DOVE
Dove vorresti andare
QUANDO
Quando vorresti partire
DURATA
Quanto vorresti star via
BUDGET
Qual'è il tuo budget
TEMA
Cosa cerchi nel tuo viaggio
STILE DI VIAGGIO
Scegli il tuo stile
Condividi:

UDINE E I BORGHI DEL FRIULI VENEZIA GIULIA

Durata 7 giorni, 6 notti
Arte e Architettura
QUOTE A PARTIRE DA: 865
  • Italyscape

Descrizione del tour

Terra di meraviglie e singolarità

“Il primo Friuli è tutto pianura e cielo. Poi si infittiscono le rogge, le file dei gelsi, i boschetti di sambuchi, di saggine, lungo le prodaie. I casolari si fanno meno rosei, sui cortili spazzati come per una festa, coi fienili tra le cui colonne il fieno si gonfia duro e immoto. Ma è specialmente l’odore a essere diverso. Odore di terra romanza, di area marginale. Sulla dolcezza dell’Italia moderna c’è come il rigido, fresco riflesso di un’Italia alpestre dal sapore neolatino ancora stupendamente recente”
(Pierpaolo Pasolini)

Luoghi visitati

Udine, Fagagna, Cividale del Friuli, Grotta di San Giovanni d'Antro, Oslavia, Gradisca d'Isonzo, Spilimbergo, San Daniele del Friuli, Venzone, Gemona del Friuli, Villa Manin di Passariano

Paesi visitati



Itinerario Giornaliero

1

ARRIVO - UDINE

Categoria Sistemazione Trattamento
3 stelle Udine Pernottamento

Nel primo pomeriggio incontro dei partecipanti con la guida locale in hotel a Udine, presentazione del viaggio e passeggiata guidata per le vie del centro storico. Visita della cittadina, con piazze dal fascino veneziano e antichi palazzi: da piazza Libertà, definita “la più bella piazza veneziana sulla terraferma”, a piazza Matteotti (o delle Erbe), che, tutta contornata da portici, appare come un salotto a cielo aperto, si osserva la carrellata di antichi e colorati palazzi che ne annunciano lo spirito. Nel Settecento fu la città di Giambattista Tiepolo che qui raggiunse la sua maturità artistica: si ammireranno i suoi capolavori nelle Gallerie del Tiepolo, all’interno del Palazzo Patriarcale, nel Duomo, nella chiesa della Purità. Cena libera e pernottamento.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Da piazza Libertà a piazza Matteotti (o delle Erbe), un salotto a cielo aperto contornato da portici,  si osserva la carrellata di antichi e colorati palazzi che annunciano lo spirito di Udine. La centrale Piazza Libertà, definita “la più bella piazza veneziana sulla terraferma”,è sede di edifici rinascimentali, tra cui la Loggia del Lionello in marmoe la torre dell'orologio. Udine fu la città di Giambattista Tiepolo, che qui raggiunse la sua maturità artistica; i suoi capolavori sono conservati nelle Gallerie del Tiepolo, all’interno del Palazzo Patriarcale e nel Duomo in stile barocco, che accoglie un museo di arti decorative religiose.


2

UDINE (40 km)

Categoria Sistemazione Trattamento
3 stelle Udine Pernottamento e prima colazione

Prima colazione in hotel. Al mattino, visita di un’antica fonderia per la produzione e il restauro di campane. L’azienda è punto di riferimento di numerosissime diocesi non solo regionale da molte generazioni. A seguire, trasferimento a Fagagna, parte del circuito dei “borghi più belli d’Italia”. Dopo una passeggiata nel centro storico, visita di un caseificio per la produzione del tipico formaggio “Fagagna”, uno dei più noti e diffusi in regione. Rientro a Udine per un pomeriggio libero e pernottamento.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

La cittadina di Fagagna fa parte del circuito de I Borghi più Belli d’Italia. E' famosa per la produzione dell'omonimo formaggio, uno dei più noti e diffusi in regione prodotto con latte crudo e dall'inconfondibile gusto di erbette, e per l'arte del merletto. Il comune è suddiviso in quattro borgate, che ogni prima domenica di settembre da 125 anni si sfidano in un palio ("Corse dai Mus", la Corsa degli Asini).


3

CIVIDALE - VALLI DEL NATISONE (70 km)

Categoria Sistemazione Trattamento
3 stelle Oslavia Pernottamento e prima colazione

Prima colazione in hotel e check-out. Al mattino, partenza per Cividale del Friuli. Attraversata dal fiume Natisone, Cividale coniuga l’essenza e le caratteristiche del borgo raccolto e raffinato al frizzante spirito cittadino: Bandiera Arancione del Touring Club Italiano, culturalmente vivace e proiettata al futuro, eppur legata alle proprie tradizioni e alla sua storia, accoglie con i suoi preziosi gioielli, Patrimonio Mondiale dell’Umanità UNESCO: il Monastero di S. Maria in Valle, il Tempietto Longobardo, il Museo Cristiano e quello Archeologico. Passeggiata attraverso le suggestive strade del centro per contemplare il Natisone dal Ponte del Diavolo e gli incantevoli paesaggi che la circondano. Tempo per il pranzo libero e proseguimento verso le splendide e incontaminate Valli del Natisone. Un angolo verde, custode delle tradizioni e del patrimonio linguistico e culturale di un’antica popolazione slava, integrata con la cultura friulana. Visita della Grotta di San Giovanni d’Antro, chiesa cinquecentesca interamente scolpita nella roccia, che svela l’antica leggenda della Regina longobarda Teodolinda. Al termine, proseguimento verso la regione vinicola del Collio friulano, check-in e pernottamento.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Cividale fu fondata da Giulio Cesare con il nome di Forum Iulii e successivamente fusede del primo ducato longobardo in Italia e residenza dei Patriarchi di Aquileia. Il borgo attraversato dal fiume Natisone è stato insignito del titolo di Bandiera Arancione del Touring Club Italiano. Cividale è una cittadina culturalmente vivace con diverse realtà Patrimonio Mondiale dell’Umanità UNESCO: il Monastero di S. Maria in Valle, il Tempietto Longobardo, il Museo Cristiano e quello Archeologico, con gli antichi corredi delle necropoli cittadine. 


4

COLLIO - OSLAVIA - GRADISCA D'ISONZO (55 km)

Categoria Sistemazione Trattamento
3 stelle Oslavia Pernottamento e prima colazione

Prima colazione in hotel, e incontro con la guida alla scoperta del Collio friulano. Qui convivono culture, lingue e tradizioni differenti: in questa terra di confine si trovano infatti elementi friulani, sloveni e austriaci. Ma qui convivono anche dolci colline e boschi con castelli, borghi e aziende vitivinicole. Visita di Oslavia, una piccola frazione di Gorizia. Merita una visita il celebre Ossario che raccoglie le spoglie dei soldati caduti nel corso della Prima Guerra Mondiale. I due torrioni circolari e la scalinata incorniciata da altissimi cipressi lo rendono un monumento possente e solenne. Continuazione per il borgo fortificato di Gradisca d’Isonzo, tra i “borghi più belli d’Italia”, un vero e proprio museo a cielo aperto in cui convivono felicemente quattro periodi storici: il Quattrocento veneto, il Seicento austriaco, l’Ottocento asburgico e il Novecento italiano. Nel pomeriggio, visita di una delle più rinomate cantine vitivinicole della Regione, con degustazione di vini autoctoni. Resto della giornata libero.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Oslavia, piccola frazione di Gorizia, si trova nella zona del Collio friulano in cui convivono culture e tradizioni friulane, slovene e austriache. Merita una visita il celebre Ossario sulla sommità del Monte Calvario. Le sue quattro possenti torri custodiscono le spoglie dei soldati locali, caduti nel corso della Prima Guerra Mondiale, in un intreccio di tunnel e cripte sotterranee. 


5

SPILIMBERGO - SAN DANIELE DEL FRIULI (100 km)

Categoria Sistemazione Trattamento
3 stelle San Daniele del Friuli Pernottamento e prima colazione

Prima colazione in hotel e check-out. Partenza per partenza per Spilimbergo, una fra le più belle e interessanti città d'arte del Friuli-Venezia Giulia, situata sulla sponda del fiume Tagliamento. Borgo di antiche origini, si sviluppò soprattutto durante il Medioevo e il Rinascimento. Passeggiata guidata per il centro urbano, che conserva l’originale impianto medievale. A seguire visita della Scuola dei Mosaicisti del Friuli, unica nel suo genere insieme a quella di Ravenna, per osservare gli artisti all’opera. Proseguimento per San Daniele del Friuli, per una passeggiata guidata tra antiche dimore, il Palazzo Comunale e la Loggia, la Casa del Trecento, il Portonàt del Palladio e la Chiesa di Sant’Antonio Abate di gusto gotico veneziano, celebre per gli affreschi cinquecenteschi di Pellegrino da San Daniele. Dopo il pranzo libero, check-in in agriturismo e nel pomeriggio visita di un prosciuttificio che produce il celebre prosciutto di San Daniele DOP, seguita da una degustazione. Rientro in agriturismo e pernottamento.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Sulla sponda del fiume Tagliamento si trova Spilimbergo, fra le più belle e interessanti città d'arte del Friuli-Venezia Giulia. Il borgo di antiche origini si sviluppò soprattutto durante il Medioevo, di cui vediamo tracce nell'impianto urbano, e nel Rinascimento. Spilimbergo è infatti sede della prestigiosa Scuola Mosaicisti del Friuli, fondata nel 1922 e nota a livello internazionale per insegnare la tecnica musiva romana, bizantina e moderna.


6

VENZONE - GEMONA (55 km)

Categoria Sistemazione Trattamento
3 stelle San Daniele del Friuli Pernottamento e prima colazione

Dopo la prima colazione, trasferimento a Venzone, ai piedi del massiccio carnico, dichiarata Monumento nazionale. Passeggiata nel centro cinto da mura tra storici palazzi del ‘500, il medievale Palazzo del Comune, sino al Duomo di Sant’Andrea Apostolo, eretto nel 1308 su una preesistente chiesa, distrutto nel 1976 dal terremoto e ricostruito per anastilosi. La vicina Cappella di San Michele custodisce le note Mummie di Venzone (sec. XIV-XIX), tra cui è il nobile Marpillero. Proseguimento fino ai suggestivi ruderi della Chiesa di San Giovanni Battista, dove il tempo si è fermato all’epoca del terremoto. Trasferimento a Gemona del Friuli, borgo dal fascino medievale in parte costruito sulla roccia, ricco di tesori a iniziare dal Duomo di Santa Maria Assunta, eretto su preesistenti chiese a fine ‘200, come l’attiguo campanile. La facciata vanta capolavori scultorei del ‘300: l’enorme San Cristoforo, la galleria dell’Epifania e rosoni veneziani. Nel suggestivo interno sono la preziosa ancona dorata (1391) e un raro Vesperbild del ‘400. Pomeriggio a disposizione per visite in autonomia.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Ai piedi del massiccio carnico, il centro storico di Venzone fu raso al suolo dal terremoto del 1976 e ricostruito così come era nel Trecento, data di sua fondazione. Il borgo rappresenta uno dei più straordinari esempi di restauro in campo architettonico ed artistico e l'unico esempio regionale di cittadina fortificata ad oggi. Eletta "Borgo dei Borghi 2017", ospita storici palazzi del ‘500, il Duomo di Sant’Andrea Apostolo e la vicina Cappella di San Michele, con le note Mummie di Venzone 


7

VILLA MANIN (30 km)

Categoria Sistemazione Trattamento
3 stelle Prima colazione

Prima colazione in hotel e check-out. Il viaggio termina con la visita libera della settecentesca Villa Manin di Passiariano, costruita dalla famiglia Manin, una delle più importanti e ricche dinastie della Repubblica di San Marco con l’obiettivo di collegare i traffici che provenivano per via d’acqua dalla laguna di Venezia e dall’Alto Adriatico con quelli che provenivano dall’Europa centrale. Oggi rappresenta uno dei più alti esempi di Villa Veneta e un importante centro culturale che ospita mostre ed eventi di respiro internazionale. ESTENSIONE MONTAGNA SU RICHIESTA.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

La settecentesca Villa Manin di Passiariano fu costruita da una delle più importanti e ricche dinastie della Repubblica di San Marco. La famiglia Manin voleva collegare i traffici commerciali via d’acqua dalla laguna di Venezia e dall’Alto Adriatico con quelli i flussi dell’Europa centrale. Fu la dimora dell'ultimo doge di Venezia, Ludovico Manin. Nel 1797 fu abitata per circa due mesi Napoleone Bonaparte e i suoi saloni ospitarono numerosi colloqui per la stipula del Trattato di Campoformio fra Francia e Austria. Oggi è inserita nel circuito delle Ville Venete e rappresenta un importante centro culturale con mostre ed eventi di respiro internazionale.


Aggiungi un po' di relax con un soggiorno mare