DOVE
Dove vorresti andare
QUANDO
Quando vorresti partire
DURATA
Quanto vorresti star via
BUDGET
Qual'è il tuo budget
TEMA
Cosa cerchi nel tuo viaggio
STILE DI VIAGGIO
Scegli il tuo stile
Condividi:

Tesori d'Albania e i laghi di Scutari e Ocrida

Durata 9 giorni, 8 notti
QUOTE A PARTIRE DA: 1360
  • Europa World
  • QSelect

Esclusiva Europa World

Descrizione del tour

Tirana, Durazzo, Ardenica, Apollonia, Valona, Porto Palermo, Butrinto, Saranda, Occhio Blu, Argirocastro, Berat, Scutari, Kruja, Ocrida.

Luoghi visitati

Tirana, Durazzo, Ardenica, Apollonia, Valona, Porto Palermo, Butrinto, Saranda, Occhio Blu, Argirocastro, Byllis, Berat, Kruja, Scutari, Ocrida

Note informative

* IMPORTANTE *
Il presente viaggio è garantito con un minimo di 4 partecipanti e soggetto a riconferma 21 giorni precedenti la data di partenza. (Art.92, comma 3 del Cod.Cons.).
In mancanza del raggiungimento del numero minimo, sarete contattati entro i 21 giorni precedenti la partenza per una proposta alternativa. In caso contrario la presente partenza è da ritenersi confermata. ** NOTA BENE **
A causa della poca disponibilità di strutture alberghiere nella città di Saranda, in alcune date il pernottamento verrà effettuato nella città di Argirocastro, senza modificare le visite previste dal programma.

Paesi visitati



Itinerario Giornaliero

1

Italia / Tirana / Durazzo

Categoria Sistemazione Trattamento
Standard Vila Brais 4*, o similare Cena e pernottamento

Partenza dall’Italia con voli di linea. Arrivo all'aeroporto di Tirana e trasferimento in albergo a Durazzo. Cena in ristorante e pernottamento in albergo.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Per anni Tirana è stata prima in classifica tra le città peggiori in Europa. E negli anni Novanta, alla caduta del regime comunista e dopo decenni di dittatura stalinista, la città invece di migliorare è peggiorata ulteriormente, finendo nel caos e diventando terreno fertile per la criminalità.

Ma oggi tutto è cambiato. Il caos di una grande città resta, ma Tirana si presenta come una città piacevole – e che piace! – ricca di spunti culturali, di intrattenimento. Da città grigia, oggi viene chiamata “la città colorata” per via delle abitazioni verniciate con colori arcobaleno, che danno luce e un tocco di vivacità. Uno dei suoi quartieri simbolo, Blloku (Il Blocco tradotto letteralmente) era l’ex quartiere dei dirigenti del Comitato Centrale del Partito del Lavoro e poi zona residenziale del dittatore Enver Hoxha, oggi è il cuore della movida, con alberghi famosi, ristoranti, negozi e caffè. Da non perdere Piazza Skanderbeg, il cuore di Tirana, dedicata all’eroe nazionale Giorgio Castriota Skanderberg, che resistette con un esercito esiguo all’invasione dell’Impero Ottomano nel XV secolo. Qui si trovano i musei e i monumenti più importanti.

Pur non essendo famosa per la gastronomia, a Tirana si possono gustare ottimi caffè e birra. Per un po’ di relax nelle immediate vicinanze, c’è Parku i Madh, un’area verde per picnic sui prati e per passeggiate oppure il Parco Nazionale dei Monti Dajti, dove si respira una gradevole aria fresca, anche nei giorni più caldi.


2

Durazzo / Ardenica / Apollonia / Valona

Categoria Sistemazione Trattamento
Standard Partner 4*, o similare Mezza pensione

Prima colazione in albergo. Giro panoramico di Durazzo, dove si potranno ammirare la Torre Veneziana, le Mura Bizantine, le rovine dei Bagni di Traiano e del Foro Romano, e l'Anfiteatro Romano del II secolo a.C., il più grande della penisola Balcanica. Partenza verso Fier e visita del Monastero di Ardenica, dove nel 1451, fu celebrato il matrimonio di Skanderbeg, eroe nazionale d’Albania, con Andronika Arianiti. Proseguimento per il Parco Archeologico di Apollonia dell'Illiria, una delle più grandi città antiche situata lungo le coste dell'Adriatico, risalente al VI secolo a.C. Pranzo libero. Nel pomeriggio, continuazione per la città di Valona. Giro panoramico della città e sistemazione in albergo. Cena in ristorante e pernottamento.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

La Chiesa di Santa Maria occupa uno spazio centrale del Monastero di Ardenica. Costruita anche con le pietre provenienti dalla vivina Apollonia, è famosa per aver ospitato le nozze del Principe Giorgio Castriota con Andronika Arianiti, una nobildonna, nel XV secolo. Ristrutturata nel XVIII secolo, la chiesa ospita alcune opere dipinte dal maestro Kostandin Shpataraku che risalgono a quell'epoca. Sia la chiesa sia il Monastero sono in stile bizantino e si trovano in un luogo molto suggestivo. Da non perdere la visita alla Cappella dedicata alla Santa Trinità.

.


3

Valona / Porto Palermo / Butrinto / Saranda

Categoria Sistemazione Trattamento
Standard Jaroal 4*, o similare Mezza pensione

Prima colazione in albergo. Partenza verso sud, percorrendo la spettacolare strada costiera della Riviera tra Valona e Saranda, soprannominata “l'ultimo segreto d'Europa” per la natura ancora incontaminata. Lungo questo percorso sono previste soste nei punti panoramici, come al passo di Llogara (1025 m slm) e nel golfo di Porto Palermo, dove si visiterà la fortezza di Ali Pascià. Proseguimento verso il Parco Archeologico di Butrinto con una sosta per il pranzo libero lungo il percorso. Butrinto è inserita nel Patrimonio dell'Umanità dell'Unesco ed è il più grande e importante sito archeologico dell'Albania. Al termine trasferimento a Saranda dov’è prevista la visita panoramica del centro e delle rovine della Sinagoga. Sistemazione in albergo. Cena in ristorante e pernottamento.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Porto Palermo si trova a Himare, a sud di Valona, sulla costa ionica dell’Albania,nell’estremo sud-ovest del Paese e di fronte all’isola greca di Corfù. Il castello edificato da Ali Pasha di Ioannina all’inizio del XIX secolo è stato battezzato Porto Palermo dai soldati italiani durante la Prima Guerra Mondiale. Secondo la leggenda, pare che per nascondere il suo tesoro, Ali Pasha fece uccidere tutti gli operai e gli architetti che avevano contribuito alla costruzione del castello. Del tesoro ne parla anche Dumas nel Conte di Montecristo.

I sotterranei della fortezza, l’originaria polveriera e i depositi furono trasformati dal re Zog in prigioni per i dissidenti, divenne prigione italiana e infine sotto Enver Hoxha, campo di lavoro e zona militare.

Incastonata nella roccia si trova la piccola chiesa, conosciuta come la chiesa di Vasiliqi, moglie ortodossa di Ali Pasha. Secondo un’altra leggenda, Ali Pasha, per fare spazio alla fortezza, rase al suolo la piccola chiesa (detta anche di San Nicola)  per poi farla ricostruire in soli due giorni all’ingresso della penisola.


4

Saranda / Occhio Blu / Argirocastro

Categoria Sistemazione Trattamento
Standard Argjiro 4*, o similare Mezza pensione

Prima colazione in albergo. Partenza per Argirocastro, con soste lungo il percorso al Castello Lekursi, dal quale si gode una meravigliosa veduta della baia di Saranda, e per visitare l’Occhio Blu, una sorgente carsica di rara bellezza. Pranzo libero. Arrivo ad Argirocastro, nota come la "Città di Pietra", perché la maggior parte delle vecchie case del suo centro storico sono totalmente costruite in questo materiale. Si visiteranno l’imponente castello, all’interno del quale si trova il Museo delle Armi, l’interessante Museo Etnografico, ospitato all'interno della casa natale di Enver Hoxha, dittatore dell’Albania per quasi mezzo secolo, alcune abitazioni caratteristiche delle vecchie famiglie nobili e l'antico bazaar. Tempo libero a disposizione per un po’ di shopping nel bazaar. Sistemazione in albergo, cena e pernottamento.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

L’Occhio Blu è una sorgente carsica che si trova nel villaggio di Mullina, a soltanto ventidue chilometri ad est di Saranda, la famosa e vivace località balneare della Riviera Albanese. Sgorga a una temperatura di circa 12 °C e per questo motivo non è balneabile, ma è ottimo luogo di refrigerio durante le giornate di sole rovente. Viene paragonata a un occhio blu, perché la parte interna della sorgente è blu scuro, come la pupilla mentre quella esterna è turchese, come l’iride di un occhio. Circondata da una folta vegetazione, si raggiunge a piedi in una camminata di un paio di chilometri.


5

Argirocastro / Berat

Categoria Sistemazione Trattamento
Standard Mangalemi 3*, o similare Mezza pensione

Prima colazione in albergo e pranzo libero. Partenza per la città di Berat, conosciuta come la "città delle mille finestre". Si potranno ammirare il castello con il borgo fortificato, il Museo delle Icone e alcune delle chiese e delle moschee meglio conservate della città. La città è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall'Unesco nel 2005. Al termine delle visite, sistemazione in albergo, cena e pernottamento.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Il sito archeologico di Byllis si trova nell'Albania centrale, sulle cime di una collina, dalla quale si può osservare un panorama che passa dal mare alle montagne. E' stato abitato soltanto dalla metà del IV secolo a.C. fino alla fine del VI secolo d.C. caratteristica che lo rende unico nel suo genere e soprattutto molto ben conservato e dove si possono vedere vestigia che non sono state intoccate da popolazioni più recenti. Si dice che sia il sito archeologico meglio conservato nel Mediterraneo, con reperti che risalgono veramente a 2.500 anni fa. Gli archeologi qui hanno portato alla luce un laboratorio dove si produceva olio, una cantina, e anche un laboratorio per la fusione del vetro. 

 


6

Berat / Elbasan / Tirana

Categoria Sistemazione Trattamento
Standard Dinasty 4*, o similare Mezza pensione

Prima colazione in albergo e partenza per Elbasan per una breve visita della città. Pranzo libero. Nel pomeriggio partenza per Tirana. Durante la visita si potranno ammirare "Gli Albanesi", il mosaico sulla facciata del Museo Storico Nazionale dove è previsto l'ingresso, la statua dell’eroe Skanderbeg, nella piazza che porta lo stesso nome, la Moschea di Et'hem Bey, gli edifici governativi e il Centro Internazionale della Cultura, ormai comunemente chiamato “la Piramide” per la sua forma particolare. Sistemazione in albergo, cena in ristorante e pernottamento.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

La più grande (5 ettari di superficie) e importante piazza di Tirana, Piazza Skanderbeg è dedicata all’eroe nazionale Giorgio Castriota Skanderbeg, che per più di vent’anni respinse gli attacchi dei turchi ottomani durante il XV secolo, ed è il luogo che più incarna il patriottismo e il nazionalismo albanese. In questa imponente piazza si svolgevano le spettacolari parate militari del governo comunista. Da vedere: la statua equestre di Giorgio Catriota Skanderbeg (inaugurata nel 1940 alla presenza di Benito Mussolini); il Museo storico nazionale con la storia del Paese, dal Paleolitico a oggi; la Moschea di Et’hem Bey, costruita nel 1780; la Torre dell’Orologio, (35 metri di altezza) costruita a partire dal 1821 e terminata con il contributo economico delle famiglie benestanti di Tirana; il Teatro dell’Opera e Danza, edificato nel 1953, fulcro della vita culturale di Tirana; la Nuova Cattedrale Ortodossa, inaugurata nel 2011, cattedrale dell’arcidiocesi di Tirana, Durazzo e di tutto il Paese.


7

Tirana / Scutari / Kruja / Tirana

Categoria Sistemazione Trattamento
Standard Dinasty 4*, o similare Mezza pensione

Prima colazione in albergo. Partenza per Scutari, antichissimo centro di origine illirica dai mille volti: greci, romani, veneziani, bizantini e ottomani, con bellissime chiese e splendide moschee. Si potranno ammirare la Cattedrale Cattolica di Santo Stefano, la Chiesa Francescana e la Moschea Ebu Bekr. Pranzo libero. Partenza per Kruja, l’antica capitale albanese, simbolo della resistenza anti-ottomana e città natale dell’eroe nazionale Giorgio Castriota Skanderbeg. Vi si potranno ammirare le rovine della fortezza medievale ed il caratteristico bazar. Rientro a Tirana. Cena e pernottamento.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Per anni Tirana è stata prima in classifica tra le città peggiori in Europa. E negli anni Novanta, alla caduta del regime comunista e dopo decenni di dittatura stalinista, la città invece di migliorare è peggiorata ulteriormente, finendo nel caos e diventando terreno fertile per la criminalità.

Ma oggi tutto è cambiato. Il caos di una grande città resta, ma Tirana si presenta come una città piacevole – e che piace! – ricca di spunti culturali, di intrattenimento. Da città grigia, oggi viene chiamata “la città colorata” per via delle abitazioni verniciate con colori arcobaleno, che danno luce e un tocco di vivacità. Uno dei suoi quartieri simbolo, Blloku (Il Blocco tradotto letteralmente) era l’ex quartiere dei dirigenti del Comitato Centrale del Partito del Lavoro e poi zona residenziale del dittatore Enver Hoxha, oggi è il cuore della movida, con alberghi famosi, ristoranti, negozi e caffè. Da non perdere Piazza Skanderbeg, il cuore di Tirana, dedicata all’eroe nazionale Giorgio Castriota Skanderberg, che resistette con un esercito esiguo all’invasione dell’Impero Ottomano nel XV secolo. Qui si trovano i musei e i monumenti più importanti.

Pur non essendo famosa per la gastronomia, a Tirana si possono gustare ottimi caffè e birra. Per un po’ di relax nelle immediate vicinanze, c’è Parku i Madh, un’area verde per picnic sui prati e per passeggiate oppure il Parco Nazionale dei Monti Dajti, dove si respira una gradevole aria fresca, anche nei giorni più caldi.


8

Tirana / Ocrida / Tirana

Categoria Sistemazione Trattamento
Standard Dinasty 4*, o similare Mezza pensione

Prima colazione in albergo. Partenza per Ocrida, dove si visiterà il Monastero di Sveti Naum, uno dei monasteri ortodossi più belli della Macedonia, luogo dalla misticità unica. Pranzo libero. Proseguimento della vista con il centro città di Ocrida, dove si potrà ammirare la Cattedrale di Sveta Sofija. E’ previsto anche una crociera in barca nel lago di Ocrida. Rientro a Tirana per la cena ed il pernottamento.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Per anni Tirana è stata prima in classifica tra le città peggiori in Europa. E negli anni Novanta, alla caduta del regime comunista e dopo decenni di dittatura stalinista, la città invece di migliorare è peggiorata ulteriormente, finendo nel caos e diventando terreno fertile per la criminalità.

Ma oggi tutto è cambiato. Il caos di una grande città resta, ma Tirana si presenta come una città piacevole – e che piace! – ricca di spunti culturali, di intrattenimento. Da città grigia, oggi viene chiamata “la città colorata” per via delle abitazioni verniciate con colori arcobaleno, che danno luce e un tocco di vivacità. Uno dei suoi quartieri simbolo, Blloku (Il Blocco tradotto letteralmente) era l’ex quartiere dei dirigenti del Comitato Centrale del Partito del Lavoro e poi zona residenziale del dittatore Enver Hoxha, oggi è il cuore della movida, con alberghi famosi, ristoranti, negozi e caffè. Da non perdere Piazza Skanderbeg, il cuore di Tirana, dedicata all’eroe nazionale Giorgio Castriota Skanderberg, che resistette con un esercito esiguo all’invasione dell’Impero Ottomano nel XV secolo. Qui si trovano i musei e i monumenti più importanti.

Pur non essendo famosa per la gastronomia, a Tirana si possono gustare ottimi caffè e birra. Per un po’ di relax nelle immediate vicinanze, c’è Parku i Madh, un’area verde per picnic sui prati e per passeggiate oppure il Parco Nazionale dei Monti Dajti, dove si respira una gradevole aria fresca, anche nei giorni più caldi.


9

Tirana / Italia

Categoria Sistemazione Trattamento
Standard Prima colazione

Prima colazione in albergo. Trasferimento in aeroporto in tempo utile per il volo di rientro in Italia.

MAPPA PUNTI DI INTERESSE

Aggiungi un po' di relax con un soggiorno mare

Il Quality Group