DOVE
Dove vorresti andare
QUANDO
Quando vorresti partire
DURATA
Quanto vorresti star via
BUDGET
Qual'è il tuo budget
TEMA
Cosa cerchi nel tuo viaggio
STILE DI VIAGGIO
Scegli il tuo stile

“KI”, GUIDA ALL’ISOLA DELLE MERAVIGLIE.

Naturale essenza australiana tra ecoturismo ed enogastronomia.

Condividi:


Australia, un unicum naturalistico che ammalia il viaggiatore con paesaggi eterogenei, piante e animali che non possono essere ammirati in nessun altro luogo al mondo. Sconfinati gli orizzonti di scoperta dove perdersi tra foreste pluviali, barriere coralline, spiagge oceaniche dai mille colori, deserti e montagne dalle inconsuete caratteristiche geologiche.

Kangaroo Island è uno dei luoghi sintesi delle tinte più belle di questo affresco naturale che riserva una continua scoperta di rarità. Nel cuore del Pacifico, a soli 13 chilometri dalla costa di Adelaide, battuta da venti oceanici si intravede come un miraggio una delle isole più grandi del continente australiano, dopo Tasmania e l’isola di Melville. Il suo nome venne scelto dall’esploratore britannico Matthew Flinders, colpito dall’impressionante quantità di canguri che la popolavano al suo approdo nel 1802 e che si avvicinavano senza timore ai marinai.

Oggi chi ha la fortuna di passare qualche giorno alla scoperta di quest’isola che non c’è agli antipodi del globo sa che le sorprese che lo attendono sono molte di più e non si esauriscono nella sua strabiliante fauna endemica.

TREKKING E SAFARI DOVE LA NATURA REGNA SOVRANA

Nonostante siano passati più di due secoli "KI" sembra confermarsi un’oasi di pace fuori dal tempo dove oltre un terzo del suo territorio è tutelato da riserve e parchi nazionali. Il resto della sua superficie è caratterizzato da lussureggianti aree agricole e piccole cittadine.

Immergersi nella natura del suo Flinders Chase National Park, uno dei parchi più importanti del South Australia, significa essere ospiti discreti in un spettacolo che mette in scena il meglio della fauna endemica locale: oltre ai simpatici canguri emblema dell’isola e alle 243 varietà di volatili, tra i suoi protagonisti ecco le pungenti echidne, i timidi wallaby, le vivaci otarie, i koala dormiglioni tra le fronde degli eucalipti e gli schivi ornitorinco. Proprio queste ultime due specie furono introdotte nel parco solo negli anni Venti per preservarle dal rischio di estinzione.

Se Seal Bay è famosa per accogliere la più grande colonia di leoni marini al mondo, pochi sanno che quando si abbassano le luci del giorno è possibile ammirare i pinguini minori, o "fairy penguins", che hanno ripopolato le coste di Kangaroo Island grazie ad un attento programma di conservazione e che durante le ore diurne sono a caccia di pesce nelle acque dell'Oceano Meridionale.

Kangaroo Island Odysseys organizza avventurosi tour in moderni veicoli 4x4 accompagnati da una guida professionista locale per conoscere e scoprire i delicati equilibri che regolano i ritmi di questo incredibile paradiso naturalistico, che specialmente durante la primavera australe sboccia in tutta la sua bellezza, oltre che per la nascita dei cuccioli delle diverse specie che abitano l’isola, anche per all'infinita varietà di fiori selvatici endemici quali mimose, callistemo, piccoli fiori del bush ed orchidee endemiche arricchiscono brughiera e costa con le loro sfumature bianche, arancioni, gialle, rosa e blu.

Per chi ama camminare, numerosi i sentieri che permettono di raggiungere i suoi scorci più celebri con percorsi di trekking adatti a tutte le tipologie di escursionista . Tra i più brevi quello costiero che da Clifftop Hike arriva fino al faro di Cape Borda, nella parte nord-occidentale dell’isola, dove non sarà difficile avvistare aquile di mare, delfini e persino balene durante la loro annuale migrazione. Sempre con vista oceano anche i sentieri lungo il Cape du Couedic e Hanson Bay, mentre nel parco delle Kelly Hill Caves ci sono interessanti i cunicoli sotterranei calcarei ricchissimi di stalattiti e stalagmiti. Tra i percorsi più lunghi e spettacolari sicuramente il Kangaroo Island Wilderness Trail,oltre di sessanta chilometri di natura selvaggia e remota nella costa sud-ovest dell'isola per un’escursione di almeno cinque giorni.

UN MUSEO A CIELO APERTO TRA INCANTEVOLI PANORAMI

Oltre all’incontro con gli animali, il ricordo più bello di Kangaroo Island è offerto dai suoi paesaggi mozzafiato: scogliere a picco sul mare, rocce dalle forme bizzarre, grotte che incorniciano l’oceano e le sue onde. Admirals Arch è uno suoi dei monumenti naturali più scenografici sulla costa sudorientale dell'isola, scolpito da millenni di erosione della roccia che hanno creato un anfiteatro naturale sotto cui simpatiche otarie amano crogiolarsi al sole prima di un tuffo nell’acqua a caccia di pesce.

Altra opera forgiata dall’estro di Madre Natura sono le Remarkable Rocks, imponenti massi di granito dai toni caldi e cesellati da pioggia, vento e spruzzi d'acqua marina, sono uno dei punti più fotografati di KI.

Al centro dell'isola, invece, sorprendono le bianche dune ai confini dell’oceano di Little Sahara, un'area che supera i settanta metri sopra il livello del mare. Per un pizzico di adrenalina da provare l’esperienza del sandboarding, sfrecciando sulla sabbia a bordo di una tavola.

IL BLU DELL’OCEANO TRA SURF E RELAX

La bellezza e la forza della natura sono sorprendenti così come le acque cristalline che circondano l’isola. Oltre cinquecento i chilometri di costa, dove trovare spiagge lunghe e bianche, insenature adatte ai surfisti e ripide scogliere che svelano pittoresche baie riparate dai venti oceanici. Grazie alla barriera corallina e alla presenza di numerosi relitti le immersioni sono una delle maggiori attrazioni.
Classificata fra le migliori spiagge di tutta l'Australia, Vivonne Bay è una baia di sei chilometri dalla forma a mezzaluna e dalla sabbia bianchissima. Un piccolo molo da un lato e alte dune alle spalle sono i confini naturali di quest’angolo di paradiso. Nel mezzo della costa settentrionale dell'isola, Stokes Bay è un vero incanto di acqua dalle mille sfumature di azzurro racchiusa tra le rocce, mentre Emu Bay, nei pressi di Kingscote, è uno degli spot mare più popolari per le acque più calme e cristalline.

COCCOLARSI CON ESPERIENZE GOURMET E SOGGIORNI DI CHARME

Sempre più forte anche la vocazione all’arte culinaria di Kangaroo Island, uno dei luoghi simbolo dell’eccellenza gastronomica del South Australia. Da segnalare sicuramente la crescita del trend "from farm to table" con lo sviluppo della predilezione per le materie di prima qualità per deliziosi piatti a chilometro zero.
Gamberi, astice e ostriche tra i sapori di mare assolutamente da provare freschissimi presso i celebrati Oyster Farm shop di American River e il ristorante estivo Enchanted Fig Tree. Altro fiore all’occhiello è il miele: prodotto seguendo le fioriture locali da una purissima specie di ape italiana, la Ligurian Bee importata sull’isola nel 1881. Oggi è impiegato, oltre che per linee cosmetiche e candele, anche nella produzione di un delizioso idromele e una speciale una birra artigianale detta "The Drunken Drone", alla Clifford’s Honey Farm.
Da non dimenticare le aziende vinicole presenti sull'isola specializzate nella produzione di miscele in stile bordolese dai vitigni Cabernet Sauvignon e Merlot, che prosperano per le caratteristiche del mite clima marittimo.

All'insegna della valorizzazione del territorio anche le scelte di ambientazione, accoglienza, dettagli ed esperienze offerte nell’esclusivo Southern Ocean Lodge, un luxury hotel disegnato dal pluripremiato architetto Max Pritchar. Perfetto il connubio fra natura selvaggia e comfort delle ventuno suite con vista mozzafiato sulla magnifica Hanson Bay. A completare un soggiorno paradisiaco un programma di escursioni diurne e notturne con guide locali altamente qualificate e numerose attività come pesca, kayaking, mountain bike, surf e perfino sorvoli panoramici dell’isola.

Scoperta e movimento sono l'essenza del viaggio, ma è come lo facciamo che fa la differenza.


Visita Kangaroo Island con Discover




Il Quality Group