coperti da una folta vegetazione e sono molto apprezzati dagli amanti del trekking e di altre attività di turismo naturalistico come il birdwatching. Anche le acque dell'Oceano sul lato sud della strada sono celebri per la loro vita marina: vi si trovano barriere coralline, delfini e otarie; ma soprattutto, la zona è nota per le balene che da luglio a dicembre visitano le numerose baie per partorire o allattare i piccoli. La Garden Route rappresenta una delle mete turistiche più importanti del paese.


11

Knysna / Tsitsikamma / Port Elizabeth (285 km)

Prima colazione in albergo (consigliamo molto presto) e partenza per Port Elizabeth attraverso Plettenberg bay e la foresta di Tsitsikamma. A Plettenberg Bay potrete valutare se fare un'escursione marina (tempo/mare permettendo). Qui l’enfasi è tutta sulla conservazione dei mammiferi marini della zona. Questa escursione è certificata 'Fair Trade Tourism' e durante il safari marino sarà possibile l'avvistamento di balene, delfini ed otarie a secondo del periodo. Proseguite per il Bloukrans Bridge per una opportunità fotografica, arrivando così nella foresta di Tsitsikamma sino al ponte a sospensione per poter godere delle viste mozzafiato della Storms River mouth. Arrivo a Port Elizabeth nel tardo pomeriggio. Pernottamento.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Plettenberg Bay è una delle mete più apprezzate lungo la Garden Route. Si trova a circa metà strada tra Knysna e il Parco Nazionale Tsitsikamma e si affaccia su una incantevole baia che fu battezzata Bahia Formosa dai primi esploratori portoghesi. Come tutti i centri di vacanza, offre molte attività ricreative, da uno dei più alti bungee jumping del mondo (216 metri) sul Bloukrans River al santuario degli elefanti. E naturalmente la possibilità di praticare whale-watching, per ammirare le balene franco-australi che da luglio a ottobre lambiscono le coste sudafricane.


12

Port Elizabeth / Italia (10 km)

Categoria Sistemazione Trattamento
Standard Prima colazione

Prima colazione. Rilascio dell'auto in aeroporto. Fine dei servizi. Rientro in Italia o verso la prossima destinazione con voli di linea.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

È l'aeroporto principale del Sudafrica, situato a Johannesburg e anche il più grande e affollato di tutta l'Africa. Porta il nome di Oliver Tambo, ex presidente dell'African National Congress. L'aeroporto è il centro commerciale della compagnia di bandiera South African Airways ed è stato fondato nel 1952. In quello stesso anno ha inaugurato l'era dei motori a getto, con il nuovo volo commerciale di un de Havilland Comet, decollato da Londra Heathrow per Johannesburg. Negli anni 70, è stato utilizzato come aeroporto di prova per i primi voli del Concorde, per determinare il comportamento del velivolo nelle fasi di decollo e di atterraggio.


13

Italia

Arrivo a destinazione in giornata.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Aggiungi un po' di relax con un soggiorno mare