DOVE
Dove vorresti andare
QUANDO
Quando vorresti partire
DURATA
Quanto vorresti star via
BUDGET
Qual'è il tuo budget
TEMA
Cosa cerchi nel tuo viaggio
STILE DI VIAGGIO
Scegli il tuo stile
Condividi:

NAPOLI E IL MIGLIO D'ORO

Durata 4 giorni, 3 notti
QUOTE A PARTIRE DA: Su richiesta
  • Italyscape

Descrizione del tour

L’eleganza barocca dell’epoca borbonica si svela tra le ville Vesuviane del Miglio d’Oro, residenze estive dell’aristocrazia incastonate alle pendici del Vesuvio e affacciate sui panorami del golfo, e i fasti dell’età imperiale e del neoclassicismo sono celebrati da Villa Poppea e Villa Pignatelli. Gli antichi saperi dell’arte napoletana rivelano i loro segreti: dalla tradizione sartoriale campana, all’antica arte dei presepi narrata dal maestro del pastore, fino alle creazioni in corallo dell’azienda Ascione di Torre del Greco.

Luoghi visitati

Museo del Tessile e dell’Abbigliamento Elena Aldobrandini, Oplontis: villa Poppea, Villa Campolieto, Villa delle Ginestre, Atelier presepi, Museo del Corallo Ascione, Cappella Sansevero, Villa Pignatelli, Teatro San Carlo

Paesi visitati



Itinerario Giornaliero

1

NAPOLI

Categoria Sistemazione Trattamento
4 stelle Grand Hotel Santa Lucia Cena e pernottamento

Nel primo pomeriggio, incontro con la guida locale e inizio di un entusiasmante itinerario sulle tracce della saga dei Bastardi di Pizzofalcone, romanzo giallo dello scrittore Maurizio De Giovanni. Passeggiata a Pizzofalcone, attraverso i luoghi più significativi come Via Chiaia, l’ascensore per Via Monte di Dio, la Basilica di Santa Maria agli Angeli, via Egiziaca e la chiesa omonima, fino all’affaccio dalla terrazza di Pizzofalcone. Sosta per uno spuntino in una tipica salumeria con meravigliose decorazioni liberty in direzione dei Quartieri Spagnoli, fino alla stazione della metropolitana Toledo, secondo il quotidiano «The Daily Telegraph», la stazione della metropolitana più bella d’Europa. Passeggiata fino al Museo del Tessile e dell’Abbigliamento Elena Aldobrandini della Fondazione Mondragone.Rientro in hotel, check-in e sistemazione nelle camere. Cena di benvenuto e pernottamento.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Il complesso monumentale si pone come centro permanente di alta cultura per la promozione e valorizzazione dell’arte e della produzione tessile antica e contemporanea in Campania, nonché della sua tradizione sartoriale conosciuta a livello internazionale. Particolarmente interessante è la Sezione Abbigliamento, frutto di generose donazioni da parte di grandi famiglie aristocratiche napoletane e di note sartorie, tra cui la più considerevole per quantità e qualità dei capi è la sartoria Sarli.


2

IL MIGLIO D'ORO

Categoria Sistemazione Trattamento
4 stelle Grand Hotel Santa Lucia Colazione, pranzo

Prima colazione in hotel. La giornata sarà dedicata alle ville del Miglio d’Oro, un tratto di strada che si estende da Portici a Torre Annunziata, fiancheggiato da Ville straordinarie. L’aristocrazia napoletana cominciò a costruirle nel ‘700 per imitare re Carlo di Borbone. che si era fatto edificare a Portici un magnifico Palazzo. Nacque così uno dei patrimoni architettonici e storici più importanti dell’area, il Miglio D’Oro delle Ville Vesuviane. Meta di villeggiatura dell’aristocrazia borbonica, le Ville vesuviane, ben 121, furono costruite con gusto scenografico e rivolte verso i panorami del golfo. Nella maggioranza dei casi presentavano parchi spettacolari, ornati con chioschi, boschetti, fontane, panchine, laghetti, orti e busti di marmo; talvolta avevano giardini aromatici, arricchiti di essenze mediterranee ed esotiche alquanto rare, ad imitazione di quanto accadeva per la Reggia di Portici. Visite a Villa Campolieto, al parco sul mare di Villa Favorita. Sosta per il pranzo a Villa Signorini. Prosecuzione pomeridiana delle visite con villa delle Ginestre, abitata da Leopardi al termine della sua vita, e visita al sito archeologico Oplontis di Torre Annunziata e a villa Poppea. Rientro a Napoli, cena libera e pernottamento in hotel.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Il sito archeologico di Oplontis, situato nel centro della moderna città di Torre Annunziata. Il nome Oplontis è attestato unicamente nella Tabula Peutingeriana, copia medioevale di un’antica mappa relativa alle strade esistenti in Italia all'epoca dell'Impero Romano. E’ stata attribuita ad Oplontis una serie di rinvenimenti archeologici, che in realtà sono di pertinenza di una zona suburbana di Pompei: una villa residenziale, la villa di «Poppea», una villa rustica attribuita a L. Crassius Tertius e una struttura termale presso l' Oncino, attribuito al console M. Crassus Frugi. Il monumento principale, nonché unico visitabile, è la villa di Poppea, grandiosa costruzione residenziale della metà del I secolo a.C., ampliata in età imperiale, in corso di restauro al momento dell'eruzione.


3

NAPOLI

Categoria Sistemazione Trattamento
4 stelle Grand Hotel Santa Lucia Prima colazione e cena

Prima colazione in hotel. La giornata inizia con la visita di un Atelier di Presepi, nel cuore del centro storico della città dove si concentrano la maggior parte delle attività legate alla creazione dei presepi e dei pastori napoletani. Si prosegue con la visita guidata della celebre Cappella di Sansevero, attigua al Palazzo dei Principi di San Severo, uno dei luoghi più rinomati di Napoli che ospita, fra i vari capolavori, il Cristo velato di Giuseppe Sanmartino. Tempo per il pranzo libero. Nel primo pomeriggio, visita guidata privata del Museo del Corallo Ascione, che attraverso l’esposizione di documenti originali e delle creazioni più significative, ripercorre la storia dell’azienda di Torre del Greco dall’Ottocento fino al moderno e al contemporaneo. Tempo libero a disposizione, cena di arrivederci e pernottamento in hotel.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Ad accoglierci sarà un maestro del pastore in terracotta, proprio della tradizione napoletana, raccontandoci di come questa antica arte sia stata tramandata di generazione in generazione, per modellare la materia con grande maestria e creare pastori, «scenette», particolari di famosi presepi rielaborati. Un vero e proprio viaggio nella preziosità della tradizionale arte del Presepe devozionale.


4

NAPOLI

Categoria Sistemazione Trattamento
4 stelle Pernottamento e prima colazione

Prima colazione in hotel e check-out. Incontro con la guida locale e visita di Villa Pignatelli, raro esempio di casa-museo donata nel 1955 allo Stato dalla principessa Rosina Pignatelli e dedicata a Diego Aragona Pignatelli Cortes. Proseguimento con la visita di uno dei teatri più noti e prestigiosi al mondo, il Teatro San Carlo, inserito oggi dall’Unesco tra i monumenti considerati Patrimonio dell’Umanità. Rientro in hotel, tempo per recuperare i bagagli e rientro autonomo nei luoghi d’origine.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

La dimora è legata al gusto e al prestigio delle famiglie aristocratiche che l’hanno abitata: gli Acton, i Rothschild e i Pignatelli. La Villa, armonioso ed elegante modello dell’architettura neoclassica napoletana, è stata progettata da Pietro Valente nel 1826. Ancora oggi, tutti gli arredi, i suppellettili, i bronzetti e le porcellane di diverse manifatture raccolte nel Museo mantengono la loro collocazione originaria nelle stanze, e mostrano chiaramente l’interesse collezionistico dei Pignatelli per le arti applicate. In un padiglione nella parte settentrionale del giardino di Villa Pignatelli sorge il Museo delle Carrozze, intitolato al marchese Mario d’Alessandro di Civitanova, allestito in alcuni ambienti già adibiti a scuderie e rimesse, collocati al piano terra della Palazzina Rothschild.


Aggiungi un po' di relax con un soggiorno mare

Il Quality Group

Notice: Undefined index: media in /usr1/www/html/qualitygroupv4/App/controller/TourController.php on line 523 Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /usr1/www/html/qualitygroupv4/App/controller/TourController.php on line 523