DOVE
Dove vorresti andare
QUANDO
Quando vorresti partire
DURATA
Quanto vorresti star via
BUDGET
Qual'è il tuo budget
TEMA
Cosa cerchi nel tuo viaggio
STILE DI VIAGGIO
Scegli il tuo stile
Condividi:

Etiopia tra cultura e natura

Durata 11 giorni, 8 notti
QUOTE A PARTIRE DA: 2610
  • Mistral Tour
  • Viaggi del Club

Descrizione del tour

Un viaggio tra le splendide testimonianze della grande civiltà etiope (i monasteri affrescati del Lago Tana, i castelli di Gondar, le imponenti steli di Axum, le chiese monolitiche di Lalibela) inserite in contesti paesaggistici maestosi: dalle Cascate del Nilo Azzurro all’incontaminata natura del Parco dei Monti Simien. La partenza è in concomitanza con il Meskel, una delle principali celebrazioni religiose del paese.

Luoghi visitati

Addis Abeba, Bahar Dar, Gondar, Parco del Simien, Axum, Lalibela

Paesi visitati



Itinerario Giornaliero

1

Italia/Addis Abeba

Partenza in serata con volo di linea per Addis Abeba. Pasto e pernottamento a bordo.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE


2

Addis Abeba

Categoria Sistemazione Trattamento
Standard Radisson Blu Hotel 4* (o similare)

Arrivo e trasferimento in hotel. Tempo per il riposo. Seconda colazione. Nel pomeriggio inizio della visita della capitale, situata a circa 2400 metri sul livello del mare e terza città più grande del continente africano: visita del Museo Nazionale, interessante per i reperti sabei ma soprattutto per Lucy, il piccolo scheletro ritrovato negli anni '70 nella valle dell'Awash e appartenente ad un ominide vissuto tre milioni e mezzo circa di anni fa. Si prosegue con il Museo Etnografico, situato nell'edificio della casa imperiale di Hailé Selassié; infine, dopo una sosta alla chiesa di San Giorgio, si sale al Monte Entoto, per godere dello spettacolo della città vista dall’alto. Cena e pernottamento in hotel.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Il Museo Nazionale di Addis Abeba - anche conosciuto come Museo nazionale dell'Etiopia - è ospitato presso la Facoltà di Tecnologia dell'università della città.

Nel museo è possibile ammirare opere d'arte e reperti archeologici: tra le sue sale sono conservate testimonianze del regno axumita e testimonianze preistoriche dell’evoluzione dell’uomo, come lo scheletro della famosa Lucy, vissuta ben tre milioni di anni fa e ritrovata  nel 1974 nella valle dell’ Awash e i resti di Selam, un bambino australopithecus scoperto nei primi anni 2000.

 


3

Addis Abeba/Bahar Dar

Categoria Sistemazione Trattamento
Standard Avanti Blu Resort 3* (o similare)

Dopo la prima colazione, trasferimento in aeroporto per il volo di linea su Bahar Dar, la più grande e importante città della regione Amhar. In mattinata escursione in barca sul lago Tana. Lungo le rive del lago e sulle sue isolette, sorgono circa 20 chiese monastiche, la maggior parte delle quali sono state fondate intorno al XIV secolo. Durante l’escursione si visiteranno i monasteri che sorgono sulla penisola di Zege, Ura Kidane Mehret e Azwa Maryam. Ura Kidane Mehret è forse la più bella chiesa di tutta la penisola con le sue pareti decorate da una moltitudine di affreschi eseguiti tra i 100 e i 250 anni fa. Nel piccolo museo si possono ammirare alcune antiche corone, tesori e bibbie miniate con copertina in pelle. Rientro a Bahar Dar per la seconda colazione. Nel pomeriggio si parte per la visita delle cascate del Nilo Azzurro. Lungo il percorso a piedi di 30 minuti circa che conduce alle cascate, si potranno osservare numerose specie di uccelli e la rigogliosa natura circostante, nata dal microclima che le acque possenti in caduta hanno creato. Rientro in hotel per cena e pernottamento.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Il lago Tana è il lago più esteso dell'Etiopia ed è situato nella parte settentrionale del Paese. 

Ha per emissario il Nilo azzurro, che da esso prende origine verso Sud, formando le imponenti cascate del Nilo Azzurro, seconde in Africa solo alle cascate Vittoria.

In prossimità del lago sorgono numerosi monasteri, tra i quali è assolutamente degno di nota quello di Kebran Gabriel, risalente al XVII secolo e caratterizzato da 12 colonne e pregevoli dipinti.


4

Bahar Dar/Gondar

Categoria Sistemazione Trattamento
Standard Goha Hotel 3* (o similare)

Prima colazione. Si parte per Gondar, dove si arriverà in tarda mattinata. Sistemazione in hotel e pranzo. Gondar, fondata nel 1635 dall’imperatore Fasilidas, è stata per 250 anni la capitale dell’impero ed è famosa per i suoi palazzi e castelli e per la chiesa di Debre Birhan Selassiè. La visita inizia con il Recinto Imperiale (Fasil Ghebbi) che sorge nel cuore della città moderna. Questo complesso ospita sei castelli e numerose altre piccole strutture. Il castello più importante è quello costruito dall’imperatore Fasilidas nel 1640 e successivamente ristrutturato dall’UNESCO; è costruito in pietra e vanta una combinazione di architetture portoghesi, axumite e indiane. Si prosegue con la chiesa di Debre Bhiran Selassiè, la più importante della città: al suo interno si può ammirare la cupola, decorata con pitture raffiguranti 80 visi di cherubini, e numerose altre pitture sacre lungo le pareti ottimamente conservate. Si raggiungono i bagni dell’imperatore che si trovano poco distanti dal centro città e sono attorniati da una cinta di mura che racchiude sei torrette e alcuni edifici che erano la seconda residenza dell’imperatore. Si procede poi per il complesso di Kuskuam costruito nel 1730. Ora il complesso è in rovina, ma vi è ancora la possibilità di intravedere alcune stanze del palazzo imperiale. Rientro in hotel per cena e pernottamento.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Gondar attualmente è parte della regione di Amhara ma nell'antichità fu capitale imperiale dell'Etiopia e della provincia storica del Begemder.

Secondo la leggenda l’imperatore Fasilide, seguendo la predizione di un eremita, fece riempire lo stagno di Angereb e costruì lì il suo castello e sette chiese. Dopo Fasilide, altri cinque imperatori continuarono a realizzare la profezia e costruirono a Gondar il loro palazzo

Gli edifici più famosi della città - il Castello di Fasilide, il Palazzo di Iyasu, il Castello di Mentewab, la cancelleria, la biblioteca e le tre chiese - sorgono tutti nella Cittadella reale, che risale al XVII secolo: l'intera area misura circa 70mila metri quadrati e, nel 1979,  è stata dichiarata Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO.

 


5

Gondar/Simien N.P.

Categoria Sistemazione Trattamento
Standard Simien Lodge 3* (o similare)

Prima colazione. Partenza per il parco nazionale dei Monti Simien, uno dei principali massicci africani: l’erosione continua nel corso degli anni dell’altopiano etiopico ha creato uno dei paesaggi più spettacolari al mondo caratterizzato da ampie valli fluviali e frastagliati picchi montuosi. Seconda colazione al lodge. Il pomeriggio sarà dedicato ad una piacevole passeggiata alla scoperta di quest’area, annoverata tra i siti patrimonio UNESCO. Cena e pernottamento al lodge.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Il Parco Nazionale del Simien, con i suoi 180 chilometri quadrati di estensione, è uno dei massicci montuosi più importanti d'Africa.

La zona è caratterizzata da un susseguirsi di altopiani separati da valli fluviali, cime che superano i 4000 metri e una sorprendente ricchezza faunistica per cui è stata dichiarato Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO.

Gli straordinari panorami carattterizzati dai famosi picchi vulcanici di lava solidificata rendono queste montagne un luogo unico al mondo per gli amanti del trekking e delle escursioni, durante le quali è possibile incontrare numerose colonie di babbuini gelada, qualche esemplare di stambecco ibex o intere famiglie di lupo etiopico.


6

Simien N.P./Axum

Categoria Sistemazione Trattamento
Standard Hotel Sabean 3* (o similare)

Prima colazione. Partenza per Chenek, nei pressi del monte Bwahit. La zona è una delle più panoramiche del parco e, con una breve passeggiata, si arriva ad un punto dove è possibile avvistare lo stambecco Walia, endemico dell’area. Seconda colazione al lodge. Nel pomeriggio trasferimento ad Axum, cena e pernottamento in hotel.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

La città etiope di Axum, o Aksum, si trova nella parte settentrionale del Paese, ai piedi delle montagne di Adua.

Nel periodo intorno alla nascita di Cristo, la cttà divenne il centro del regno di Axum, in declino a partire dal XII secolo a causa del nascente impero etiopico più a sud. 

I principali monumenti axumiti sono a forma di stele: secondo gli studiosi, queste costruzioni segnalavano le tombe. 

Axm è uno dei siti antichi più belli dell'Africa sub-sahariana ed stata dichiarata Patrimonio Mondiale dell'Umanità dall'UNESCO.


7

Axum

Categoria Sistemazione Trattamento
Standard Hotel Sabean 3* (o similare)

Prima colazione. In mattinata visita di Axum: è una città leggendaria e prima capitale del paese. Da qui mosse la regina di Saba alla volta di Gerusalemme e qui sembra sia custodita l’Arca dell’Alleanza rubata dal figlio Menelik. Visita della città che conserva ricordi epici del suo passato: le tombe del Re Kaleb e del figlio Meskel, poste su un promontorio che domina la piana della catena montagnosa di Adua; il Parco delle Steli con i suoi monoliti grezzi o scolpiti, eretti o crollati; la tomba del Re Remhai; le rovine del Palazzo della Regina di Saba; la Chiesa Di Mariam di Zion, nella cui vicina cappella è custodita, secondo la credenza dei fedeli, l'arca dell'alleanza trafugata a Gerusalemme. Seconda colazione. Nel pomeriggio partenza alla volta di Yeha, la prima capitale dell’impero axumita con il suo Tempio della Luna, un edificio di culto pre-cristiano alto 12 metri, che risale all’incirca all’VIII secolo a. C. Nel piccolo museo dell’adiacente chiesa di Abuna Aftse si possono ammirare reperti antichissimi quali una collezione di iscrizioni su pietra in lingua sabea. Rientro ad Axum. Cena e pernottamento in hotel.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

La stele di Axum è un obelisco alto circa 23 metri e pesante 150 tonnellate, costruito in pietra basaltica a sezione rettangolare e conservato ad Axum, in Etiopia. 

La stele fu realizzata tra il I e il IV secolo dagli abitanti del Regno di Axum.  La civiltà axumita, che prosperò tra il IV secolo a.C. e il VII secolo d.C., fu una delle più potenti dell’antichità grazie al controllo delle rotte commericali tra Africa, Arabia e mondo greco-romano. 

Obelischi, segnacoli tombali e steli monolitiche conservati all’interno del Parco delle Steli rappresentano i resti più suggestivi di quest’antica civiltà poco conosicuta. 


8

Axum/Lalibela

Categoria Sistemazione Trattamento
Standard Hotel Mountain View 3* (o similare)

Prima colazione. Trasferimento in aeroporto e volo per Lalibela, il luogo più spettacolare e mistico dell’Etiopia. Anticamente il suo nome era Roha e, secondo la leggenda, intorno al XII-XIII secolo il re Lalibela iniziò la costruzione delle straordinarie chiese monolitiche che dovevano fare della capitale una seconda Gerusalemme. Seconda colazione. Nel pomeriggio visita al primo gruppo di chiese. Le varie chiese furono costruite utilizzando due diversi metodi; il primo consisteva nello scavare il terreno circostante fino ad una profondità di 15 metri, poi, il monolito che ne risultava, veniva intagliato e modellato per costruirne la struttura esterna. Terminata la parte esterna si traforavano finestre e porte attraverso le quali si procedeva a scavare e a configurare gli ambienti interni. Cena e pernottamento in hotel.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

La cittadina di Lalibela si trova al centro dell'Etiopia. 

Nell'antichità, quando era una capitali della dinastia che aveva ereditato l'impero di Axum, si  chiamava Roha.

L'UNESCO ha dichiarato Patrimonio dell'Umanità le chiese monolitiche rupestri di Lalibela, il luogo più mistico di tutta l'Etiopia.

Il periodo migliore per visitare  Lalibela coincide il Timkat, il 19 gennaio, la festività religiosa più importante per la chiesa ortodossa copta.


9

Lalibela

Categoria Sistemazione Trattamento
Standard Hotel Mountain View 3* (o similare)

Prima colazione. Partenza per visitare Nakuto Leab e Genete Mariam. La prima chiesa fu costruita sotto una grotta naturale e vanta alcuni tesori che appartenevano al suo fondatore, fra cui tamburi dipinti, croci e corone. La seconda risale al XIII secolo, scavata su una collina rocciosa e, a differenza delle chiese di Lalibela, non è nascosta nel terreno. Rientro in hotel per il pranzo. Nel pomeriggio visita del secondo gruppo di chiese. La seconda modalità di costruzione era più simile a quella di tutte le chiese rupestri del Tigray e consisteva nello scavare una parete verticale di roccia utilizzando cavità e grotte preesistenti. Si visiteranno, tra le altre, la chiesa ipogea e cruciforme di San Giorgio, la chiesa di Beta Maryam con gli stupendi affreschi e l’imponente Beta Medhane Alem. Le chiese sono comunicanti, cunicoli e passaggi scavati nella roccia le collegano una all’altra. Cena e pernottamento in hotel.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

La Chiesa di San Giorgio è una delle più famose chiese di Lalibela ed è ritenuta unanimanente la più suggestiva di tutta l'Etiopia.

Secondo la leggenda fu San Giorgio in persona a dirigere i lavori di realizzazione della Chiesa.

Le grandi croci presenti sul soffitto interno, vengono invase dalla luce che fluisce dalle finestre con un gioco di colori molto suggestico. 
 


10

Lalibela/Addis Abeba

Prima colazione. In mattinata trasferimento in aeroporto e volo per Addis Abeba. Seconda colazione. Completamento delle visite di Addis Abeba e visita del mercato all’aperto, uno dei più grandi d’Africa, dove si può acquistare di tutto, dal cibo, agli oggetti in paglia, dai monili agli abiti fatti a mano con materiali di riciclo. Verso le 16 il gruppo, assieme alla guida, raggiunge piazza Meskel per assistere alle celebrazioni che si protrarranno fin verso le 18.30. Prima di questo orario un grosso falò illuminerà la piazza in ricordo del sacrificio della regina Elena. Durante le cerimonie, il gruppo potrà assistere ai cori di varie chiese di ogni regione d'Etiopia e ai canti e balli che rievocano il ritrovamento della vera Croce. Day-use in hotel. Cena in un ristorante tipico con canti e balli tradizionali e trasferimento all’aeroporto. Partenza per il rientro in Italia.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Addis Abeba è la capitale dell'Etiopia dal 1889, anno in cui Menelik II divenne imperatore del Paese. 

In città convive una popolazione con ben ottanta diverse nazionalità e lingue parte di comunità religiose cristiane, musulmane ed ebraiche.

Sono molte le attrazioni storivo culturali offerte da Ad Addis Abeba, tra cui  il Museo Etnografico, il Museo Nazionale, la Cattedrale della Santissima Trinità, la Cattedrale di San Giorgio con annesso museo, il monumento Yekatit, il monumento del Derg, il Museo di Storia Naturale, il Museo di Addis Abeba, il Museo Nazionale della Posta e il mausoleo di Beta Maryam.


11

Italia

Arrivo in Italia in prima mattinata.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE


Aggiungi un po' di relax con un soggiorno mare

Il Quality Group

Notice: Undefined index: media in /usr1/www/html/qualitygroupv4/App/controller/TourController.php on line 522 Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /usr1/www/html/qualitygroupv4/App/controller/TourController.php on line 522