DOVE
Dove vorresti andare
QUANDO
Quando vorresti partire
DURATA
Quanto vorresti star via
BUDGET
Qual'è il tuo budget
TEMA
Cosa cerchi nel tuo viaggio
STILE DI VIAGGIO
Scegli il tuo stile
Condividi:

Israele - La via dell'incenso

Durata 8 giorni, 7 notti
QUOTE A PARTIRE DA: 2320
  • Mistral Tour
  • Viaggi del Club

Descrizione del tour

Il tour ripercorre un tratto dell’antica via dell’Incenso dei Nabatei, con visita della regione del Negev e finale a Gerusalemme e nel Territori Palestinesi.

Luoghi visitati

Tel Aviv, Beersheva, Gerusalemme, Ramallah

Paesi visitati



Itinerario Giornaliero

1

Italia/Tel Aviv

Categoria Sistemazione Trattamento
Standard Hotel catena Atlas o similare

Partenza con volo di linea. Arrivo a Tel Aviv, trasferimento in città e sistemazione nelle camere riservate. Cena libera e pernottamento

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Considerato il centro economico di Israele, Tel Aviv, in ebraico letteralmente “collina della primavera”, è la città israeliana più grande e popolosa, ed è situata sulla costa del Mar Mediterraneo. fFondata nel 1909 da un gruppo di residenti della vicina città di Giaffa e prende il nome da un passo della Bibbia in cui il profeta Ezechiele parla della “collina della primavera” come luogo in cui gli ebrei trovano finalmente dimora. 

 

A Tel Aviv hanno sede la maggior parte delle ambasciate straniere dei paesi che intrattengono delle relazioni diplomatiche con Israele, anche se la Santa Sede ha la sua “nunziatura apostolica” presso Giaffa.

 

Riconosciuta dall’UNESCO nel 2004 come “patrimonio dell’umanità”, Tel Aviv è anche chiamata ‘Sin City’ vista la grande quantità di locali notturni presenti in città.

Tra i luoghi d’interesse che meritano di essere visitati ci sono alcuni quartieri della città, ad esempio il Mercato Carmel e il quartiere Yemenita, oltre alle sue famose spiagge


2

Tel Aviv/Negev

Categoria Sistemazione Trattamento
Standard Leonardo Negev o sim.

Prima colazione. Partenza verso la regione del Negev. Escursione al cratere di Makhtesh Ramon, uno dei più grandi al mondo e situato al culmine delle alture del Negev. Dopo una sosta alla cittadina di Mitzpe Ramon si continua per il sito nabateo di Avdat. Seconda colazione libera. Nel pomeriggio visita del sito archeologico bizantino di Shivta. Arrivo e sistemazione in hotel. Cena e pernottamento.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE


3

Negev/Gerusalemme

Categoria Sistemazione Trattamento
Standard Grand Court 4* o sim.

Prima colazione. Partenza per Masada, nel deserto di Giuda: visita della fortezza degli Zeloti espugnata dai Romani nel 73 d.C. Dopo una breve sosta al Mar Morto si prosegue con la visita al monastero ortodosso di S. Gerasimo. Seconda colazione libera. Arrivo a Gerusalemme. Cena e pernottamento.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Masada è un'antica fortezza costruita a picco su una rocca a 400 metri di altitudine nel bel mezzo del deserto di Giuda da cui si scorge una magnifica vista sul Mar Morto. Era circondata da mura alte cinque metri, con una quarantina di torri alte più di 20 metri e considerata una fortezza inespugnabile per via della particolare conformazione del territorio. L'unico punto d'accesso a Masada era l’impervio Sentiero del serpente, così chiamato per via dei tornanti che lo rendevano difficoltoso per la cavalleria. Masada è Patrimonio UNESCO.

La fortezza è passata alla storia per l'assedio dell'esercito romano durante la prima guerra giudaica. Nel 66 a.C., Masada era stata conquistata da un migliaio di Sicarii che vi si insediarono con donne e bambini. L'esercito Romano, guidato da Lucio Flavio Silva, assediò la città dei ribelli arroccati nella fortezza ma gli abitanti, pur di non farsi catturare, si suicidarono in massa. Quando i Romani entrarono nella cittadella, trovarono solo cadaveri.


4

Gerusalemme

Categoria Sistemazione Trattamento
Standard Grand Court 4* o sim.

Prima colazione. Intera giornata dedicata alla visita della città. La giornata inizia con la visita della “Spianata delle Moschee”, il luogo ove sorgeva il tempio di Salomone distrutto dai Romani, con le Moschee di El Aqsa e della Cupola della Roccia (visita soggetta ad autorizzazione e riconferma in loco); si continua con la sosta al Muro del Pianto, parte del quale fu fatto costruire da Erode il Grande nel 20 a.C. per contenere l’interramento sul quale sorgeva il complesso del secondo Tempio. Nel 70 d.C. i Romani distrussero il Tempio ma secondo i testi rabbinici la shechina (presenza divina) non ha mai abbandonato il muro; peraltro esso è ritenuto il più sacro di tutti i siti ebraici. Si prosegue con il giro della città vecchia, un luogo straordinario e carico di suggestioni, percorrendo i quattro quartieri in cui è divisa: armeno, ebraico, arabo e cristiano. Il quartiere armeno è costituito da una comunità molto chiusa e ha scuole, una biblioteca, un seminario e quartieri residenziali, tutto nascosto dietro alte mura. Le porte di questa città dentro la città vengono chiuse ogni sera. Il quartiere ebraico, che corrisponde approssimativamente all’area a sud di Bab as-Silsila e a est di Habab St, è una zona che si riconosce subito grazie alle pietre levigate, ai margini netti e precisi. Il quartiere arabo è la zona più brulicante e più densamente popolata della Città Vecchia e la troverete assolutamente affascinante. Il quartiere cristiano è dominato dal forte richiamo esercitato dal Santo Sepolcro; questo quartiere ospita chiese, monasteri e altre istituzioni religiose appartenenti a più di 20 sette cristiane diverse. Si visiterà la chiesa del S.Sepolcro che secondo le credenze sorge nel luogo autentico della crocifissione, sepoltura e resurrezione di Cristo. Passeggiata lungo la Via Dolorosa, e delle stazioni della "Via Crucis" che si snodano prima nel quartiere musulmano e poi in quello cristiano. La giornata si conclude con una passeggiata sulle mura della città vecchia ed al Monte Sion Seconda colazione libera. Cena e pernottamento. NOTA BENE: in considerazione del grande afflusso di turisti e pellegrini all’interno della chiesa del Santo Sepolcro, l’ingresso all’edicola che custodisce la tomba di Gesù potrebbe essere non visitabile per le lunghissime attese e per non pregiudicare le successive visite previste nella giornata.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Tra le strade di Gerusalemme si snoda il percorso della Via Dolorosa, la via che percorse Gesù per arrivare al luogo della sua crocifissione, portando con sé la croce. Il percorso, in gran parte in salita, parte dalla Chiesa della Flagellazione, sul lato settentrionale della Spianata delle moschee, vicino al Muro del Pianto, dove Gesù fu giudicato e condannato a morte da Ponzio Pilato, e raggiunge la Basilica del Santo Sepolcro, che ingloba il Calvario e il sepolcro di Gesù. Lungo questa via si trovano numerose cappelle, corrispondenti alle tradizionali stazioni della Via Crucis.

Oggi la Via Dolorosa si trova interamente all'interno delle mura della Città Vecchia di Gerusalemme; al tempo di Gesù, invece, la cinta muraria seguiva un altro percorso e questa via terminava dunque al di fuori della città, infatti, le esecuzioni capitali si svolgevano sempre all'esterno dei luoghi abitati.


5

Gerusalemme/Ramallah

Categoria Sistemazione Trattamento
Standard Carmel Hotel o sim.

Prima colazione. In mattinata visita del Museo d’Israele, al cui interno sono esposti, tra gli altri, i famosi “Rotoli del Mar Morto” trovati a Qumran. Si prosegue con la visita del celebre mercato di Mahane Yehuda. Seconda colazione libera. Nel pomeriggio ingresso nei Territori Palestinesi: visita degli scavi archeologici dell’Herodion e arrivo a Betlemme, con sosta per la visita della Basilica della Natività costruita sulla grotta dove nacque Gesù. Dopo la visita si potranno ammirare i “murales” e le opere della “street art” di Banksy esposte nel museo dedicato all’artista inglese. Sistemazione in hotel a Ramallah, cena e pernottamento.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE


6

Ramallah/Telaviv

Categoria Sistemazione Trattamento
Standard Atlas Hotel o sim.

Prima colazione. In mattinata visita della città e del Museo. Partenza alla volta di Nablus ed al vicino villaggio di Sebastia, la probabile antica città di Samaria: i numerosi resti risalgono a diversi periodi, sino all’Età del Ferro; visita di una chiesa risalente al periodo crociato e trasformata in moschea. Tempo permettendo, sosta a Nablus per la visita di un laboratorio artigianale dove si produce il sapone. Sosta in una casa tradizionale per una cooking class dedicata alla cucina mediorientale, con brunch incluso. Nel pomeriggio si continua con la visita dell’antichissima chiesa di Burqin, dedicata al culto ortodosso di S. Giorgio. Arrivo a Telaviv e sistemazione in hotel. Cena e pernottamento.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Considerato il centro economico di Israele, Tel Aviv, in ebraico letteralmente “collina della primavera”, è la città israeliana più grande e popolosa, ed è situata sulla costa del Mar Mediterraneo. fFondata nel 1909 da un gruppo di residenti della vicina città di Giaffa e prende il nome da un passo della Bibbia in cui il profeta Ezechiele parla della “collina della primavera” come luogo in cui gli ebrei trovano finalmente dimora. 

 

A Tel Aviv hanno sede la maggior parte delle ambasciate straniere dei paesi che intrattengono delle relazioni diplomatiche con Israele, anche se la Santa Sede ha la sua “nunziatura apostolica” presso Giaffa.

 

Riconosciuta dall’UNESCO nel 2004 come “patrimonio dell’umanità”, Tel Aviv è anche chiamata ‘Sin City’ vista la grande quantità di locali notturni presenti in città.

Tra i luoghi d’interesse che meritano di essere visitati ci sono alcuni quartieri della città, ad esempio il Mercato Carmel e il quartiere Yemenita, oltre alle sue famose spiagge


7

Telaviv

Categoria Sistemazione Trattamento
Standard Atlas Hotel o sim.

Giornata a disposizione per relax o visite individuali. Cena e pernottamento.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Considerato il centro economico di Israele, Tel Aviv, in ebraico letteralmente “collina della primavera”, è la città israeliana più grande e popolosa, ed è situata sulla costa del Mar Mediterraneo. fFondata nel 1909 da un gruppo di residenti della vicina città di Giaffa e prende il nome da un passo della Bibbia in cui il profeta Ezechiele parla della “collina della primavera” come luogo in cui gli ebrei trovano finalmente dimora. 

 

A Tel Aviv hanno sede la maggior parte delle ambasciate straniere dei paesi che intrattengono delle relazioni diplomatiche con Israele, anche se la Santa Sede ha la sua “nunziatura apostolica” presso Giaffa.

 

Riconosciuta dall’UNESCO nel 2004 come “patrimonio dell’umanità”, Tel Aviv è anche chiamata ‘Sin City’ vista la grande quantità di locali notturni presenti in città.

Tra i luoghi d’interesse che meritano di essere visitati ci sono alcuni quartieri della città, ad esempio il Mercato Carmel e il quartiere Yemenita, oltre alle sue famose spiagge


8

Telaviv/Italia

Prima colazione. Trasferimento all’aeroporto di Telaviv e partenza per l’Italia con volo di linea.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Aggiungi un po' di relax con un soggiorno mare