DOVE
Dove vorresti andare
QUANDO
Quando vorresti partire
DURATA
Quanto vorresti star via
BUDGET
Qual'è il tuo budget
TEMA
Cosa cerchi nel tuo viaggio
STILE DI VIAGGIO
Scegli il tuo stile
Condividi:

African Feeling (cat. Silver)

Soggiorno nel Parco Kruger nel Glamping Mdluli Safari Camp
Durata 10 giorni, 7 notti
Natura
QUOTE A PARTIRE DA: Su richiesta
  • Il Diamante
  • Viaggio di nozze
  • QExperience

Descrizione del tour

Per scoprire la vera essenza del Sudafrica, lasciatevi ispirare dal nostro "African Feeling", un viaggio pensato per esaltare le bellezze e le atmosfere di questo incredibile paese, terra di grandi emozioni ! Il soggiorno lo prevediamo all'interno del Parco Kruger presso l'esclusivo Mdluli Safari Camp.

Luoghi visitati

Johannesburg, Hazyview, Panorama Route, Kruger, Parco Nazionale Kruger, Cape Town, Penisola del Capo

Paesi visitati



Itinerario Giornaliero

1

Italia / Johannesburg

Partenza dalla città prescelta con voli di linea via scalo internazionale. Pasti e pernottamento a bordo.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE


2

Johannesburg / Mpumalanga (390 km)

All'arrivo disbrigo delle formalità d'ingresso. Incontro con la guida/autista di lingua italiana e partenza in veicolo riservato per la provincia del Mpumalanga. Arrivo a destinazione nel pomeriggio inoltrato. Pernottamento.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Questa piccola cittadina nel cuore della Provincia del Mpumalanga sorge sulle rive del fiume Sabie, nel Lowveld, circondata da piantagioni di banane. La sua vicinanza al Parco Kruger (dista soltanto 12 chilometri da Phabeni Gate, uno degli ingressi al parco) la rende particolarmente interessante anche da un punto di vista turistico. I suoi sentieri naturalistici che attraversano incantevoli foreste con corsi d’acqua, sono molto apprezzati dagli appassionati di mountain bike. Base di partenza ideale per esplorare la Panorama Route, un percorso altamente paesaggistico di questa regione, che include la famosa God’s Window, Blyde River Canyon e Pilgrims Rest.


3

Panorama Route (160 km)

Splendida giornata interamente dedicata alla visita di questa ricca regione. Iniziamo al mattino le visite lungo la Panorama Route, un percorso altamente paesaggistico che si snoda nel cuore di questa provincia. Non mancherà una visita allo spettacolare Blyde River Canyon, da molti considerato il terzo al mondo in ordine di grandezza. Sono previste svariate tappe per apprezzare a pieno la bellezza di questi posti come Bourke's Luck Potholes con le sue pozze naturali scavate dall'erosione fluviale così come le gola di Graskop e svariate cascate. Al termine, nel pomeriggio inoltrato rientro in hotel. Pernottamento.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Bourke's Luck Potholes rappresenta un interessante esempio di erosione idrica che ha creato delle piscine scavate nella roccia, nel punto di incontro tra il fiume Blyde (tradotto significa “il fiume della gioia”) e il fiume Treur (“il fiume del dolore”). Nei millenni, l'acqua ha scavato vere e proprie piscine all’interno delle quali si sono depositate pagliuzze e pepite d’oro. La zona e le piscine prendono il nome da un cercatore d’oro: Tom Bourke, il quale, nonostante i numerosi tentativi, non trovò mai il grande filone aurifero oggetto delle sue ricerche. Successivamente però nell’area vennero trovati altri importanti filoni che fecero comunque la “fortuna” di Tom Bourke.


4

Mpumalanga / Parco Kruger (100 km)

Categoria Sistemazione Trattamento
Tour con guida in italiano (Silver) Mdluli Safari Camp Cena, pernottamento e prima colazione

Pensione completa. Dopo la prima colazione si procede verso il Parco Kruger completando, se necessario, le visite lungo la Panorama Route. Arrivo in Riserva in tempo utile per il pranzo (non incluso). Da questo momento in poi l'assistenza viene fornita dal personale del lodge (di lingua inglese). Nel pomeriggio primo entusiasmante safari in veicoli 4x4 aperti accompagnati da esperti ranger di lingua inglese all'interno del Parco Kruger. Il rientro è previsto dopo il tramonto, cena e pernottamento.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

È il parco per eccellenza del Sudafrica, e anche il più esteso, su un'area di circa 20.000 chilometri quadrati. Il Parco Nazionale Kruger misura 350 chilometri da nord a sud e 67 chilometri da est a ovest. Confina a ovest e a sud con le province sudafricane di Mpumalanga e Limpopo, a nord con lo Zimbabwe e a est il Mozambico e lo Swaziland. Il Kruger è entrato a far parte del Great Limpopo Transfrontier Park, con il Gonarezhou National Park in Zimbabwe e il Limpopo National Park in Mozambico e fa parte di "Kruger to Canyons Biosphere", dell'UNESCO. Fondato nel 1926 e aperto nel 1927, nel parco si possono vedere, oltre ai Big Five, molti altri mammiferi, come ghepardi, licaoni, zebre, giraffe, ippopotami, iene, antilopi e gnu. Si trovano anche 120 specie di rettili, serpenti, pesci e anfibi e oltre 500 di volatili. Negli anni Novanta furono rimosse le staccionate che delimitavano il parco, così gli animali sono stati liberi di muoversi nelle riserve private vicine.


5

Parco Kruger

Categoria Sistemazione Trattamento
Tour con guida in italiano (Silver) Mdluli Safari Camp Pensione completa

Pensione completa. Splendida giornata dedicata ad un safari dell'intera giornata nel Kruger sempre in veicoli 4x4 aperti accompagnati da esperti ranger. Prevediamo delle soste presso i rinomati "Rest Camp" del parco per rifocillarsi e pranzare. Questa giornata offrirà una bella occasione non solo per scorgere gli animali nel loro habitat naturale ma anche per ammirare i diversi paesaggi di questo splendido Parco Nazionale, il più rappresentativo del Sudafrica. Cena e pernottamento.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Una giornata in una riserva privata sudafricana è il fiore all'occhiello dell'ospitalità del paese. Il ritmo del giorno è scandito dalle stagioni a seconda dell’orario del sorgere del sole e del tramonto. La sveglia è prima del sorgere del sole e dopo una rapida colazione si parte per il primo safari del mattino (circa 2-3 ore) con una sosta per uno spuntino con bevande calde. Il resto della mattinata è a disposizione per relax o per una passeggiata naturalistica accompagnati dal ranger. Intorno alle 13.00, viene servito il pranzo. Dopo la “siesta” incontro verso le 15.30/16.00 per una tazza di té o caffè accompagnata da snack dolci e salati prima di iniziare il safari pomeridiano. All’ora del tramonto, aperitivo in aperta savana prima di proseguire con le torce elettriche alla ricerca degli animali con abitudini notturne. Si rientra al lodge per la cena, spesso all’aperto, sotto le stelle, nel classico “Boma”, un’area circolare recintata dove al centro viene acceso un grande falò.


6

Kruger / Kruger Mpumalanga Airport / Cape Town (50 km)

All’alba è previsto un ultimo safari. Dopo la prima colazione trasferimento in aeroporto (il servizio è organizzato dal Lodge con autista di lingua inglese). Partenza con volo di linea per Città del Capo. All'arrivo incontro con la guida/autista locale di lingua italiana e trasferimento in auto privata in hotel. Pernottamento.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Capitale legislativa del paese, Cape Town è la più bella e vivace metropoli del Sudafrica, ubicata in uno scenario unico al mondo tra la Table Mountain e la splendida baia, ed è chiamata anche "The Mother City", la prima città fondata dai coloni nel 1.652. Da non perdere, oltre al The Houses of Parliament, il Castle of Good Hope, il più antico palazzo del Sudafrica, costruito tra il 1666 e il 1679, sede del museo militare, il South African Museum con fossili e una galleria dedicata alle balene, e Robben Island con la sua ex-prigione trasformata in museo, dove per 27 anni fu recluso Nelson Mandela. Per lo shopping, il Green Market Square, con i prodotti d'artigianato locale, il mercatino del quartiere malese, St George's Mall, una strada piena di gioiellerie e di diamanti.

Da non perdere, il Victoria & Albert Waterfront, la zona del vecchio porto restituita al suo originario splendore, con ristoranti, bar, locali di musica dal vivo, centri commerciali e il grande acquario, Two Oceans.


7

Cape Town - la Penisola del Capo (150 km)

Intera giornata dedicata alla visita della bellissima Penisola del Capo, un lembo di terra che separa virtualmente le acque di due oceani e che riserva scenari di grande suggestione. Il tour attraversa le zone residenziali di Clifton e Camps Bay sino ad Hout Bay dove è inclusa un'escursione in barca appena fuori la baia per ammirare Duiker Island e le sue otarie del capo. Se aperta percorriamo poi una delle strade panoramiche più belle del Sudafrica: la Chapman's Peak Drive che ci condurrà nel cuore della Riserva Naturale del Capo di Buona Speranza. Si arriva in cima al vecchio faro di Cape Point (286 mt sul livello del mare) con una funicolare (biglietto incluso). Al termine pranzo a base di pesce, incluso, per poi procedere con la visita della simpatica colonia di pinguini di Boulders' Beach. L'ultima sosta è prevista ai Giardini Botanici di Kirstenbosch ai piedi della Table Mountain. Rientro in hotel nel pomeriggio inoltrato.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Il Capo di Buona Speranza, battezzato anche dagli antichi navigatori come il “Capo delle Tempeste”, per via della difficoltà a superarlo, dovuto all'impatto della fredda corrente oceanica del Benguela con l’aria calda e umida proveniente dall’Oceano Indiano, fu raggiunto per la prima volta dal navigatore portoghese Bartolomeo Diaz nel 1487, ma fu Vasco da Gama, nel 1497, a portare a termine per la prima volta il tragitto verso le Indie. Oggi l'area è Parco Nazionale che protegge la fynbos, la ricca vegetazione locale, tipica della Provincia del Capo Occidentale. Dal 2004 il parco è entrato a far parte dei beni dell'umanità protetti dall'UNESCO con il nome di Area protetta della Regione Floreale del Capo. Il punto più elevato è Cape Point, che si raggiunge in funicolare, è battezzato con il nome simbolico di Flying Dutchman, il vascello fantasma che solcava i mari senza meta.

 


8

Cape Town

Prima colazione. La giornata odierna è a disposizione per attività a carattere facoltativo e/o per shopping. Consigliamo, qualora le condizioni meteo fossero favorevoli, di prevedere la risalita in cabinovia della Table Mountain, dalla cui sommità, nelle giornate più limpide, si gode di un panorama incredibilmente bello. Per chi è affascinato dalle atmosfere romantiche, consigliamo una passeggiata nel grazioso villaggio di Stellenboch, nel cuore della regione dei vigneti, dove il tempo sembra essersi fermato. Qui tra splendidi esempi di architettura "Cape Dutch", Olandese antico del Capo, è possibile degustare i rinomati vini sudafricani. Per i nostri clienti più avventurosi ricordiamo che, poco distante da Cape Town, è possibile effettuare adrenaliniche immersioni in gabbia per avvistare il grande squalo bianco. Non è richiesta alcuna preparazione specifica da sub in quanto la gabbia viene calata a pochi centimetri sotto il livello del mare permettendo così questa incredibile esperienza praticamente a tutti. Se il Vostro viaggio si svolge da Luglio ad Ottobre, si potrebbe prendere in considerazione anche un'escursione al villaggio di Hermanus, uno dei siti più indicati per l'avvistamento delle balene che qui è possibile ammirare anche da terra. Per gli amanti dei paesaggi marini e della botanica, ricordiamo che Agosto e Settembre sono i mesi della fioritura che soprattutto nell'area della West Coast, a nord di Città del Capo, regala sublimi scenari da cartolina. Ricordiamo inoltre che nel Waterfront la scelta di negozi, ristoranti, musei è pressoché illimitata. Per godere dall'alto di un paesaggio strepitoso, consigliamo anche un sorvolo in elicottero sulla baia di Cape Town

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Hermanus si trova a circa 115 chilometri a sud-est di Città del Capo, e si affaccia direttamente sulla Walker Bay, una delle baie più famose per l'osservazione delle balene che durante l'inverno e la primavera (da luglio a novembre) si avvicinano alle coste sudafricane per partorire. Questa caratteristica ha fatto di Hermanus la capitale degli avvistamenti di balene in Sudafrica. Uscire in barca per il whale watching è un'esperienza emozionante, perché con salti, spruzzi e giri vorticosi di pinne e code, le balene danno vita a uno spettacolo unico, arrivando spesso in prossimità della costa. A Hermanus ogni anno si festeggia l'arrivo delle balene con l'Hermanus Whale Festival, un festival artistico e ambientale che coniuga natura, musica, sport, divertimento e relax.

E c'è una tradizione che è diventata attrazione turistica, il “whale crier”, una sorta di annunciatore di balene, che al primo avvistamento soffia con forza in un corno per segnalare il miglior punto di osservazione.


9

Cape Town / Italia (15 km)

Prima colazione. In giornata trasferimento privato in aeroporto con guida/autista di lingua italiana. Partenza per l'Italia o per la prossima destinazione del vostro viaggio. Pasti e pernottamento a bordo.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Il Victoria & Alfred Waterfront è il cuore storico del porto di Città del Capo, ed è uno dei posti più belli e visitati della città. Il Principe Alfredo, secondo figlio della regina Vittoria, iniziò la costruzione del porto nel 1860. Il primo bacino venne intitolato a lui e il secondo a sua madre, da qui il nome attuale. Oggi è una delle zone più "in" della città con tantissime opportunità di shopping e di svago, dalla ruota panoramica all'acquario "Two Oceans", Due Oceani. Il porto si avvale di una posizione spettacolare, incastonato tra la baia e la scenografica Table Mountain. Dal Nelson Mandela Gateway partono le imbarcazioni dirette a Robben Island. Non mancano raffinati ristoranti ma anche fast food e piccoli bar, locali dove si suona musica dal vivo, discoteche e negozi.


10

Italia

Arrivo a destinazione in giornata

MAPPA PUNTI DI INTERESSE


Media

Benvenuti a Cape Town
Safari in Sudafrica

Aggiungi un po' di relax con un soggiorno mare