DOVE
Dove vorresti andare
QUANDO
Quando vorresti partire
DURATA
Quanto vorresti star via
BUDGET
Qual'è il tuo budget
TEMA
Cosa cerchi nel tuo viaggio
STILE DI VIAGGIO
Scegli il tuo stile
Condividi:

Da Petra a Gerusalemme

Durata 8 giorni, 7 notti
QUOTE A PARTIRE DA: 1688
  • Mistral Tour

Esclusiva Mistral Tour

Descrizione del tour

La struggente bellezza di Petra, il fascino senza tempo di Gerusalemme.

Luoghi visitati

Amman, Petra, Mar Morto, Gerusalemme, Aeroporto Tel Aviv - Ben Gurion

Paesi visitati



Itinerario Giornaliero

1

Italia/Amman

Categoria Sistemazione Trattamento
Superiore Movenpick Amman 5* o similare
Comfort Hotel Harir Palace o similare

Partenza per Amman con volo di linea. Arrivo e trasferimento in hotel. Cena (se compatibile con orario di arrivo) e pernottamento.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Amman, la capitale e la più popolosa città della Giordania, sorge su 14 montagne e probabilmente su un antico insediamento precedente chiamato Rabbath Ammon e poi in epoca romana, nel III secolo a.C. Philadelphia, in onore di Tolomeo Philadelphius,quando entrò a far parte del suo regno. Nel corso degli anni fu dominata da diversi popoli e fu anche data in dono a Cleopatra fino a passare a Erode Il Grande, diventando parte dell’Impero Romano, nel 30 a.C. Oggi è una città moderna, con edifici storici concentrati nella Cittadella, un pittoresco souq e piccole viuzze con botteghe, ma anche gallerie d’arte, ristoranti e hotel.Tra gli edifici storici, spicca lo splendidoTeatro Romano.


2

Amman/Petra

Categoria Sistemazione Trattamento
Superiore Movenpick Nabatean Castle (5*) o similare
Comfort Petra Moon / Hyatt Zaman o similare

Prima colazione. In mattinata partenza per Petra. Prima sosta al sito di UMM EL RASAS: è un antichissimo insediamento con resti di età romana e bizantina famoso per i meravigliosi mosaici, in particolare quelli ritrovati all’interno della chiesa di S. Stefano. Si prosegue per il WADI RUM, all’interno del territorio degli Howeitat, tribù beduina seminomade. Ricco di risorse idriche esso fu abitato già 400.000 anni fa; i Nabatei vi giunsero probabilmente nel VI secolo a. C. ma i ritrovamenti della loro civiltà risalgono solo al IV a.C. Il paesaggio ha tonalità rossicce, la vegetazione scarseggia fino a scomparire quasi del tutto, mentre le venature minerali di rame compaiono lungo la parte inferiore delle colline. Viene anche chiamato Valle della Luna, ha sempre costituito un percorso naturale per il passaggio delle carovane da e per l’Arabia Saudita. Si effettuerà un’escursione in fuoristrada tra gli splendidi panorami e magiche atmosfere. Seconda colazione. Nel pomeriggio, proseguimento per Petra. Cena e pernottamento in hotel.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Immenso, echeggiante e divino” così descriveva T.E. Lawrence il Wadi Rum, il deserto che si trova in un’ampia valle (conosciuta anche come valle della luna) nella Giordania meridionale, a 60 chilometri circa a est di Aqaba. È probabile che la parola Rum provenga dalla radice aramaica che significa "alto" o “elevato”, un nome non dato a caso, perché qui il vento e il tempo hanno creato degli incredibili monolitici che arrivano fino a 1750 metri di altezza. Come il monte più alto del Wadi Rum è il Jebel Rum alto 1754 metri, mentre poco più a sud del Wadi Rum, al confine con l'Arabia Saudita, vi è il monte Jebel Wmm Adani, di circa 1830 metri. Su alcune rocce ci sono ancora alcuni disegni che risalgono a oltre 4.000 anni fa. Molte tribù beduine vivono a Wadi Rum e la maggior parte dei beduini ancora veste nell'abito tradizionale e mantiene vive tradizioni ancestrali.


3

Petra

Categoria Sistemazione Trattamento
Superiore Movenpick Nabatean Castle (5*) o similare
Comfort Petra Moon / Hyatt Zaman o similare

Prima colazione. Intera giornata dedicata alla visita della capitale dei Nabatei, probabilmente la città antica più scenografica del mondo. Vi si giunge dopo avere attraversato il "siq", una stretta gola delimitata da altissime rupi, lungo il percorso si possono vedere delle sculture a forma di obelisco accompagnate da varie iscrizioni, tracce dell’antica pavimentazione e resti del canale scavato nella roccia, che un tempo scorreva per tutta la lunghezza del siq fino ad arrivare a Petra. Si visiteranno splendidi monumenti quali il "Tesoro": il suo nome deriva dalla leggenda secondo la quale un faraone egizio decise di nascondere qui il suo tesoro, nel sepolcro posto al centro del secondo livello. La gente ovviamente crede che questa leggenda sia vera, poichè l’urna, alta 3.5 m, porta numerosi segni di proiettili, conseguenza di inutili tentativi di aprire con la forza la solida roccia del sepolcro. L’elemento più affascinante è la facciata, l’interno consiste soltanto in una stanza quadrata disadorna, con una stanza più piccola sul retro. Il "Monastero" ha uno stile molto simile al Tesoro, ma le sue dimensioni sono notevolmente maggiori. Venne costruito nel III secolo a.C. e le croci scolpite nei muri interni fanno supporre che fosse in seguito stato usato come chiesa. Il teatro romano, anfiteatro da 8000 posti. Originariamente si credeva fosse stato costruito dopo la sconfitta dei Nabatei da parte dei Romani nel 106 a.C., mentre ora si ritiene che furono gli stessi Nabatei a ricavarlo nella roccia ai tempi di Cristo, distruggendo molte grotte e tombe durante i lavori. La facciata che comprende le tre tombe a volte viene anche chiamata Muro dei Re. Le tombe vennero scolpite direttamente nella roccia e i disegni sono sorprendenti. E’ difficile immaginare come abbiano potuto ricavare con tanta precisione muri interni così lisci e spigoli così acuminati e gli altari sacrificali. Seconda colazione all'interno del sito. Cena e pernottamento in hotel.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Per raggiungere il monumento più grande di Petra, bisogna percorrere una salita di 800 gradini. Ma ne vale la pena: il Monastero, in lingua locale Ad-Dair, scavato nella roccia dai Nabatei tra il II e I secolo a.C. è molto simile al più famoso Il Tesoro, ma decisamente più grande: 45 metri di larghezza e 50 di altezza, con un portale di 8 metri che spicca sulla facciata.

Sulle colline sopra i musei di Petra, si trova questo edificio scavato nella roccia molto simile al palazzo del tesoro, ma molto più grande. Era un tempio, ma anche una tomba di un re, dove i sacerdoti e i fedeli pregavano al termine delle processioni. La salita per raggiungerlo inizia a fondo valle dopo la via Colonnata, lungo un percorso molto suggestivo. Una volta arrivati si può proseguire per una quindicina di minuti di strada per osservare il panorama della Wadi Araba e vedere la Tomba di Aronne.


4

Petra/Mar Morto

Categoria Sistemazione Trattamento
Superiore Moevempick Dead Sea o similare
Comfort Crowne Plaza Dead Sea o similare

Prima colazione. In mattinata partenza alla volta di BEIDA, la “piccola Petra”, un piccolo sobborgo nabateo che si sviluppò grazie alla sua posizione al centro di molte delle maggiori vie carovaniere. La sua prosperità si rispecchia nello stile degli edifici, nelle belle tombe e nei sofisticati sistemi di approvvigionamento idrico. Seconda colazione. Si prosegue per una sosta fotografica del castello crociato di SHOBACK, dall’immagine più cupa del più famoso castello di Kerak, è sicuramente più affascinante, particolarmente suggestivo per chi lo vede da lontano, poggiando su un altopiano. Costruito nel XII secolo, è composto, oltre che dall’edificio principale, da un agglomerato di una chiesa, un battistero, una scuola ed un torrione. Proseguimento per il MAR MORTO, il punto più depresso della terra, posto a 392 metri sotto il livello del mare. Seconda colazione. Pomeriggio per escursione facoltativa a BETANIA (il luogo del Battesimo di Gesù) o a MADABA e al MONTE NEBO oppure per relax e trattamenti alla Spa. Cena libera e pernottamento.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Beida, o la Piccola Petra o Petra la Bianca è un sito archeologico della Giordania, che si trova vicino alla più nota Petra, con la quale un tempo era identificato. Al contrario di Petra, dove i Nabatei vivevano e seppellivano i propri morti, Piccola Petra fu ideata per ospitare le carovane provenienti dall'Arabia e dall'Oriente, e dirette in Siria e in Egitto. Il sito ha due ingressi, uno verso est da cui partiva la via carovaniera dell'Oriente, del Golfo Persico e della penisola arabica e uno rivolto a ovest, da dove partiva la via carovaniera per la Siria, l’Egitto o il Mar Mediterraneo. Una costruzione interessante è l'altare sacrificale nabateo, datato I secolo a.C., rinvenuto nel centro del sito. Gli archeologi ritengono che i sacerdoti immolassero animali per placare l’ira gli dei, versandone poi il sangue davanti alla statua che rappresentava la divinità. Vicino a Piccola Petra, è stato costruito un importante villaggio beduino su iniziativa del Governo di Re Abdullah II.


5

Mar Morto/Gerusalemme

Categoria Sistemazione Trattamento
Superiore Grand Court 4* o similare
Comfort Grand Court 4* o similare

Prima colazione. Di buon mattino trasferimento al confine israeliano e, dopo il disbrigo delle pratiche d’ingresso di Allenby, breve sosta per la visita della chiesa ortodossa di S. Gerasimo. Proseguimento per Masada, nel deserto di Giuda: visita della fortezza degli Zeloti espugnata dai Romani nel 73 d.C. Seconda colazione libera. Nel pomeriggio, dopo una breve sosta a Gerico, arrivo a Gerusalemme e sistemazione in hotel. Cena e pernottamento.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Masada è un'antica fortezza costruita a picco su una rocca a 400 metri di altitudine nel bel mezzo del deserto di Giuda da cui si scorge una magnifica vista sul Mar Morto. Era circondata da mura alte cinque metri, con una quarantina di torri alte più di 20 metri e considerata una fortezza inespugnabile per via della particolare conformazione del territorio. L'unico punto d'accesso a Masada era l’impervio Sentiero del serpente, così chiamato per via dei tornanti che lo rendevano difficoltoso per la cavalleria. Masada è Patrimonio UNESCO.

La fortezza è passata alla storia per l'assedio dell'esercito romano durante la prima guerra giudaica. Nel 66 a.C., Masada era stata conquistata da un migliaio di Sicarii che vi si insediarono con donne e bambini. L'esercito Romano, guidato da Lucio Flavio Silva, assediò la città dei ribelli arroccati nella fortezza ma gli abitanti, pur di non farsi catturare, si suicidarono in massa. Quando i Romani entrarono nella cittadella, trovarono solo cadaveri.


6

Gerusalemme

Categoria Sistemazione Trattamento
Superiore Grand Court 4* o similare
Comfort Grand Court 4* o similare

Prima colazione. Intera giornata dedicata alla visita della città. La giornata inizia con la visita della “Spianata delle Moschee”, il luogo ove sorgeva il tempio di Salomone distrutto dai Romani, con le Moschee di El Aqsa e della Cupola della Roccia (visita soggetta ad autorizzazione e riconferma in loco); si continua con la sosta al Muro del Pianto, parte del quale fu fatto costruire da Erode il Grande nel 20 a.C. per contenere l’interramento sul quale sorgeva il complesso del secondo Tempio. Nel 70 d.C. i Romani distrussero il Tempio ma secondo i testi rabbinici la shechina (presenza divina) non ha mai abbandonato il muro; peraltro esso è ritenuto il più sacro di tutti i siti ebraici. Si prosegue con il giro della città vecchia, un luogo straordinario e carico di suggestioni, percorrendo i quattro quartieri in cui è divisa: armeno, ebraico, arabo e cristiano. Il quartiere armeno è costituito da una comunità molto chiusa e ha scuole, una biblioteca, un seminario e quartieri residenziali, tutto nascosto dietro alte mura. Le porte di questa città dentro la città vengono chiuse ogni sera. Il quartiere ebraico, che corrisponde approssimativamente all’area a sud di Bab as-Silsila e a est di Habab St, è una zona che si riconosce subito grazie alle pietre levigate, ai margini netti e precisi. Il quartiere arabo è la zona più brulicante e più densamente popolata della Città Vecchia e la troverete assolutamente affascinante. Il quartiere cristiano è dominato dal forte richiamo esercitato dal Santo Sepolcro; questo quartiere ospita chiese, monasteri e altre istituzioni religiose appartenenti a più di 20 sette cristiane diverse. Si visiterà la chiesa del S.Sepolcro che secondo le credenze sorge nel luogo autentico della crocifissione, sepoltura e resurrezione di Cristo. NOTA BENE: in considerazione del grande afflusso di turisti e pellegrini all’interno della chiesa del Santo Sepolcro, l’ingresso all’edicola che custodisce la tomba di Gesù potrebbe essere non visitabile per le lunghissime attese e per non pregiudicare le successive visite previste nella giornata. Passeggiata lungo la Via Dolorosa, e delle stazioni della "Via Crucis" che si snodano prima nel quartiere musulmano e poi in quello cristiano. Seconda colazione libera. Nel pomeriggio visita allo “Yad Vashem” il Memoriale dell’Olocausto, eretto in memoria dei martiri della barbarie nazista. Cena e pernottamento.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Il Getsemani è un giardino collocato sul limitare della valle del Cedron, un piccolo uliveto poco fuori Gerusalemme, dove, secondo i Vangeli, Gesù si ritirò dopo l'Ultima Cena prima di essere tradito da Giuda e arrestato.

In questo luogo si sono susseguite molteplici edifici di culto; la più antica fu una basilica bizantina del IV secolo, poi fu eretta una cappella durante le Crociate fino a che il luogo è stato acquisito da una comunità francescana nel 1681, che creò un giardino nel 1848. Sui resti delle due precedenti chiese oggi sorge la Chiesa di tutte le Nazioni, anche conosciuta come Basilica dell'Agonia (chiesa cattolica). Essa contiene quella che è ritenuta una parte della roccia dove Gesù pregò e sudò sangue prima di essere arrestato.


7

Gerusalemme

Categoria Sistemazione Trattamento
Superiore Grand Court 4* o similare
Comfort Grand Court 4* o similare

Prima colazione. In mattinata continuazione della visita della città vecchia, con una passeggiata sopra le antiche mura della città e visita del Monte Sion e del Cenacolo. Si prosegue con la visita del celebre mercato di Mahane Yehuda. Seconda colazione libera. Nel pomeriggio partenza per la visita del bellissimo monastero benedettino di Abu Gosh, costruito durante il periodo dei Crociati in stile romanico e con affreschi in stile bizantino recentemente restaurati. La giornata si conclude con la visita di Betlemme, con sosta per la visita della Basilica della Natività costruita sulla grotta dove nacque Gesù. Rientro in albergo, cena e pernottamento.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Betlemme si trova in Cisgiordania, a circa 10 km a sud di Gerusalemmeed è capitale del Governatorato di Betlemme dell'Autorità Nazionale Palestinese. Betlemme, in ebraico Beit Lehem, significa la "Casa del Pane”, per via del suolo fertile. La città è famosa soprattutto perché i Vangeli e la tradizione cristiana la indicano come il luogo di nascita di Gesù Cristo. Secondo la Bibbia, a Betlemme nacque anche Davide, secondo re di Israele e per questo è citata dall’evangelista Luca come "la città di Davide". 

Uno dei maggiori luoghi d’interesse è la Basilica della Natività, dichiarata nel 2012 Patrimonio Umanità UNESCO, sotto la quale si trova la Grotta della Natività. La stella in corrispondenza con l’altare, indica il luogo esatto della nascita di Gesù.

Altro monumento rilevante è la Chiesa di Santa Caterina, costruita nel XIX secolo e dalla quale si accede a una serie di grotte, tra cui la più famosa è la Grotta di San Giuseppe, nella quale si dice sia avvenuto il sogno di Giuseppe.


8

Gerusalemme/Telaviv/Italia

Prima colazione. Trasferimento in aeroporto e partenza per l’Italia con volo di linea.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

L'Aeroporto di Tel Aviv-Ben-Gurion, è vicino alla città di Lod, 15 chilometri a sud-est di Tel Aviv, ed è la sede della compagnia di bandiera israeliana El Al. L'Aeroporto Ben Gurion è considerato uno degli aeroporti più sicuri del mondo. Il Terminal 3 è utilizzato per i voli internazionali e il Terminal 1 per i voli nazionali. L'aeroporto ha tre piste ed è utilizzato da voli commerciali, privati e militari.

 

 


Aggiungi un po' di relax con un soggiorno mare