DOVE
Dove vorresti andare
QUANDO
Quando vorresti partire
DURATA
Quanto vorresti star via
BUDGET
Qual'è il tuo budget
TEMA
Cosa cerchi nel tuo viaggio
STILE DI VIAGGIO
Scegli il tuo stile
Condividi:

Alla scoperta del Giappone 2019

Durata 10 giorni, 8 notti
Archeologia e Storia
QUOTE A PARTIRE DA: 2886
  • Mistral Tour
  • Viaggio di nozze
  • QExperience
  • QSelect

Esclusiva Mistral Tour

Descrizione del tour

IL VIAGGIO IN BREVE
TOKYO – KAMAKURA - ENOSHIMA . FUJIYAMA – MATSUMOTO - KANAZAWA – SHIRAKAWA - TAKAYAMA - KYOTO - OSAKA - FUSHIMI - NARA
Un itinerario molto sofisticato, pensato per piccoli gruppi (massimo 16 partecipanti), e che si svolge tutto con i mezzi pubblici; un programma ricercato, che racchiude tutte le tinte più diverse del Giappone: dai villaggi delle antiche tradizioni rurali, ai tesori della storia, alle punte più avanzate del Giappone moderno. GRANDE NOVITA': IL PROGRAMMA PREVEDE UN PERNOTTAMENTO IN UN BELLISSIMO RYOKAN TRADIZIONALE, CON ONSEN ALL'ARIA APERTA

Partenze di gruppo - ESCLUSIVE MISTRAL. Massimo 16 partecipanti per partenza.

DATE DI PARTENZA: DAL 13 MARZO AL 20 NOVEMBRE 2018, TUTTI I MARTEDI'.

Hotels di 4 stelle

Pasti: otto prime colazioni, una cena tipica.

Assistenza: guide giapponesi in lingua ITALIANA al seguito per tutta la durata del viaggio.

NB: i trasferimenti e le visite nelle principali città saranno effettuati con i mezzi pubblici (principalmente la metropolitana e le navette). La guida è in ogni caso sempre privata.

PERCHÉ SCEGLIERE MISTRAL

Più di 40 partenze all'anno SEMPRE garantite, con accompagnatori Mistral italiani o giapponesi in lingua italiana, su base privata ESCLUSIVA per i clienti Mistral

Ufficio Mistral a Tokyo con personale in lingua italiana con assistenza 24 ore su 24.

Itinerario e scelta dei servizi sono il frutto della collaborazione intensa fra Mistral ed i migliori partners giapponesi, nonché della lunga esperienza sulla destinazione.

Prenotazione senza rischi: per la cancellazione del viaggio per QUALSIASI causa, anche all'ULTIMO momento, Mistral rimborserà l'INTERA quota di partecipazione, ad eccezione di un contributo spese forfettario (vedi pagina introduttiva)

Adeguamento valutario bloccato al momento della conferma del viaggio! (vedi dettagli nella pagina introduttiva).

Luoghi visitati

Tokyo, Fujiyama, Kamakura, Takayama, Kanazawa, Shirakawa, Kyoto

Paesi visitati



Itinerario Giornaliero

1

Italia/Tokyo

Partenza per Tokyo con vettore di linea IATA. Volo notturno. Pasti a bordo.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

L'aeroporto internazione di Narita è il principale aeroporto intercontinentale del Giappone e dista 60 km da Tokyo. Fino al 2004, era conosciuto come New Tokyo International Airport e a differenza dell'altro scalo di Tokyo, Haneda, Narita è utilizzato principalmente come scalo internazionale.


2

Tokyo

Categoria Sistemazione Trattamento
4 stelle Tokyo Dome hotel Come da programma

Arrivo e trasferimento in navetta in hotel. Incontro con il nostro personale in italiano e sistemazione in hotel. resto della giornata a disposizione. Pasti liberi. Nota bene: il nostro personale sarà presente dalle 9 alle 18; fuori da questi orari, tutte le informazioni necessarie saranno lasciate presso la reception. Come chiamarla? Metropoli? Megalopoli? Città-stato? Nessuna definizione è adeguata per definire l’agglomerato umano che si condensa in questo spazio immenso, affollatissimo, che copre complessivamente 88 km da est a ovest e 24 da sud a nord, e che comprende 23 circoscrizioni elettorali, 26 città minori, 7 cittadine e 8 paesi. Tornando indietro nella storia, nessuno avrebbe potuto immaginare che il piccolo, tranquillo villaggio di pescatori chiamato Edo, vicino alla foce del fiume Sumida, si sarebbe sviluppato in questo modo così gigantesco e glorioso. Fu solo nel XIX secolo che l’Imperatore, staccandosi dalla tutela dello shogunato, spostò qui la capitale da Kyoto, e la cittadina di Edo cambiò nome in Tokyo (“capitale dell’est”, come indicano i suoi caratteri cinesi). Da allora, la città crebbe in modo tumultuoso e disordinato.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Come chiamarla? Metropoli? Megalopoli? Città-stato? Nessuna definizione è adeguata per definire l'agglomerato umano che si condensa in questo spazio immenso, affollatissimo, che copre complessivamente 88 km da est a ovest e 24 da sud a nord, e che comprende 23 circoscrizioni elettorali, 26 città minori, 7 cittadine e 8 paesi. Eppure, questo gigante enorme possiede una efficienza ed una velocità di movimento da fare invidia alle cittadine svizzere: treni di tutti i tipi (dai vecchi locali ai treni-proiettile alle monorotaie), dodici linee di metropolitana, strade sopraelevate, ponti, tunnel, traghetti: tutto si sposta a Tokyo, in modo preciso e veloce, e ogni stazione di metropolitana sotterranea inghiotte nelle ore di punta migliaia di passeggeri contemporaneamente, che si muovono ritmicamente, con ordine magico, seppure con frenetica velocità: è uno spettacolo nello spettacolo. Tornando indietro nella storia, nessuno avrebbe potuto immaginare che il piccolo, tranquillo villaggio di pescatori chiamato Edo, vicino alla foce del fiume Sumida, si sarebbe sviluppato in questo modo così gigantesco e glorioso. Fu solo nel XIX secolo che l'Imperatore, staccandosi dalla tutela dello shogunato, spostò qui la capitale da Kyoto, e la cittadina di Edo cambiò nome in Tokyo ("capitale dell'est", come indicano i suoi caratteri cinesi). Da allora, la città crebbe in modo tumultuoso e disordinato. I bombardamenti del 1945 ridussero gran parte di Tokyo in macerie; fu l'occasione per ricostruire e ripensare con nuova razionalità l'urbanistica; i progetti però fallirono e Tokyo rinacque come insieme di più città affiancate l'una all'altra, senza soluzione di continuità e senza ordine. Per questo motivo, non esiste un quartiere centrale a Tokyo, ma moltissimi centri urbani. Ad aggiungere la confusione, le case erano numerate non in successione ma nell'ordine in cui venivano costruite. Oggi, per scoprire Tokyo, bisogna progettare una visita progressiva quartiere per quartiere, come se si visitasse una regione intera. Ognuno dei quartieri ha la sua attrattiva particolare, e meriterebbe in sé una visita, ma, se non avete un mese a disposizione, conviene scegliere.


3

Tokyo

Categoria Sistemazione Trattamento
4 stelle Tokyo Dome hotel Come da programma

Intera giornata di visite, utilizzando l’efficientissima rete di mezzi pubblici cittadini: il santuario Meiji, i il Tempio Kannon di Asakusa, il Tokyo Metropolitan building a Shinjuku, il quartiere commerciale di Ginza. Pasti liberi.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Il santuario Meiji, situato a Tokyo nei pressi della stazione di Harajuku, è un santuario shintoista dedicato alle anime dell'imperatore Meiji e di sua moglie, l'imperatrice Shoken. L'imperatore Meiji morì nel 1912 e la moglie nel 1914. In loro onore fu costruito il santuario, che fu definitivamente inaugurato e consacrato nel 1920. L'edificio originale fu distrutto durante la Seconda guerra mondiale, ed il santuario attuale fu completato nell'ottobre 1958. Le aree sono coperte da una foresta sempreverde di 120000 alberi appartenenti a 365 specie differenti, donati dal popolo giapponese quando il santuario fu edificato. Questa foresta di 700000 metri quadrati (175 acri circa) situata nel cuore di Tokyo è vista sia come luogo sacro e meditativo sia come area di ricreazione.


4

Tokyo/Fujiyama/Enoshima/Kamakura

Categoria Sistemazione Trattamento
4 stelle Tokyo Dome hotel Come da programma

In mattinata partenza in treno locale per Kamakura ed Enoshima (un’ora circa): prima sosta sulla piccola, splendida isola di Enoshima, da cui si gode (nuvole permettendo) una vista stupenda sul Fujiyama che si affaccia sul mare. Proseguimento per la splendida cittadina di Kamakura, conosciuta come ‘la piccola Kyoto’. Si visiteranno lo spettacolare tempio buddhista Kotoku In, con la statua del Buddha gigante, ed un sontuoso santuario shintoista (Tsurugaoka Hachimangu). tempo a disposizione per passeggiate lungo le viuzze dell’animato centro cittadino. rientro nel tardo pomeriggio a Tokyo. Pasti liberi.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Il Monte Fuji, anche noto con il nome non corretto Fujiyama, è un vulcano alto 3.776 m ed è la montagna più alta del Giappone. Con la sua cima innevata per 10 mesi all'anno, è uno dei suoi simboli, ed i giapponesi lo considerano sacro al punto da ritenere doveroso almeno un pellegrinaggio sulle sue pendici nella vita. Il Monte Fuji si trova al confine tra le prefetture di Shizuoka e Yamanashi, vicino alla costa sull'Oceano Pacifico dell'isola di Honshu, a circa 20 km dalla baia di Suruga e a 113 km da Tokyo, da dove è visibile quando il cielo è limpido. Alle sue pendici sorgono le tre cittadine di Gotemba ad Est, Fuji-Yoshida a Nord e Fujinomiya a Sud-Est. Il Monte Fuji è uno stratovulcano, ed i vulcanologi hanno identificato infatti due distinte fasi nell'attività vulcanica che lo ha prodotto. La prima, chiamata Sen-komitake, è caratterizzata da un nucleo di andesite recentemente scoperto nella sua parte più interna. La seconda, detta del Komitake Fuji, è uno strato di basalto formatosi diverse decine di migliaia di anni fa. Circa 100.000 anni fa si formò quindi lo Hurui Fuji sulla cima del Komitake Fuji.


5

Tokyo / Matsumoto / Hirayu onsen

Categoria Sistemazione Trattamento
4 stelle Ryokan Sanganoyu Come da programma

In mattinata, partenza in treno proiettile per Matsumoto. Visita del bellissimo castello, quindi proseguimento in bus (poco più di un'ora) per Hirayu onsen, sulle Alpi giapponesi. Arrivo a fine pomeriggio. Sistemazione in ryokan (camere in stile giapponese). L’onsen del ryokan sarà a disposizione dei clienti per assaporare uno dei segreti più intimi della cultura giapponese. Pranzo libero. Cena tipica giapponese in ryokan. NB: il bagaglio viaggerà separatamente dal gruppo e sarà recapitato in camera nell'hotel di Kyoto. Per il soggiorno a Takayama e Kanazawa, preghiamo predisporre un bagaglio leggero con tutto l’occorrente per le due notti.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Takayama è una città giapponese della prefettura di Gifu, e fu la capitale dell'antica provincia di Hida. Oggi la città costituisce un patrimonio storico che le riconosce l'appellativo di 'Piccola Kyoto', soprattutto per il quartiere dei templi Teramachi. Uno dei suoi quartieri principali è il Sanmachi Suji, caratterizzato dalle case dei mercanti, da antiche distillerie di sake, botteghe, taverne e locande di quell'epoca. Risalente al periodo Jōmon, è nota per le sue straordinarie testimonianze dell'arte carpentiera con cui sono realizzate le antiche case ed i templi in legno.


6

Takayama/Shirakawa/Kanazawa

Categoria Sistemazione Trattamento
4 stelle Kanazawa Tokyu Come da programma

Trasferimento in bus a Takayama. Visita del mercato mattutino, quindi dell'antico complesso architettonico conosciuto come Takayama Jinya, della splendida città vecchia, con le sue caratteristiche costruzioni, negozi, case da thè: è l'atmosfera purissima del Giappone tradizionale. Proseguimento in bus a Shirakawa per la visita alle antiche case di campagna della valle di Shokawa. Proseguimento per Kanazawa, dove si arriva a fine pomeriggio. Trasferimento in albergo. Pasti liberi.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Kanazawa è una città giapponese della prefettura di Ishikawa. Si trova sul Mare del Giappone, ed è circondata dalle Alpi Giapponesi, dal Parco Nazionale Hakusan e dalla Penisola di Noto. Localizzata tra i fiumi Sai e Asano, si estende per una superficie di 467.77 km². La città è famosa per le manifatture delle celebri ceramiche Kutaniyaki, per il labirinto di stretti vicoli del quartiere Nagamachi, un tempo residenza dei samurai, e per lo splendido giardino Kenroku-en. Quest’ultimo comprende un armonico insieme di pietre, fiori, alberi e case da tè, oltre a cascate, laghetti, stagni e ruscelli.


7

Kanazawa/Kyoto

Categoria Sistemazione Trattamento
4 stelle Kyoto Tokyu Hotel Come da programma

Giornata dedicata alla visita di Kanazawa, una delle città più belle del Giappone, utilizzando i comodi mezzi pubblici cittadini: visita allo splendido giardino Kenrokuen, al quartiere tradizionale dei samurai, alla famosa via delle geishe e alla Casa delle Geishe - Ochaya Shima. Terminato il programma di visite, trasferimento in stazione ferroviaria e partenza in treno per Kyoto (la guida non viaggerà con il gruppo a Kyoto). Incontro con un nostro assistente e trasferimento in albergo. Pasti liberi.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Kenroku-en, situato a Kanazawa, Ishikawa, in Giappone, è un vecchio giardino privato creato dal 1620 al 1840, dai daimyo che hanno governato, facenti parte del clan Maeda. Insieme con Kairaku-en-en e Koraku, Kenroku-en è uno dei tre grandi giardini del Giappone. E' aperto tutto l'anno durante le ore diurne ed è famoso per la sua bellezza che è presente in tutte le stagioni. Il giardino si trova alle porte del Castello di Kanazawa, dove originariamente vi era il giardino esterno. L'idea del giardino naque nel 1676, quando il 5° signore Maeda Tsunanori trasferì la sua amministrazione al castello e iniziò a pensare alla creazione di un giardino in questa zona. Questo giardino è stato, tuttavia, distrutto da un incendio nel 1759. Il suo restauro avvenne nel 1774 dal signore Harunaga XI, che creò la cascata di smeraldo e da Yugao-tei che creò, invece, una sala da tè. Il giardino è stato aperto al pubblico il 7 maggio 1874.


8

Kyoto

Categoria Sistemazione Trattamento
4 stelle Kyoto Tokyu Hotel Come da programma

Incontro con la guida che seguirà il gruppo per il resto del viaggio. Intera giornata di visite alla capitale culturale del Giappone, utilizzando i comodi mezzi pubblici cittadini: il castello Nijo, il quartiere di Arashiyama con la foresta di bambù ed i templi nascosti nel verde; il centro di Kyoto (Kawaramachi), da cui si prosegue a piedi per Gion; quindi si visiteranno alcuni templi delle colline orientali (Higashiyama) per concludere inoltrandosi negli antichi quartieri di Ninenzaka e Sannenzaka. Pasti liberi. Lo scrigno dei tesori del Giappone: ci sono più templi e santuari a Kyoto che chiese a Roma, e non ce n’è nessuno che non valga la pena visitare: se a questo si aggiunge che Kyoto si trova nel cuore della regione turistica del Kansai, una vera miniera di tesori di ogni tipo e forma, si può ben capire come una sosta in questa città fantastica sia il cuore di ogni viaggio in Giappone. Si potrebbero perdere giorni interi a passeggiare lungo le colline orientali di Kyoto, chiamate in giapponese Higashiyama: non solo templi e giardini a non finire, ma, soprattutto, il gusto della vecchia Kyoto, elegante e raffinata, che offre intatto al visitatore tutto il fascino della storia e della tradizione.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Il castello Nijo è una delle poche fortificazioni del Giappone. Lo shogun risiedeva nel castello di Nijo, sontuoso e ben fortificato, ma soprattutto elegante e raffinato; le sue sale, semplici e vuote, come nella migliore tradizione giapponese, si affacciano sul giardino, che è, ovviamente, il pezzo forte del palazzo. Vale la pena di sottolineare un particolare: i pavimenti 'a pipistrello', realizzati con un ingegnoso stratagemma, in modo che non ci si potesse addentrare nei corridoi del palazzo senza fare rumore (uno squittio simile a quello del pipistrello) ed allarmare dunque le guardie. Il complesso è stato voluto dallo shogun Tokugawa Ieyasu (1543-1616) ed è simbolo del potere e della ricchezza dello shogunato di Edo. Il nipote di Ieyasu, Iemitsu, commissionò alla scuola Kano la realizzazione delle sale dei ricevimenti in vista di una visita imperiale. L'ironia volle che qui, nel 1867, l'ultimo shogun Tokugawa rinunciò alla carica alla presenza dell'imperatore Meiji.


9

Nara e Fushimi

Categoria Sistemazione Trattamento
4 stelle Kyoto Tokyu Hotel Come da programma

In mattinata, escursione a Nara, la prima capitale del Giappone, per la visita al Parco dei cervi, al Tempio buddhista Todaiji ed al Santuario shintoista Kasuga. Sulla via del ritorno, sosta e visita allo spettacolare santuario shintoista della dea Inari a Fushimi, caratterizzato da una lunghissima galleria (più di 2 km!) di ‘torii‘ arancioni (le porte sacre dei santuari giapponesi) che si snoda come un serpente mitologico lungo il pendio della collina. Pasti liberi.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

L'antica città di Nara si raggiunge comodamente da Kyoto in solo mezz'ora di treno espresso. Fondata nel 1710 dall`imperatore Kammu fu per un lungo periodo capitale del Giappone. Lo sviluppo urbanistico, artistico, politico e culturale di Nara avvenne in un periodo in cui il tributo alla cultura cinese in Giappone era molto forte e importante (persino il sistema di scrittura Kanji, allora sviluppatosi, era di origine cinese). Introdotto dalla Cina all'inizio del VI secolo, il buddismo fiorì a Nara e godette del favore ufficiale dei sovrani e dell'aristocrazia, riuscendo a coesistere con lo Shintoismo. Nell` VIII secolo, Nara era così sviluppata che poteva vantare ben 50 pagode, ma poi nel 784 la capitale fu trasferita a Kyoto, e Nara rimase tagliata fuori dalla storia giapponese: questo le ha consentito di sopravvivere intatta nei secoli e di evitare i bombardamenti della seconda guerra mondiale. Oggi, Nara è rimasta una città piccola e quieta, con grandiose testimonianze della sua passata gloria e con un carattere decisamente tradizionale. Per questo motivo, è profondamente amata da tutti i viaggiatori, e fa parte stabile di tutti i circuiti turistici classici. Tutto a Nara è a dimensione d'uomo; gran parte dei luoghi da visitare sono raggiungibili a piedi dalla stazione ferroviaria; oltre ai suoi due templi più importanti (il Todaiji, con la sua grandiosa statua di Buddha, ed il santuario Kasuga, caratterizzato da una lunghissima teoria di lanterne), non si possono tralasciare il parco dei cervi e le affascinanti viuzze di Naramachi, con le loro vecchie abitazioni in legno, negozietti e ristoranti.


10

Kyoto/Osaka/Italia

Ultime ore a disposizione. Trasferimento in aeroporto a Osaka in tempo utile per il volo di rientro.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

L'Aeroporto Internazionale del Kansai è situato a Izumisano e serve principalmente la città di Osaka e la regione del Kansai, da cui prende il nome. Costruito tra il 1987 ed il 1994, è situato su di un'isola artificiale distante 3 km dalla terraferma, cui si collega tramite un ponte a due livelli: il superiore per il traffico su gomma, l'inferiore per quello su rotaia.


Aggiungi un po' di relax con un soggiorno mare

Il Quality Group