DOVE
Dove vorresti andare
QUANDO
Quando vorresti partire
DURATA
Quanto vorresti star via
BUDGET
Qual'è il tuo budget
TEMA
Cosa cerchi nel tuo viaggio
STILE DI VIAGGIO
Scegli il tuo stile

LE ISOLE DI TAHITI, UN SOGNO A MISURA DI OGNI DESIDERIO.

Una natura esotica e ammaliante che invita alla scoperta dentro e fuori dall'acqua, dal catamarano alla bicicletta, dalle immersioni all'escursionismo… un ventaglio di esperienze per ogni interesse.

Condividi:


Un eden tropicale ai confini del mondo in cui fitte palme e piantagioni di cocco rivestono i motu di piccoli atolli corallini circondati da lagune cristalline che riempiono lo sguardo. Qui la felicità è una cosa semplice! Ad alcuni basterà sdraiarsi a guardare il mare, lasciandosi cullare dalla bellezza dei luoghi, per gli altri sarà impossibile non trovare l'ispirazione per vivere le Isole di Tahiti a 360°.
Qualche suggerimento per orientarsi su dove cominciare...

AMANTI DEL MARE
Le avventure blu iniziano a pochi passi dalla spiaggia!
Dalle più colorate specie di pesce tropicale agli squali, dalle mante alle tartarughe per arrivare alle maestose megattere che solcano le calde acque dell'arcipelago tra luglio e novembre… la barriera corallina è tutto un brulicare di vita da esplorare scegliendo tra snorkeling, diving e immersioni.
Anche la navigazione, in barca o catamarano, cullata dai dolci venti Alisei, è un'esperienza che rievoca tutto il fascino dei viaggiatori del passato che si lasciarono ammaliare da queste rotte lontane. Bora Bora, Morea, Rangiroa sono alcuni degli atolli più celebri per le lagune paradisiache.
Il mare è una componente fondamentale nella vita della popolazione tahitiana che lo porta inciso sulla propria pelle con tatuaggi che ne raccontano le mille forme e sfumature.

SEDUZIONI GOURMET
II pesce, spesso marinato con lime o latte di cocco, è il grande protagonista anche della tradizione culinaria locale insieme alla frutta. Banana, papaia, mango, cocomero e pompelmo, condiscono con gusto e colore l'alimentazione quotidiana risultato di una cucina melting pot.
Tinte vivide si mescolano con un intenso profumo esotico, dando forma al pittoresco mercato di Papeete. Cuore pulsante della cultura locale, che da oltre 150 anni, batte dalle quattro del mattino sino alle nove di sera per la gioia di tutti i viaggiatori.
Lusso locale è la vaniglia, spezia non endemica della flora polinesiana importata dai francesi nell'Ottocento, prodotta esclusivamente sull'isola di Taha'a. A differenza delle altre varietà di vaniglia, che vengono raccolte ancora verdi, quella di Tahiti necessita che il frutto sia completamente maturo e non aprendosi conserva tutto il suo sapore ed aroma.
Ma la gustosa esperienza gastronomica da non perdere è quella del tamaaraa, banchetto tradizionale tahitiano dove gli alimenti, coperti con foglie di banano, sacchi di iuta e sabbia, cuociono lentamente dalle tre alle quattro ore in un forno scavato nella terra. Maialino da latte, pollo, pesce, fafa (foglie di taro), uru (frutto dell'albero del pane), fei (banane rosse) e poe (dessert a base di papaya cotta, amido e latte di cocco) vengono serviti secondo il grado di cottura desiderato.

APPASSIONATI DI ARTE CONVENZIONALE E NON
Stimolanti i percorsi culturali ed artistici resi possibili da collezioni permanenti ed esposizioni temporanee. Se il museo di Paul Gauguin si concentra sulla vita del celebre pittore e sulle opere ispirate dalle atmosfere fuori dal tempo di questi luoghi, quello su Tahiti e le sue isole, che è considerato uno dei più bei musei del Sud Pacifico, ne ripercorre la storia attraverso una ricca collezione di manufatti.
La dimensione contemporanea dell'espressività creativa di queste isole si rivela tanto nei numerosi laboratori degli artisti locali, quanto nelle vivaci produzioni del Festival Ono'u dedicato ai graffiti. Un appuntamento annuale che richiama anche street artist di fama internazionale, pronti a sfidarsi a colpi di bomboletta con murales ispirati a temi specifici nella città di Papeete. Il risultato aggiunge un tocco di colore ai suoi quartieri da scoprire con insoliti tour, ideati dagli stessi organizzatori della manifestazione, che terminano al Museo della Street Art in cui vengono conservate alcune delle opere più interessanti.

QUINTESSENZA DEL BENESSERE
Il benvenuto nel paradiso dei sensi tra le Isole di Tahiti inizia con una ghirlanda di tiaré.
Il tempo sembra fermarsi durante il rituale del benessere tra oceano, palme e spiagge. È qui che il mito di un'esperienza rigenerante diventa realtà, non solo per la straordinaria bellezza dei luoghi ma anche per il senso dell'ospitalità e la gentilezza della popolazione locale.
Massaggi rilassanti e innumerevoli possibilità di trattamenti per corpo, volto e capelli continuano la sequenza di momenti di elogio alla lentezza e alla cura di sé.
Il Monoi, derivato da cocco e fiori di tiarè, è molto utilizzato in trattamenti come il "Taurumi", il tradizionale massaggio polinesiano praticato tracciando linee energetiche sul corpo, utilizzando le mani e i gomiti, chee produce un effetto altamente rilassante per il corpo e la mente. Un vero e proprio rituale ancestrale che agisce per il ricongiungimento con la natura e lo scioglimento di tutti i nodi del corpo e dell'anima che impediscono il naturale flusso energetico e dello spirito (il Mana). Motivo per cui perché secondo le usanze locali il taurumi dovrebbe essere praticato all'aperto per rimanere in contatto con la natura.

PER NON STARE MAI FERMI
A piedi, in mountain bike o in 4x4, le occasioni per immergersi e vivere attivamente i paradisiaci scenari polinesiani non mancano. Montagne lussureggianti ricoperte da bambù giganti e alberi del pane, cascate e siti sacri.
Tra i percorsi più suggestivi quello della strada del monoi, che svela i segreti della produzione del celebre olio in un percorso di ventiquattro tappe tra l'isola di Tahiti e quella di Morea. Si comincia dalle prime fasi della produzione tra piantagioni di tiarè ai giardini botanici, per passare alle fasi della macerazione e dell'utilizzo in laboratori artigianali, atelier, profumerie e anche Spa dove provare di persona l'efficacia dell'olio su corpo e capelli.
Un'esperienza che permette di entrare nella realtà quotidiana degli abitanti che ti renderanno partecipe del loro savoir-fare e ti faranno ammirare i paesaggi, viaggiando nella magia del Pacifico…

MITOLOGIA POLINESIANA
Queste terre dalla sconfinata bellezza e dalle radicate tradizioni, precedente il culto cristiano, sono pronte a svelare un passato rituale, indissolubilmente legato con le sue verdi vallate, nei marae. Luoghi sacri, utilizzati nelle antiche società polinesiane per eventi religiosi e sociali, sono visibili soprattutto nelle aree dell'entroterra. Ne esistono diverse dozzine, molte delle quali sottoposte a una meticolosa ristrutturazione e nascoste in luoghi lontani dai siti più frequentati.
È del 2017 la nomina a Patrimonio UNESCO del "Marae Taputapuatea" sull'isola di Rangiroa. Interamente realizzato in corallo, l'antico sito sacro era dedicato al dio Oro.

I SOUVENIR DA NON PERDERE
Anche lo shopping può trasformarsi in una strada interessante per entrare in contatto con le peculiarità della cultura polinesiana. Ogni arcipelago presenta tutta la propria unicità con specifiche produzioni locali di grande pregio, dove le sfumature della natura si mescolano con un'artigianalità simbolo di storia e tradizioni.
Dagli articoli di vimini agli intrecci di canestri e cappelli con le foglie dalle donne delle isole Gambier , ma anche le sculture in legno o pietra dei Tuhuna sulle isole Marchesi, gli splendidi "pareu" e tutte le altre stoffe dai colori pieni e vivi, quasi irreali.
Tra i ricordi più preziosi da portare a casa da questo viaggio ci sono le perle, vero gioiello della natura di queste isole, dalla tonalità scure con riflessi grigi, verdastri, bronzati e violacei.


Scegli un viaggio dalle infinite combinazioni di scoperta.





Speciale collaborazione Air Tahiti Nui e Le Isole di Tahiti

Il Quality Group