DOVE
Dove vorresti andare
QUANDO
Quando vorresti partire
DURATA
Quanto vorresti star via
BUDGET
Qual'è il tuo budget
TEMA
Cosa cerchi nel tuo viaggio
STILE DI VIAGGIO
Scegli il tuo stile

SPALANCA LE PORTE DEL SOUTH AUSTRALIA

Dalla capitale verso la magia dei luoghi della tradizione aborigena nell’Outback e nelle Flinders Ranges.

Condividi:

Una terra dalle mille sfumature è quella che aspetta il viaggiatore curioso di scoprire la maestosità sconfinata del continente australiano.

Porta da cui cominciare ad esplorarlo è Adelaide, capitale del South Australia, che rivela un fascino squisitamente britannico che già si intuisce dal nome attribuitole nel XIX secolo dal sovrano d'Inghilterra re Guglielmo IV in onore della sua consorte. Una città che ha fatto della sua multiculturalità un punto di forza che oggi si riflette tanto nella variegata offerta gastronomica quanto in quella culturale soprattutto durante il "Mad March", la stagione dei festival metropolitani. Se il mondo delle arti in generale è celebrato con mostre e performance dal Fringe Festival e dall'Adelaide Festival, specificatamente la musica è la grande protagonista dei concerti che si tengono presso il suo splendido giardino botanico.

Qui le teorie urbanistiche degli utopisti inglesi Oglethorpe e Sharp sono diventate una realtà che ha preso forma, su progetto di William Light per il primo insediamento nato non come colonia penale, attraverso spazi ordinati su una pianta a scacchiera in armonia con la natura grazie alla presenza di numerosi parchi e piazze.
Lo stile vittoriano caratterizza molti dei suoi edifici storici, dalla sede del municipio alle numerose chiese che per anni le sono valse il soprannome di "città delle chiese", oggi sostituito da quello di "città dei venti minuti" grazie alla viabilità estremamente scorrevole e all'efficienza all'efficienza dei suoi mezzi pubblici O-Bahn.
Il luogo per eccellenza della cultura cittadina è North Terrace, viale famoso per la concentrazione di musei tra cui il South Australian Museum, che custodisce la più vasta raccolta di artefatti aborigeni del paese, e l’Art Gallery of South Australia con la pregevole pinacoteca di maestri europei e australiani.

Da Adelaide parte l'Epicurean Way, percorso enogastronomico che mescola l'esperienza dei gusti e dei prodotti locali a quella dei suoi pittoreschi paesaggi nelle regioni vinicole McLaren Vale, Adelaide Hills, Barossa e Clare Valley. In quest'area, in cui si concentra più del 30 per cento dell'intera produzione nazionale, l'imperativo è quello di assaporare tutto con lentezza: le degustazioni nelle cantine, i tour nei vigneti a piedi, bicicletta o in mongolfiera fino a creare addirittura il vostro sotto la guida di un esperto enologo. La storia del vino in Australia è relativamente giovane e affonda le proprie radici nella cultura della vite europea importata tra la fine del '700 e l'800 dai primi migranti. Tra le varietà più apprezzate Shiraz e Merlot tra i rossi, Riesling, Chardonnay e Sauvignon tra i bianchi.

430 chilometri a nord da Adelaide, invece, percorrendo quelle strade di terra rossa che tanto affascinano il viaggiatore, è un trionfo di panorami incontaminati come quello di Wilpena Pound, anfiteatro naturale sulle cromie cangianti della roccia che non potrà non lasciare a bocca aperta. Dai blu grigi dell’alba ai rossi intensi del tramonto, le Flinders Ranges cambiano drasticamente colore mentre il sole scalda il cuore di questo universo cantato dagli Aborigeni che si estende per oltre 400 km. Leggende antiche di migliaia di anni raccontano di serpenti e giganti che hanno plasmato queste terre all’alba del mondo ed in tutta la regione sono presenti grotte sacre, pitture ed incisioni rupestri. Per oltre 15.000 anni la popolazione Adnyamathanha ha venerato questa terra e la sua straordinaria natura fonte di sostentamento e riparo.

In tutta l'area sarà possibile ammirare la varietà e la ricchezza di tutta la fauna australiana classica: pappagalli dai colori sgargianti, wallaby delle rocce dai piedi gialli, canguri ed emu si nascondono tra alberi di eucalipto grossi e nodosi che crescono lungo le insenature rocciose di antichi corsi d'acqua. Su tutti regna sovrana l'aquila cuneata, il più grande predatore australiano.

La regione delle Flinders Ranges si inoltra fino agli sconfinati spazi del deserto di Coober Pedy, la capitale mondiale degli opali, dove 3.500 abitanti di 45 diverse nazionalità si sono letteralmente rifugiati sottoterra per sfuggire alle temperature roventi dell'outback in un paesaggio quasi lunare.

Molto più a sud, dove le barriere coralline sfiorano la costa e il blu dell'Oceano contrasta con la ruvida terra rossa dell'Outback, nasce un paradiso ecologico naturalmente preservatosi nel tempo. È Kangaroo Island, sintesi perfetta della grandiosità naturale dell'intero continente australiano, tutta da esplorare tra canguri, koala, leoni marini, wallaby e pellicani rosa.
Se l'interno dell'isola vede la predominanza di foreste di eucalipto e bush, il litorale è un museo a cielo aperto con formazioni granitiche plasmate dalla fantasia di vento, pioggia e onde che hanno come icona più famosa l'Admiral's Arch, anfiteatro naturale rifugio per una colonia di otarie orsine.

Servono altre esperienze per convincerti quanto la vera essenza australiana custodita in questa splendida regione, preservata dal turismo di massa, non aspetta altro che essere scoperta?


Esplora il South Australia da Adelade!


Il Quality Group