I NUOVI RITI DELLA MODERNITÀ IN GIAPPONE: MANGA, ANIME ED ELETTRONICA

Alla scoperta del quartiere Akihabara, il più turistico quanto camaleontico di Tokyo.

Condividi:

Tecnologia e tradizione sono la sintesi perfetta dell’essenza di un viaggio nel paese del Sol Levante. Due facce di una stessa moneta in un gioco di scoperte dove sono gli stereotipi occidentali ad essere messi alla prova..

Tra i tredici milioni di abitanti, le tredici linee di metropolitana e le oltre 250 stazioni di Tokyo non si può che rimanere sorpresi dall’ordine e dal rigore nipponico, scandito in ogni dettaglio della quotidianità urbana della metropoli.

Qui dove ogni quartiere sembra essere una città nella città, lo spaesamento di passare da Asakusa, il volto più autentico della vecchia Tokyo con l'antico tempio Sensoji, alle luci e insegne al neon nel quartiere di Akihabara è solo apparente. L'Electric Town, originariamente mercato nero per i ricambi radio dopo la seconda guerra mondiale, e successivamente mecca dei fotografi che qui trovavano macchine e accessori a prezzi bassissimi, con l'avvento dell'era digitale si è trasformata in un enorme quartiere completamente dedicato a negozi di elettronica, anime, manga e videogiochi, oggi moderni santuari della tecnologia made in Japan. Un quartiere che di sera appare ancora più irreale nella sua tendenza futuristica rivelando la sua spettacolare giungla di insegne luminose.

L'incredibile esperimento sociale del Giappone moderno si mostra in tutta la propria eccentricità di domenica quando la Chuo Dori, la strada principale che attraversa il quartiere, viene chiusa alle auto per lasciare la scena agli otaku, persone che vivono una vita reale modellata su quella dei fumetti. Dagli otaku nasce il fenomeno dei cosplay, gli appassionati di cartoni che si vestono come i loro eroi: idealizzano i costumi, realizzandoli rigorosamente da sé, studiano le movenze del personaggio ed il suo carattere ed infine impersonificano il loro eroe.

È importante evidenziare come anche nel mondo immaginario di fumetti e disegni animati siano fortemente presenti elementi della storia e della tradizione nipponica: in particolare il mondo futuristico dei robot tradisce il retaggio di una cultura più antica e pregna di simboli, con richiami nemmeno troppo velati alla tradizione marziale.

Istituzione oggi per chiunque voglia fare sia un piccolo spuntino che cogliere la bizzarra atmosfera technicolor di Akiba sono i maid cafè, tipici locali in cui cameriere vestite da governanti tra pizzi e merletti sono pronte a servire e illustrare un menù dall’alto tasso glicemico fatto di torte zuccherose, pancake stile cartoon e golosi milkshake.

In alternativa gli appassionati di manga e anime non potranno che concedersi una pausa nella sala di comando del Gundam Cafè ispirato al mitico robot che, qui nel Sol Levante, è un vero proprio simbolo tanto da avergli dedicato una statua in scala 1:1, alta ben diciotto metri e curata in ogni particolare ad Odaiba.

Tra gli indirizzi imperdibili per uno shopping a tema il Tokyo Anime Center, il parco a tema Sanrio Puroland dove trovare i gadget di tutti i personaggi da Chococat a Pochacco e Super Potato con quattro piani interamente dedicati alla vendita di retrogames.

Percorrendo la strada principale del quartiere, la Chuo Dori, è possibile, in pochi minuti, ritagliarsi un momento di pace e riflessione: qui l’arte del fumetto diventa rituale all’interno del tempio shintoista di Kanda Myojin, edificio in legno di cipresso, dalla splendida porta rosso vermiglio, risalente all’epoca Edo ma ricostruito più volte a causa di incendi e terremoti. In questo luogo, tra i fedeli che rivolgono le proprie intenzioni ai kami del matrimonio e del successo negli affari, gli appassionati di manga e anime hanno iniziato ad appendere i propri ema propiziatori della buona sorte ripetendo la tradizione cominciata con la serie “LoveLife!” ed è possibile ammirare un tripudio di tavolette disegnate a mano da persone provenienti da ogni parte del mondo.

Pronti quindi a dedicare un momento ad una preghiera di buon auspicio per il vostro prossimo viaggio in Giappone?


Scopri subito i nostri tour

In collaborazione con JNTO Ente Nazionale del Turismo Giapponese e ANA All Nippon Airways

Il Quality Group