DOVE
Dove vorresti andare
QUANDO
Quando vorresti partire
DURATA
Quanto vorresti star via
BUDGET
Qual'è il tuo budget
TEMA
Cosa cerchi nel tuo viaggio
STILE DI VIAGGIO
Scegli il tuo stile
Condividi:

CILE, UN MONDO DA SCOPRIRE

Durata 15 giorni, 12 notti
QUOTE A PARTIRE DA: 7200
  • Latitud patagonia
  • Viaggi del Club

Descrizione del tour

Natura selvaggia e culture antiche si fondono in un viaggio di potenti contrasti.
Dalla poliedrica Santiago e la pittoresca Valparaiso, ai lunari paesaggi del Salar de Atacama, agli imponenti vulcani della Regione dei Laghi, ai fiordi dell’arcipelago di Chiloè fino gli enigmatici Moai dell’Isola di Pasqua: ogni giorno una emozione diversa!

Luoghi visitati

Volo di andata, Santiago del Cile, Valparaiso, San Pedro de Atacama, Salar de Atacama, Puerto Montt, Puerto Varas, Chiloè, Isola di Pasqua, Volo di rientro

Paesi visitati



Itinerario Giornaliero

1

Italia/Santiago del Cile

Partenza da Milano per Santiago del Cile (via San Paolo). Pasti e pernottamento a bordo.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE


2

Santiago del Cile

Categoria Sistemazione Trattamento
Select Atton el Bosque 4* Pensione completa

Accoglienza all’aeroporto di Santiago e partenza per la visita della città. Pranzo in corso d'escursione presso un caratteristico ristorante del suggestivo Mercato Centrale di Santiago. La visita della capitale cilena, che da sola accoglie più di un terzo della popolazione di tutto il Paese, prevede una passeggiata per le vie del centro storico, dove si possono ammirare la Cattedrale, “la Moneda” (il Palazzo del Governo), e la zona pedonale di Paseo Ahumada, una via ricca di negozi ed attività commerciali. Si prosegue per la zona bohemiene di Bellavista, caratterizzata da edifici multicolore e bar all’aperto, per raggiungere in fine lo Sky Costanera (il più alto grattacielo del Sudamerica), da dove si gode di una spettacolare vista della città e della cordigliera delle Ande. Rientro in Hotel, cena e pernottamento.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Collocata in posizione strategica all’inizio della Valle Centrale, la capitale cilena si sviluppa in dolce declivio da est verso ovest sulle prime pendici della Cordigliera Andina, passando dai 74 metri del quartiere di Maipù, ai 543 metri di Plaza de Armas, centro storico cittadino, fino ai 1.800 metri di El Arrayàn.

Di qui la distinzione dei quartieri, i barrios, in alti e bassi, secondo la loro collocazione rispetto alla Plaza de Armas. All’interno della cinta urbana troviamo veri e propri colli, come il Cerro San Cristòbal (880 metri) il Manquehue, il Navia, il Blanco, il San Luis e il Santa Lucia. La città è attraversata dal fiume Maponcho, che in mapuche significa “fiume che si perde dentro la terra”.

I suoi quartieri più belli sono Providencial con ristoranti e locali, Sanhattan, con hotel e ristoranti di lusso, Bellavista preferito dagli artisti e centro della vita notturna, dove si trova La Chascona, la casa di Pablo Neruda.


3

Santiago/Valparaiso/Santiago

Categoria Sistemazione Trattamento
Select Atton el Bosque 4* Pensione completa

In mattinata partenza in direzione della costa, dove il clima è quasi mediterraneo. Lungo il percorso si potranno ammirare i numerosi vigneti che rendono il Cile famoso per i suoi vini, attraversando le valli di Curacaví e di Casablanca (una delle principali aree di produzione vinicola del Paese). Il programma prevede una sosta in una azienda di produzione vitivinicola con degustazione. Proseguimento in direzione della costa per raggiungere Valparaiso: visita di questa bella e caratteristica città dichiarata dall'Unesco Patrimonio culturale dell'Umanità per via della sua particolare ed eclettica architettura. Fu uno dei porti più importanti del Nuovo Mondo con particolare sviluppo nell’Ottocento. I suoi quartieri residenziali, arrampicati sulle colline, sono collegati da scale e passaggi pittoreschi, ma la soluzione per collegare la collina con il porto furono i suoi numerosi ascensori, ancora utilizzati. Visita a “La Sebastiana” una delle case del premio Nobel Pablo Neruda per apprezzare il genio ironico e poetico di questo letterato. Pranzo in corso di escursione. Al termine si ritorna a Santiago. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Valparaiso è una città portuale cilena che dista circa 100 chilometri dalla capitale, Santiago. Famosa per le ripide funicolari e per le coloratissime case che si trovano nella zona collinare, tant’è che è chiamata anche la città dei mille colori e delle 42 colline. Importante centro industriale, si sviluppa in un’ampia e bellissima baia e sulle colline che la circondano dove sono concentrate vecchie case colorate, dallo stile coloniale. La caratteristica principale della città sono però le viuzze, strette e ripide, che si arrampicano sulle colline. Data la vicinanza del mare, la zona in cui sorge Valparaiso gode di un clima di tipo mediterraneo, con inverni piovosi e estati secche.

Forte il legame tra Pablo Neruda e Valparaiso, che visse ininterrottamente qui dal 1961 al 1973 in una casa bellissima con un’altrettanto bellissima vista, La Sebastiana, oggi sede della Fondazione Pablo Neruda e ospita la casa-museo del poeta. 


4

Santiago del Cile/Calama/San Pedro de Atacama

Categoria Sistemazione Trattamento
Select Casa Atacama 4* Mezza pensione

Trasferimento in aeroporto ed imbarco sul volo diretto a Calama, accoglienza e trasferimento a San Pedro de Atacama (1h30m). Il tragitto ci offre già un assaggio del paesaggio surreale che domina questa zona. Nel tardo pomeriggio visita della cordigliera del sale, la valle di Marte (chiamata anche valle della morte) e la Valle della Luna. Ci troviamo in una delle zone più aride e inospitali del Cile: nessuna pianta o insetto riesce a sopravvivere in questa zona desertica. Successivamente visita a Las Tres Marías, una formazione geologica interessante che si trova accanto ad una vecchia miniera di sale. Il tour termina con la spettacolare vista del tramonto sulla Valle della Luna, così chiamata per la sua somiglianza con il paesaggio lunare. Cocktail di benvenuto appositamente allestito in questo magnifico scenario. Arrivo a San Pedro. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

San Pedro de Atacama è un comune del Cile nella Regione di Antofagasta a un’altezza di 2.407 metri sul livello del mare. E’ anche il punto di accesso più importante per raggiungere il deserto di Atacama, uno dei più aridi al mondo. Nei dintorni si trova la Puna de Atacama, un altopiano che comprende il vulcano Licancabur, alto 5.920 metri e il Salar di Atacama, un lago salino. 

Gli edifici del centro storico di San Pedro de Atacama sono realizzati con un materiale particolare, i mattoni adobe, un impasto di argilla o fango, paglia secca e sabbia. Da visitare il museo archeologico Gustavo Le Paige, fondato dal padre gesuita omonimo nel 1963, che ospita una grande collezione di reliquie e artefatti della regione.


5

San Pedro de Atacama/Lagune altiplaniche/San Pedro de Atacama

Categoria Sistemazione Trattamento
Select Casa Atacama 4* Pensione completa

Prima colazione in hotel. Il Salar de Atacama, che ha fatto da sfondo a numerosi racconti, è un ambiente naturale unico: la luce abbagliante, i contorni nitidi dei vulcani che si stagliano sul cielo blu hanno assistito allo svilupparsi di civiltà preincaiche ed hanno suggerito alle popolazioni locali una mitologia ricca ed affascinante. Escursione alla Laguna Cejar (2.410 m.s.l.d.m.): partenza verso il Salar de Atacama percorrendo circa 60 km fino a raggiungere le lagune turchesi contornate da cristalli di sale di varie forme, dove i fenicotteri rosa amano nidificare. Proseguimento per Toconao (2.475 m.s.l.d.m.) villaggio di artigiani specializzati nella lavorazione della pietra pomice e proseguimento lungo la Quebrada de Jerez, con coltivazioni ortofrutticole, fino a raggiungere la Laguna Chaxa nel cuore del Salar di Atacama, dove nidificano le tre specie di fenicotteri che vivono nel Salar. Pranzo in corso di escursione. Rientro in Hotel, cena e pernottamento.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Il Salar de Atacama – Atacama è il nome Quechua del Pato Negro, una specie di anatra – è il lago salino più grande del Cile, di oltre 300.000 ettari, lungo 100 chilometri e largo 30, a 2.400 metri sopra il livello del mare. Le acque di alcuni torrenti come il San Pedro che filtrano dai rilievi circostanti, hanno dato origine a questo enorme bacino di acqua salmastra, ricoperto da una crosta di sale, in mezzo al quale si trovano piccole lagune turchesi. L’aria particolarmente secca crea distorsioni nelle distanze ed effetti ottici. Oltre al sale da cucina, la vera ricchezza del Salar è il litio, di cui il Cile è uno dei più grandi produttori al mondo. 

Il Salar è considerato uno dei luoghi più aridi al mondo, con il suolo spesso paragonato a quello del pianeta Marte.


6

San Pedro de Atacama/Puerto Varas

Categoria Sistemazione Trattamento
Select Cabaña del Lago 4* Mezza pensione

Prima colazione. Escursione archeologica alla Valla dell’Arcobaleno dove si possono vedere i petroglifi di Yerba Buena, con raffigurazioni di animali che datano fino a 10.000 anni. Si possono riconoscere 4 stili differenti, a testimonianza di un continuo passaggio attraverso questo tratto delle Ande, parte del percorso detto “Camino del Inca”. Pranzo al sacco. In tempo utile trasferimento in aeroporto ed imbarco sul volo per Santiago con immediato proseguimento per Puerto Montt. Arrivo in tarda serata, accoglienza e trasferimento in hotel a Puerto Varas. Sistemazione e pernottamento.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Capitale della X Regione de Los Lagos, Puerto Montt fu fondata il 12 febbraio 1853 da Vicente Pérez Rosales, incaricato della colonizzazione della Regione del Lago Llanquihue. Popolata da coloni tedeschi e battezzata col nome dell’allora presidente Manuel Montt, la città divenne il centro di riferimento per tutto il territorio dei laghi grazie alla linea ferroviaria che nel 1912 la collegò a Santiago, e al porto che garantiva le comunicazioni con Chiloè, Aisèn e tutta la regione magellanica.

Il porto collocato a ovest del centro urbano e protetto dall’Isla Tengo, e il lungomare sono stati completamente ricostruiti con criteri moderni dopo il terremoto del 1960.

Lungo la commerciale Calle Antonio Varas si affacciano negozi soprattutto di articoli navali e di pesca, e in Calle Pedro Montt sono concentrati i bar ed i locali di ritrovo; interessanti sono Calle Chorillos, che conserva costruzioni dell’inizio del secolo XX, e Calle Urmeneda, con le abitazioni dei coloni più benestanti.


7

Puerto Varas

Categoria Sistemazione Trattamento
Select Cabaña del Lago 4* Pensione completa

La regione del sud si caratterizza per imponenti vulcani coperti di boschi fittissimi di araucarie e punteggiati da laghi e ruscelli. Partenza per la visita di Puerto Varas, capitale turistica della Regione dei Laghi. La cittadina, con i suoi viali fioriti, fondata da coloni tedeschi nel 1852, è punto base per la visita del Lago Llanquihue, le cui acque azzurre e cristalline sono sovrastate dai vulcani Osorno e Calbuco. Proseguimento per Puerto Montt, caratteristico paesino di pescatori, e visita della Caleta di Angelmo’. Successivo passaggio per Frutillar, una graziosa cittadina che sorge sulle sponde del Lago Llanquihue per finire con le rapide di Petrohué. Pranzo in corso d’escursione. Rientro in Hotel, cena e pernottamento.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Puerto Varas è un comune del sud del Cile situato nella provincia di Llanquihue, nella regione di Los Lagos, sulla costa sud del lago Llanquihue.

Venne fondato da emigranti tedeschi che arrivarono nella zona negli anni 1852 e 1853. Oggigiorno la città è un importante centro turistico che offre diversi paesaggi naturali, una gastronomia particolare, spiaggia, parchi naturali, pesca con la mosca e diverse attività sportive come il andinismo, lo sci, il golf, gli sport nautici, il kayak, le cavalcate e il canyoping.

Nel territorio del comune di Puerto Varas si trova il Parco Nazionale Vicente Pérez Rosales, il più antico del Cile.


8

Puerto Varas/Chiloè

Categoria Sistemazione Trattamento
Select Enjoy Chiloè 4* Pensione completa

Partenza per l’arcipelago di Chiloè, le cui chiese sono state dichiarate dall’UNESCO Patrimonio Culturale dell’Umanità. L’Isola vanta una propria cultura, detta chilota, ben esplorata e raccontatata dallo scrittore Coloane. La fantasia di questo popolo di pescatori, abituati a confrontarsi con la potenza dell’oceano, ha creato un pantheon di bizzarre creature, protagoniste di leggende e racconti che sono il riflesso della dura quotidianità di queste latitudini. Le chiese sono spesso coperte di scandole di legno e la loro costruzione non utilizza metalli. Le case invece sono spesso coloratissime palafitte, ideali per contrastare le alte mareee. Anche la cucina è molto originale con piatti che uniscono carne a frutti di mare nel tipico “curanto”. Partenza con bus privato che verrà imbarcato su una chiatta per attraversare il Canale del Chacao, si visiterà la località di Ancud con il suo museo regionale per comprendere i molteplici aspetti della cultura locale. Proseguimento per visitare le località di Quemchi, Aucar, Tenàun, e la cittadina di Castro, capitale dell’arcipelago. Pranzo in corso di escursione. Sistemazione in Hotel a Castro, cena e pernottamento.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Si trova nel sud del Cile l’arcipelago di Chiloè, formato dalla Isla Grande – che con i suoi 9.188 chilometri quadrati è la seconda isola per estensione del Sudamerica dopo La Tierra del Fuego - e da una ventina di isolotti vicini. Rispetto al Cile continentale l’arcipelago di Chiloè costituisce un universo a sé stante, dove storia, costumi, tradizioni, miti e leggende sono il risultato di secoli di isolamento geografico e la popolazione è frutto di incroci secolari tra coloni spagnoli e indigeni. Il clima marino umido ha favorito l’insediamento umano, e la mescolanza tra Chono e Huilliche a cui si è aggiunto il sangue basco hanno forgiato la personalità, di un popolo di pescatori intrepidi, veri nomadi del mare che a bordo dei lanchòn navigavano nel dedalo dei canali e dei fiordi fino alle estreme propaggini della Patagonia. Il periodo migliore per visitarlo è tra ottobre e marzo.

Chiloè fu avvistata la prima volta nel 1540 dal navigatore Alfonso de Camargo.


9

Chiloè/Santiago del Cile

Categoria Sistemazione Trattamento
Select Atton el Bosque 4* Mezza pensione

Prima colazione ed in tempo utile trasferimento all’aeroporto di Puerto Montt e partenza per Santiago. Accoglienza e trasferimento in Hotel, sistemazione, cena e pernottamento.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Si trova nel sud del Cile l’arcipelago di Chiloè, formato dalla Isla Grande – che con i suoi 9.188 chilometri quadrati è la seconda isola per estensione del Sudamerica dopo La Tierra del Fuego - e da una ventina di isolotti vicini. Rispetto al Cile continentale l’arcipelago di Chiloè costituisce un universo a sé stante, dove storia, costumi, tradizioni, miti e leggende sono il risultato di secoli di isolamento geografico e la popolazione è frutto di incroci secolari tra coloni spagnoli e indigeni. Il clima marino umido ha favorito l’insediamento umano, e la mescolanza tra Chono e Huilliche a cui si è aggiunto il sangue basco hanno forgiato la personalità, di un popolo di pescatori intrepidi, veri nomadi del mare che a bordo dei lanchòn navigavano nel dedalo dei canali e dei fiordi fino alle estreme propaggini della Patagonia. Il periodo migliore per visitarlo è tra ottobre e marzo.

Chiloè fu avvistata la prima volta nel 1540 dal navigatore Alfonso de Camargo.


10

Santiago/Isola di Pasqua

Categoria Sistemazione Trattamento
Select Hanga Roa 5* Pensione completa

Prima colazione in Hotel. Trasferimento in aeroporto e volo verso Isola di Pasqua. Arrivo e trasferimento in hotel. L’isola, le cui dimensioni sono simili a quelle dell’isola d’Elba, dista più di 3800 km dalla costa cilena e circa 2.200 km dalla Polinesia, è di origine vulcanica e il mistero avvolge l’origine e la scomparsa delle civiltà che vi si svilupparono. Una delle più enigmatiche è quella che ci ha lasciato più di 800 Moai, imponenti statue intagliate nella roccia del vulcano e trasportate verso la riva del mare senza alcuno degli strumenti moderni. Pranzo e sistemazione in hotel. Nel pomeriggio visita del paese di Rapa Nui con il mercato artigianale, la chiesa e la baia. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Conosciuta anche come Rapa Nui, l’Isola di Pasqua si trova nell’Oceano Pacifico e dista 3.700 chilometri dalla costa cilena. Si chiama così perché fu scoperta il giorno di Pasqua del 1722 da Jacob Roggeveen, esploratore olandese.

E’ un'isola vulcanica con una superficie di 171 km², e la sua popolazione, di origine polinesiana, conta quasi 3.000 abitanti, quasi tutti concentrati nella cittadina di Hanga Roa. Il moderno aeroporto Mataveri vanta la più lunga pista del Sud America ed è stato recentemente rimodernato come punto di atterraggio di emergenza per lo Space Shuttle.

Simbolo dell’Isola di Pasqua sono le statue dei moai, enormi busti monolitici (alti tra i 2,5 e i 10 metri e se ne contano 638) che dovrebbero rappresentare i capo tribù indigeni. L’isola infatti è stata abitata fin dal IV secolo d.C. e la sua storia è ricca di fascino e di mistero. Oltre ai moai le attrazioni sono i 4 vulcani, le colonie di capodogli e la possibilità di praticare trekking ed ecoturismo.


11

Isola di Pasqua

Categoria Sistemazione Trattamento
Select Hanga Roa 5* Pensione completa

Partiamo alla scoperta della più antica civiltà dell’isola, estintasi forse intorno al 1500 d.c.. Il tour inizia nella città di Hanga Roa, lungo la costa dell’isola di Pasqua. Si arriva a Ahu Akahanga, una piattaforma cerimoniale con una larghezza di 18 metri, mai restaurata. Si prosegue verso uno dei siti archeologici piu’ interessante della zona: il Rano Raraku, un cratere vulcanico con una laguna all'interno. Nelle sue vicinanze si potranno osservare 396 moais. A 2 chilometri si trova Ahu Tongariki, un'altra impressionante piattaforma cerimoniale larga 220 metri, dove si potranno contemplare 15 statue gigantesche di varie forme e misure. Pranzo al sacco. Nel pomeriggio, partenza verso Ahu Te Pito Kura che presenta il Moai piu’ grande dell’isola con 10 metri di altezza e 90 tonnellate. Questo sito archeologico è anche conosciuto come l'ombelico del mondo. Si prosegue verso la spiaggia di Anakena: una leggenda narra che Hotu Matua, il primo re dell'isola, approdò su questa spiaggia e iniziò una delle sculture megalitiche piu’ sorprendenti che il mondo abbia mai conosciuto. Tempo a disposizione per riposare e godere della sabbia bianca e delle acque cristalline di Anakena. Il rientro a Hanga Roa si effettuerà percorrendo la costa sud dell’isola. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Conosciuta anche come Rapa Nui, l’Isola di Pasqua si trova nell’Oceano Pacifico e dista 3.700 chilometri dalla costa cilena. Si chiama così perché fu scoperta il giorno di Pasqua del 1722 da Jacob Roggeveen, esploratore olandese.

E’ un'isola vulcanica con una superficie di 171 km², e la sua popolazione, di origine polinesiana, conta quasi 3.000 abitanti, quasi tutti concentrati nella cittadina di Hanga Roa. Il moderno aeroporto Mataveri vanta la più lunga pista del Sud America ed è stato recentemente rimodernato come punto di atterraggio di emergenza per lo Space Shuttle.

Simbolo dell’Isola di Pasqua sono le statue dei moai, enormi busti monolitici (alti tra i 2,5 e i 10 metri e se ne contano 638) che dovrebbero rappresentare i capo tribù indigeni. L’isola infatti è stata abitata fin dal IV secolo d.C. e la sua storia è ricca di fascino e di mistero. Oltre ai moai le attrazioni sono i 4 vulcani, le colonie di capodogli e la possibilità di praticare trekking ed ecoturismo.


12

Isola di Pasqua

Categoria Sistemazione Trattamento
Select Hanga Roa 5* Pensione completa

Mattinata dedicata alla visita di Ahu Akivi. Partenza da Hanga Roa percorrendo la strada che porta ad Anakena fino ad arrivare ad AhuHuri, una delle 25 piattaforme cerimoniali erette all'interno dell'isola. Il suo Moai è stato restaurato dal Dr. William Mulloy nel 1976 e ha la particolarità di avere 2 paia di mani. La visita continua ad Ahu Akivi, il centro archeologico del settore Roihi e il primo sito restaurato negli anni 1960. È un luogo particolarmente interessante, non solo per la sua posizione (centro dell'isola), ma anche per le leggende esistenti attorno ai suoi sette Moai che a differenza degli altri guardano verso il mare. Si prosegue con la visita al sito archeologico di AhuVaiTeka, che presenta una grande concentrazione di grotte e pozzi che furono importanti rifornimenti d'acqua per l'antica popolazione di Rapa Nui. L'ultima tappa è Puna Pau, un sito situato ad est della città di Hanga Roa, in un piccolo cratere di scorie vulcaniche rosse da dove veniva estratta la roccia rossa usata per costruire i “Pukao” (cappelli). Rientro ad Hanga Roa. Pranzo. Nel pomeriggio visita della Città Cerimoniale di Orongo. La visita inizia a Vinapu e prosegue verso RanoKau, un vulcano alto 310 metri con un cratere di 1,6 km di diametro e una laguna di acqua fresca profonda 11 metri. Accanto al cratere di questo vulcano si trova l'antica città cerimoniale di Orongo, con la più grande concentrazione di petroglifici che raffigurano l’uomo uccello “Tangata Manu”, il dio creatore “Make Make” e di Komari, simbolo della fertilità. Rientro in hotel cena e pernottamento.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Conosciuta anche come Rapa Nui, l’Isola di Pasqua si trova nell’Oceano Pacifico e dista 3.700 chilometri dalla costa cilena. Si chiama così perché fu scoperta il giorno di Pasqua del 1722 da Jacob Roggeveen, esploratore olandese.

E’ un'isola vulcanica con una superficie di 171 km², e la sua popolazione, di origine polinesiana, conta quasi 3.000 abitanti, quasi tutti concentrati nella cittadina di Hanga Roa. Il moderno aeroporto Mataveri vanta la più lunga pista del Sud America ed è stato recentemente rimodernato come punto di atterraggio di emergenza per lo Space Shuttle.

Simbolo dell’Isola di Pasqua sono le statue dei moai, enormi busti monolitici (alti tra i 2,5 e i 10 metri e se ne contano 638) che dovrebbero rappresentare i capo tribù indigeni. L’isola infatti è stata abitata fin dal IV secolo d.C. e la sua storia è ricca di fascino e di mistero. Oltre ai moai le attrazioni sono i 4 vulcani, le colonie di capodogli e la possibilità di praticare trekking ed ecoturismo.


13

Isola di Pasqua/Santiago

Categoria Sistemazione Trattamento
Select Atton el Bosque 4* Mezza pensione

Prima colazione, trasferimento in aeroporto e partenza in volo per Santiago. All’arrivo, accoglienza e trasferimento in Hotel. Sistemazione, cena e pernottamento.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Santiago del Cile, oltre a essere la capitale cilena, è anche la metropoli più importante del paese. Situata al centro delle cordigliere della Ande e della Costa, ha un doppio volto: da un lato gli edifici del passato coloniale, dall’altro, la modernità dell’architettura di oggi. Fulcro della città è Plaza de Armas, incorniciata da splendidi palazzi storici, come la Posta Centrale, la Cattedrale Metropolitana, il Museo Nazionale. Il quartiere più popolare e romantico è Bella Vista, con teatri, musei, locali e ristoranti e una delle case di Pablo Neruda, la Chascona, sede della fondazione a lui intitolata. Con la funicolare si raggiunge la collina di San Cristobal, con splendida vista della città e il Santuario dell’Immacolata Concezione, con la statua della Vergine sempre illuminata per essere visibile giorno e notte. Da non perdere il Mercado Central, con oltre 240 negozi, dichiarato dal National Geographic il quinto mercato più bello del mondo. 

 


14

Santiago/Italia

Prima colazione. Trasferimento in aeroporto ed imbarco sul volo di rientro in Italia (via San Paolo). Pernottamento e pasti a bordo.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Volo di linea


15

Italia

Arrivo a Milano e fine dei nostri servizi.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Aggiungi un po' di relax con un soggiorno mare

Il Quality Group