DOVE
Dove vorresti andare
QUANDO
Quando vorresti partire
DURATA
Quanto vorresti star via
BUDGET
Qual'è il tuo budget
TEMA
Cosa cerchi nel tuo viaggio
STILE DI VIAGGIO
Scegli il tuo stile
Condividi:

Etiopia Discover _ 27 dicembre 2020

Durata 9 giorni, 7 notti
QUOTE A PARTIRE DA: 2650
  • Mistral Tour

Esclusiva Mistral Tour

Descrizione del tour

Un viaggio unico e completo alla scoperta dell'altopiano lungo la rotta storica, tra paesaggi maestosi e splendide testimonianze della civiltà e della cultura etiope.

Luoghi visitati

Addis Abeba, Lalibela, Bahar Dar, Gondar, Axum

Paesi visitati



Itinerario Giornaliero

1

Italia/Addis Abeba

Partenza con volo di linea Egyptair da Milano Malpensa per Addis Abeba via Cairo. Pasti a bordo.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Partenza con volo di linea.


2

Addis Abeba

Categoria Sistemazione Trattamento
Standard Hotel Azzeman 4* o similare

Prima colazione. Giornata dedicata alla visita della capitale, situata a circa 2400 metri sul livello del mare e terza città più grande del continente africano: visita del Museo Nazionale, interessante per i reperti sabei ma soprattutto per Lucy, il piccolo scheletro ritrovato negli anni '70 nella valle dell'Awash e appartenente ad un ominide vissuto tre milioni e mezzo circa di anni fa. Si prosegue con il Museo Etnografico, situato nell'edificio della casa imperiale di Hailé Selassié; infine, dopo una sosta alla chiesa di San Giorgio, si sale al Monte Entoto, per godere dello spettacolo della città vista dall’alto. Seconda colazione in corso di visite. Rientro in hotel per cena e pernottamento.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Il Museo Nazionale di Addis Abeba - anche conosciuto come Museo nazionale dell'Etiopia - è ospitato presso la Facoltà di Tecnologia dell'università della città.

Nel museo è possibile ammirare opere d'arte e reperti archeologici: tra le sue sale sono conservate testimonianze del regno axumita e testimonianze preistoriche dell’evoluzione dell’uomo, come lo scheletro della famosa Lucy, vissuta ben tre milioni di anni fa e ritrovata  nel 1974 nella valle dell’ Awash e i resti di Selam, un bambino australopithecus scoperto nei primi anni 2000.

 


3

Addis Abeba/Lalibela

Categoria Sistemazione Trattamento
Standard Panoramic Hotel 3* o similare

Presto al mattino prima colazione e trasferimento in aeroporto per il volo di linea su Lalibela. Lalibela, che in origine si chiamava Roha, fu la capitale della dinastia Zagwe fra il XII e il XIII secolo; la presenza di 11 magnifiche chiese rupestri scolpite nel tufo rosso, l’ha resa famosa come la “Petra o Gerusalemme” d’Africa e ne fanno il luogo di maggior richiamo di tutta l’Etiopia. Arrivo e trasferimento in città. Poco prima di arrivare con una breve deviazione si visita Nakuto Leab; questa chiesa è stata costruita sotto una grotta naturale e vanta alcuni tesori che appartenevano al suo fondatore, fra cui tamburi dipinti, croci e corone. Sistemazione in hotel e pranzo. Nel pomeriggio visita al primo gruppo di chiese. Le varie chiese furono costruite utilizzando due diversi metodi; il primo consisteva nello scavare il terreno circostante fino ad una profondità di 15 metri, poi, il monolito che ne risultava, veniva intagliato e modellato per costruirne la struttura esterna. Terminata la parte esterna si traforavano finestre e porte attraverso le quali si procedeva a scavare e a configurare gli ambienti interni. Cena e pernottamento in hotel.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

La cittadina di Lalibela si trova al centro dell'Etiopia. 

Nell'antichità, quando era una capitali della dinastia che aveva ereditato l'impero di Axum, si  chiamava Roha.

L'UNESCO ha dichiarato Patrimonio dell'Umanità le chiese monolitiche rupestri di Lalibela, il luogo più mistico di tutta l'Etiopia.

Il periodo migliore per visitare  Lalibela coincide il Timkat, il 19 gennaio, la festività religiosa più importante per la chiesa ortodossa copta.


4

Lalibela/Bahar Dar

Categoria Sistemazione Trattamento
Standard Avanti Blu Resort 3* o similare

Dopo la prima colazione visita al secondo gruppo di chiese. Incredibile il lavoro di scultura, questi blocchi monolitici di grès rossastro sono stati svuotati all’interno e scolpiti all’esterno per ottenere la forma del tetto, la facciata e le pareti; le stesse sono poi state traforate per ricavare porte e finestre. Le chiese sono comunicanti, cunicoli e passaggi scavati nella roccia le collegano una all’altra. Al termine delle visite partenza per Bahir Dar. Pranzo al sacco. Il percorso si svolge lungo una bella strada panoramica, arrivo nel tardo pomeriggio e sistemazione in hotel. Cena e pernottamento.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

La Chiesa di San Giorgio è una delle più famose chiese di Lalibela ed è ritenuta unanimanente la più suggestiva di tutta l'Etiopia.

Secondo la leggenda fu San Giorgio in persona a dirigere i lavori di realizzazione della Chiesa.

Le grandi croci presenti sul soffitto interno, vengono invase dalla luce che fluisce dalle finestre con un gioco di colori molto suggestico. 
 


5

Bahar Dar

Categoria Sistemazione Trattamento
Standard Avanti Blu Resort 3* o similare

Prima colazione. In mattinata si effettuerà l’escursione in barca sul lago Tana. Lungo le rive del lago e sulle sue isolette, sorgono circa 20 chiese monastiche, la maggior parte delle quali sono state fondate intorno al 14° secolo. Durante l’escursione si visiteranno i monasteri che sorgono sulla penisola di Zege, Betre Maryam e Azwa Maryam. Sono le chiese più caratteristiche di tutta la penisola, le cui mura interne sono decorate da una moltitudine di affreschi eseguiti tra i 100 e i 250 anni fa e nel piccolo museo di Aswa Maryam si possono ammirare alcune antiche corone, antichi tesori e bibbie miniate con copertina in pelle. Rientro a Bahir Dar per pranzo. Nel pomeriggio si parte per visitare le cascate del Nilo Azzurro. Una centrale idroelettrica costruita da poco ha purtroppo ridotto in grande misura il flusso d’acqua, di conseguenza le cascate hanno perso molta della loro magnificenza. È tuttavia molto interessante il percorso a piedi, di 30 minuti circa, che conduce alle cascate, lungo il quale si potranno osservare numerose specie di uccelli e la rigogliosa natura circostante, nata dal microclima che le acque possenti in caduta avevano creato. Rientro in hotel per cena e pernottamento.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Il lago Tana è il lago più esteso dell'Etiopia ed è situato nella parte settentrionale del Paese. 

Ha per emissario il Nilo azzurro, che da esso prende origine verso Sud, formando le imponenti cascate del Nilo Azzurro, seconde in Africa solo alle cascate Vittoria.

In prossimità del lago sorgono numerosi monasteri, tra i quali è assolutamente degno di nota quello di Kebran Gabriel, risalente al XVII secolo e caratterizzato da 12 colonne e pregevoli dipinti.


6

Bahar Dar/Gondar

Categoria Sistemazione Trattamento
Standard Goha Hotel 3* o similare

Prima colazione. Si parte per Gondar, dove si arriverà in tarda mattinata. Sistemazione in hotel e pranzo. Gondar, fondata nel 1635 dall’imperatore Fasilidas, è stata per 250 anni la capitale dell’impero ed è famosa per i suoi palazzi e castelli antichi e per la chiesa di Debre Birhan Selassie. Subito dopo pranzo, si parte per la visita della città. In primo luogo si visiterà il Recinto Imperiale (Fasil Ghebbi) che sorge nel cuore della città moderna. Questo complesso ospita sei castelli e numerose altre piccole strutture. Il castello più importante è quello costruito dall’imperatore Fasilidas nel 1640 e successivamente ristrutturato dall’UNESCO. Il castello è costruito in pietra e vanta una combinazione di architetture portoghesi, axumite e indiane. Una volta terminata la visita al castello si prosegue con la chiesa di Debre Bhiran Selassiè, fondata da Iyasu I nel 1690, è l’unica chiesa rimasta intatta dopo l’attacco del 1888 da parte dei Dervisci sudanesi. E’ la più importante della città e al suo interno si può ammirare la cupola, decorata con pitture raffiguranti 80 visi di cherubini, e numerose altre pitture sacre lungo le pareti ottimamente conservate. Dopo si raggiungono i bagni dell’imperatore che si trovano poco distanti dal centro città e sono attorniati da una cinta di mura che racchiude sei torrette e alcuni edifici che, a quei tempi, costituivano la seconda residenza dell’imperatore. Si procede poi per il complesso di Kuskuam costruito nel 1730, dopo la morte dell’imperatore Bakafa, come residenza dell’imperatrice Mentewab. Ora il complesso è in rovina, ma vi è ancora la possibilità di intravedere alcune stanze del palazzo imperiale e, nella nuova chiesa che sorge nei pressi, si possono vedere i resti della regina conservati in una teca di vetro. Rientro in hotel per cena e pernottamento.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Gondar attualmente è parte della regione di Amhara ma nell'antichità fu capitale imperiale dell'Etiopia e della provincia storica del Begemder.

Secondo la leggenda l’imperatore Fasilide, seguendo la predizione di un eremita, fece riempire lo stagno di Angereb e costruì lì il suo castello e sette chiese. Dopo Fasilide, altri cinque imperatori continuarono a realizzare la profezia e costruirono a Gondar il loro palazzo

Gli edifici più famosi della città - il Castello di Fasilide, il Palazzo di Iyasu, il Castello di Mentewab, la cancelleria, la biblioteca e le tre chiese - sorgono tutti nella Cittadella reale, che risale al XVII secolo: l'intera area misura circa 70mila metri quadrati e, nel 1979,  è stata dichiarata Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO.

 


7

Gondar/Axum

Categoria Sistemazione Trattamento
Standard Hotel Sabean 3* o similare

Prima colazione e partenza per Axum. Giornata di trasferimento. Si costeggerà lo spettacolare massiccio del monti Simien lungo una pista di montagna che offre un susseguirsi di panorami mozzafiato. Pranzo a pic-nic. Arrivo nel tardo pomeriggio. Sistemazione in hotel. Cena e pernottamento.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

La città etiope di Axum, o Aksum, si trova nella parte settentrionale del Paese, ai piedi delle montagne di Adua.

Nel periodo intorno alla nascita di Cristo, la cttà divenne il centro del regno di Axum, in declino a partire dal XII secolo a causa del nascente impero etiopico più a sud. 

I principali monumenti axumiti sono a forma di stele: secondo gli studiosi, queste costruzioni segnalavano le tombe. 

Axm è uno dei siti antichi più belli dell'Africa sub-sahariana ed stata dichiarata Patrimonio Mondiale dell'Umanità dall'UNESCO.


8

Axum/Addis Abeba

Categoria Sistemazione Trattamento
Standard Hotel Azzeman 4* o similare

Prima colazione. Visita della città di Axum che si ritiene sia stata fondata tre secoli prima della nascita di Cristo come capitale del glorioso Impero Axumita e viene tuttora riconosciuta come il centro spirituale della Cristianità Ortodossa etiopica. Si comincerà col visitare il Parco delle Stele, una distesa di circa 75 monoliti di diversa forma e dimensione. Le stele sembra non abbiano un significato religioso, ma più che altro rappresentano il potere e l’importanza di chi le ha costruite. La terza stele più alta del parco, tuttora eretta in tutta la sua possanza, è un blocco di granito che si erge nel cielo per 23 metri ed è stata costruita da Re Ezana. Quella più grande, risalente al terzo secolo d.C., fu costruita da Re Remhai e giace stesa al suolo perché, pare, che all’atto della messa in posa, il peso immane l’abbia fatta crollare. Adiacente al parco si visiterà il museo archeologico che ospita una raccolta di tavolette di pietra con inscrizioni in lingua Sabea, manufatti e una collezione di croci e monete axumite. In seguito si procede per la “Piscina della Regina di Saba”, così nominata perché, secondo la leggenda, è stata costruita dalla Regina di Saba circa 3000 anni fa. Proseguendo lungo la strada si raggiungono le tombe dei Re Kaleb e Gebre Meskel che, sono state scavate attorno al sesto secolo, sotto i palazzi dell’imperatore Kaleb e di suo figlio e successore Gebre Meskel. Tornando verso Axum si visiterà il compound della cattedrale di Santa Maria di Tsion, dove, secondo la tradizione ortodossa etiopica, è custodita l’Arca dell’Alleanza. All’interno della chiesa che si visita oggi, si possono ammirare alcune pitture e strumenti musicali oltre alle fondamenta di uno dei 12 templi che originariamente facevano parte del complesso. Infine, uscendo dalla città si visiterà il palazzo della Regina di Saba (Dungur), costruito probabilmente nell’era pre-cristiana. Il palazzo conta circa 50 stanze ed è la fonte di molti oggetti e manufatti che si trovano oggi al museo. Di fronte al palazzo si trova il Parco delle Stele di Gudit, che ne contiene circa un centinaio di dimensioni ridotte. Si dice che una di queste stele sia posta sulla tomba di Makeda ovvero della Regina di Saba. Pranzo. Nel pomeriggio trasferimento in aeroporto in tempo utile per il volo di linea su Addis Abeba. Cena in un ristorante tipico con canti e balli tradizionali e trasferimento in hotel per riposo in attesa del volo.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

La Chiesa di Mariam di Zion, situata nella città di Axum, figura tra le più importanti chiese ortodosse etiopi.

Il complesso è caratterizzato dalla chiesa antica e dalla chiesa nuova. La chiesa antica riporta al suo interno diversi affreschi e presenta una collezione di strumenti musicali da cerimonia, mentre la chiesa nuova venne fatta costruire negli anni Sessanta con uno stile particolarmente stravagante. Vicino alla chiesa spicca un campanile dalle dimensioni sproporzionate.

Secondo la leggenda, nella vicina cappella sarebbe custodita l'arca dell'alleanza trafugata a Gerusalemme.


9

Addis Abeba/Italia

All’una di notte, circa, trasferimento in aeroporto per il volo Egyptair di rientro a Milano Malpensa via Cairo. Pernottamento a bordo. Arrivo previsto in tarda mattinata.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Partenza con volo di linea.


Aggiungi un po' di relax con un soggiorno mare